• Google+
  • Commenta
17 agosto 2012

Febbre da test. A Genova esauriti i corsi di preparazione

Capita che uno se ne esca dalla scuola superiore dopo cinque anni di duro lavoro, forte del suo 100 tondo tondo e di una preparazione che rappresenta un’ottima polizza di assicurazione per il futuro.

Capita che si guardi intorno, alla ricerca dello sbocco universitario che più gli è congeniale. Ingegneria, Lettere, Medicina, Giurisprudenza: dove cadrà la scelta?

Probabile che il nostro candidato ci abbia già riflettuto, magari per mesi se non di più. Una cosa è certa: c’è un dettaglio da tenere sempre in debita considerazione, e tanto peggio per lui se non ci ha pensato, non c’è voto di diploma che tenga.

La variabile impazzita si chiama test d’ingresso; ne sono provviste praticamente tutte le facoltà, e nel momento in cui ci si riferisce a questionari di tipo attitudinale o poco più non c’è granché di cui preoccuparsi.

Il vero problema è quanto si tratta di una prova altamente vincolante per avere accesso a quella determinata facoltà; stiamo parlando del cosiddetto numero chiuso, il vero incubo che impedisce a tanti aspiranti universitari di godersi le meritate vacanze.

Ora, per superare lo scoglio ed evitare di incorrere in brutte sorprese esistono due espedienti universalmente riconosciuti: o munirsi di libri e pazienza, oppure iscriversi ad un corso privato di preparazione ai test.

E qui bisogna aggiungere che negli ultimi anni il numero di studenti votati al secondo metodo è in crescita in diverse città italiane, specie i grandi centri; ma contestualmente al boom di richieste, sono altrettanto in aumento i corsi che vengono di volta in volta organizzati.

L’ultimo caso, documentato da Giulia Destefanis per Repubblica, è quello di Genova, dove si è registrata in tempi recenti una vera e propria corsa all’iscrizione: il dato è considerevole e si aggira addirittura intorno ad un +15%, il che non di rado costringe gli organizzatori a chiudere le immatricolazioni causa l’inatteso pienone.

I corsi sono gestiti da società private quali Unid ed il Cisef (Centro Internazionale di Studi e Formazione Germana Gaslini), che provvedono ad allestirli di città in città; Mauro Colla, membro dell’assai gettonata Alpha Test (corsi di formazione in 20 città), ci tiene a sottolineare come le aule riservate alle lezioni siano “sempre piene” e ribadisce che Genova “è tra le città dove crescono di più le richieste: sia per i corsi estivi, più brevi, sia per quelli annuali, che abbiamo attivato in Liguria come nelle grandi città, Roma, Milano e Napoli”.

Il vero problema, come spesso accade in questi casi, è la tariffa. Perché se da un lato non c’è motivo di mettere in discussione l’utilità di queste iniziative (o perlomeno buona parte di esse) al fine di prepararsi al meglio ai test d’accesso, è d’altra parte innegabile che non tutti sono in grado di sostenerne i costi.

Si calcola che i corsi mensili richiedano uno sforzo economico compreso tra i 600 ed i 1.000 euro; quanto a quelli annuali, la spesa può arrivare sino ai 2.500 euro. Insomma, per dirla alla napoletana, sono “mazzate a’ cecat”.

Resta a questo punto da stabilire quale sia la giusta proporzione tra i costi esorbitanti e l’effettiva utilità del servizio. Ma a riguardo, come da previsione, esistono opinioni radicalmente contrapposte.

C’è chi del corso ammette di non poter fare a meno, ed è disposto a sobbarcarsi le spese (che può evidentemente permettersi) pur di avere la certezza di superare il test e scongiurare il rischio di incappare in un poco gradito “anno sabbatico”.

Ma in molti si dissociano da questa corrente di pensiero, e rifiutano di riconoscere la bontà del sistema. È il caso della 23enne Francesca Rosa: “Io ho studiato da sola e sono passata. È una spesa che, munendosi di libri e olio di gomito, si può evitare”.

Un elogio in piena regola al classico “chi fa da sé fa per tre”. Ma alla fine chi avrà ragione? Per saperlo è sufficiente attendere ancora un mesetto, e vedere chi sopravviverà ai temutissimi test.

 

fonte immagine: http://www.bergamosera.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy