• Google+
  • Commenta
9 agosto 2012

UDU indignata dalle sterili polemiche

L’Unione degli Universitari di Lecce si dichiara fortemente indignata in merito alle polemiche che da una settimana a questa parte si leggono sui quotidiani locali e che riguardano l’annullamento del concorso per tre unità di personale tecnico-amministrativo predisposto a fine 2011 dal Direttore Amministrativo.

Riteniamo irritante e frustrante per tutti gli studenti dell’Università del Salento leggere sui giornali, ormai da molti mesi, di scontri interni al mondo accademico, proprio nel momento in cui l’università è palesemente sotto attacco, dopo le ultime riforme portate avanti dal Governo, e di cui sarebbe necessaria un’ampia riflessione.

Come al solito, invece, ci ritroviamo di fronte a dibattiti esclusivamente personali, che nulla hanno a che fare con la crescita della nostra università. Come al solito per alcuni attori del mondo accademico Salentino ogni occasione è buona per fare polemica, poco importa se si tratta di un concorso, di un verbale del CDA da annullare o di un ricorso al Tar. Quello che sappiamo è che da irresponsabili far annullare un consiglio d’amministrazione (in cui erano presenti molte decisioni in favore agli studenti) o sabotare il Senato Accademico in cui si discuteva l’offerta formativa.

Ci stupisce, inoltre, come la dormiente classe politica locale si risvegli solo per alimentare le polemiche, mentre continua a tacere sui reali problemi dell’università. Saremmo molto più interessati a capire qual è il loro punto di vista sulla manovra per l’aumento delle tasse agli studenti universitari, contenuta nella Spending Review, che nell’ultima settimana i rappresentanti locali hanno votato alla Camera e al Senato. Ci chiediamo, inoltre, se esiste una volontà delle istituzioni locali di far fronte allo smantellamento dell’Università pubblica attuando proposte a sostegno del diritto allo studio che non prevedano l’indebitamento degli studenti come si è tentato di fare in un passato molto recente .

Come organizzazione studentesca ci riteniamo definitivamente stufi. Riteniamo che la dialettica e gli scontri all’interno dell’università siano necessari per la crescita dell’istituzione stessa, infatti continueremo a portare avanti le nostre rivendicazioni e a scontrarci con l’amministrazione sulle questioni che interessano gli studenti, la didattica e la ricerca. Ci faremo carico di portare all’interno degli organi accademici le questioni che interessano la crescita dell’università e chiediamo a tutti di abbassare i toni di queste polemiche dal retrogusto elettorale. Evidentemente né alle organizzazioni sindacali né all’amministrazione interessa realmente risolvere i problemi storici che la nostra università si porta avanti da anni, ed è su questo che tutti quanti dovremmo interrogarci.

 

Foto: www.iltaccoditalia.info

Google+
© Riproduzione Riservata