• Google+
  • Commenta
3 agosto 2012

I pesci della barriera corallina australiana, vittime del buco dell’Ozono

Uno studio, svolto in Collaborazione tra la Newcastle University, UK, e l’Australian Institute of Marine Science, pubblicato sul giornale accademico PLoS ONE rivela l’incidenza del melanoma nella trota corallina, una specie presente sulla Grande Barriera Corallina in corrispondenza del più grande buco dell’Ozono.

Il melanoma riscontrato nei pesci è biologicamente identico a quello che si può riscontrare negli esseri umani.

Ulteriori studi dovranno essere effettuati per stabilire la causa esatta del cancro, ma dopo aver eliminato altri fattori, quali probabili agenti patogeni microbici e l’inquinamento marino, le radiazioni UV sembrano essere la causa più probabile“, spiega il dottor Michael Sweet, ricercatore della Newcastle University.

Studiare le malattie nelle popolazioni di pesci selvatici è molto lungo e costoso, quindi è difficile dire da quanto tempo la malattia sia comparsa. Tuttavia, ciò che sappiamo è che è ormai diffusa nella popolazione di trote coralline”.

Lo studio ha riguardato la Plectropomus leopardus, anche conosciuta come trota corallina. Questa specie vive nel Pacifico occidentale, in Australia ed è un pesce di alto valore commerciale.

La malattia è stata riscontrata a Sud della Grande barriera.

Di 136 pesci campionati, 20 mostravano scure lesioni sul dorso. Gli esemplari presentavano meno del 5% del corpo interessato da queste lesioni, ma probabilmente perché i pesci in uno stadio più avanzato della malattia divengono meno attivi e quindi più difficili da catturare.

Il Dr. Michelle Heupel dell’ Australian Institute of Marine Science ha dichiarato:”Dati gli scenari di cambiamento climatico e l’alterazione permanente degli ambienti di barriera corallina, capire la causa di questa malattia è importante per la conservazione e la gestione continua di scogli e dei loro abitanti“.

Il passo successivo dello studio è di esaminare un campione molto più grande e determinare l’entità effettiva del numero di pesci colpiti.

immagine tratta da http://www.nuovosoldo.wordpress.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy