• Google+
  • Commenta
12 agosto 2012

Gli e-book sostitueranno i cari vecchi libri

circolare numero 18 firmata dal direttore generale Carmela Palumbo.E’ proprio in questo documento che si è consolidata l’idea di adottare libri digitali e non più libri analogici,sottolineando: “Dal prossimo anno scolastico i libri di testo da adottare nelle scuole statali di ogni ordine e grado devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in formato digitale) ovvero debbono essere interamente scaricabili da internet. Pertanto, per l’anno scolastico 2012/2013 non possono più essere adottati né mantenuti in adozione testi scolastici esclusivamente cartacei”.

Il MIUR si rivolge agli uffici scolastici regionali, dirigenti e presidi, invitandoli a restituire in forma mista o scaricabile da internet tutti quei libri di testo in adozione dall’anno 2008/2009. Il Corriere della sera di Brescia fa sapere che  a settembre 219 scuole superiori lombarde diventeranno 2.0 grazie al progetto «Generazione Web Lombardia»: la Regione e il ministero dell’Istruzione hanno stanziato ben 9 milioni di euro (1 milione e 211 mila destinati a Brescia) per dotare le classi prime e terze di alcuni licei e istituti tecnici lombardi di libri digitali.

Qualcosa di buono in tutto questo c’è :riduzione della spesa,le famiglie saranno obbligate ad acquistare dei manuali digitali da scaricare sul tablet che  costano il 40% in meno dei cartacei.Un risparmio effettivo che potrebbe anche risollevare le famiglie che spesso si lamentano dell’elevata spesa annuale scolastica.Le scuole che hanno aderito a questo progetto fanno sapere : “La scuola cambierà radicalmente. Indietro non si torna». Cioè? «I libri diventano interattivi: se il ragazzo, ad esempio, legge Baudelaire e non conosce il significato di un termine francese, ci clicca sopra e risolve tutto. Sul tablet si prenderanno appunti, si faranno i compiti in classe e si studierà da casa”.

Sarà cosi semplice per gli studenti abbandonare quei pezzi di carta che hanno sempre fatto pesare il loro zaino? Dalle reazione di alcuni ragazzi sembra che questo progetto sia un’illuminazione,con l’Ipad dicono tutto è più semplice..anche i soliti errori ortografici scompariranno in un batter baleno! Si tratta di  qualcosa di nuovissimo, trendissimo, coloratissimo, e si sa quale sia il potere dei superlativi in Italia.

Certo è giusto stare a passo con i tempi e seguire la tecnologia,ma tutti prima o poi rimpiangeranno il gusto di sfogliare le pagine del libro,pagine cosi consumate che finivano per diventare gialle e strapparsi..la sottolineatura delle cose più importanti e le solite scritte fatte nei momenti di noia.

 

Fonte della foto :http://www.ispazio.net

 

Google+
© Riproduzione Riservata