• Google+
  • Commenta
24 agosto 2012

L’Uniss e “La vita nel Medioevo”

Presso il Museo della Cattedrale di San Pietro di Sorres BoruttaSassari – Uniss si protrarrà la mostra “La vita nel Medioevo“, promossa dall’amministrazione comunale di Borutta, Assessorato al Turismo

È il risultato di una ricerca, effettuata dall’Associazione Giudicato di Torres, che ormai da 6 anni opera nell’ambito della divulgazione e promozione della cultura medievale in Sardegna, attraverso convegni, mostre e rievocazioni storiche itineranti.

Hanno partecipato alla sua realizzazione, gli allievi della 2^ B  dell’I.I.S. turistico “G. Musinu” di Thiesi, nell’ambito del progetto “Il Meilogu è mio, se lo conosco“, Pier Paolo Soro, curatore del museo e Franco G. R. Campus  del dipartimento di Storia dell’Università di Sassari, come supervisore scientifico.

La mostra anticipa l’evento della rievocazione della Bastida di Sorres, che si terrà il 25 e il 26 agosto.

Durante Bastida di Sorres assisterete alla vestizione di un cavaliere così come avveniva nel pieno trecento; conoscerete i colori, i profumi, le abilità degli artigiani e le suggestioni di una fiera medievale; non mancheranno neppure gli eserciti di qualche signore straniero che tenteranno di impadronirsi dell’antica bastida, tra il clangore delle armi, alla ricerca di epiche imprese e ricchi bottini…. Riusciranno i difensori a respingere l’assedio?“.

Si tratta di un viaggio nella quotidianità medioevale, con allestimento di documenti, ricostruzioni fedeli degli utensili e armi, strumenti musicali e giochi, abiti e gioielli, utilizzati nelle varie attività giornaliere.

È interessante l’approccio del confronto tra immagini che definiscono un collegamento tra l’uomo attuale e l’uomo medievale, portando alle tecniche comunicative utilizzate in quel tempo, disegni e simboli ancora  poco conosciuti.

Il percorso individua una sezione dedicata alle piante officinali e alle erbe utilizzate per preparare alimenti, con l’allestimento di un angolo di cucina con utensili.

Dalla cura alla tavola, all’amusement, con la sezione sugli strumenti musicali a percussione, a fiato e quella dei giochi, come scacchi e dama.

In vetrina, una piccola raccolta di gioielli e una luccicante sezione dedicata alle armature e alle armi da lancio, forgiate, per l’occasione, dai membri dell’Associazione.

Si potranno ammirare le fedeli ricostruzioni di abiti medievali, estrapolate dalle raffigurazioni presenti in manoscritti e opere pittoriche del tempo.

Gli alunni dell’I.I.S. di Thiesi cureranno le visite guidate, insieme con  la prof.ssa Arru Maria Ritala, referente del progetto “Il territorio è mio se lo conosco” e in compagnia anche dei membri della coop. Sardegna 2000, che nasce a Borutta nel 1997 con l’intento di valorizzare il patrimonio culturale e ambientale del LogudoroMejlogu e, in particolare, dell’area circostante la Cattedrale di San Pietro di Sorres.

La giornata di domenica 26 agosto, alla rievocazione della Bastida di Sorres, si terrà un incontro intitolato “Cronache dal Medioevo”, sulle strategie di guerra ai tempi degli aragonesi e la vita nella Diocesi di Sorres.

Melina Rende

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy