• Google+
  • Commenta
3 settembre 2012

Cà Foscari: aziende cercano neolaureati

Oltre 230 le domande di diplomati arrivate in ateneo: tra i profili con maggiori opportunità gli informatici e i “commerciali per l’estero.”

AZIENDE A CACCIA DI NEO LAUREATI DI CA’ FOSCARI : NEL 2012 RICHIESTE CRESCIUTE DEL 31 PER CENTO.

Il rettore Carraro: «Il nostro Ufficio Placement è a disposizione degli studenti ed in modo efficiente incrocia domanda e offerta». Oltre 9.200 le convenzioni attivate in Italia e all’estero per gli stages.

VENEZIA – Impennata di richieste di neo laureati cafoscarini da parte del mondo dell’impresa. Nel primo semestre del 2012 infatti si è registrata una crescita di domande da parte delle aziende di oltre il 31 per cento. Le domande sono arrivate all’Ufficio Placement di Ca’ Foscari che ha come obiettivo proprio quello di favorire l’incontro tra la domanda di personale e l’offerta di neo laureati.

«Nonostante il quadro economico complesso che stiamo vivendo – spiega il rettore Carlo Carraroè incoraggiante notare che le imprese bussano con sempre maggiore frequenza alla nostra porta. Abbiamo messo a punto un servizio che riscuote l’apprezzamento degli studenti e delle aziende, costruendo anche modalità di incontro innovative, come quella che prevede la registrazione di un video curriculum».

Complessivamente tra gennaio e giugno 2012 sono 232 le posizioni lavorative che le aziende hanno offerto ai neo laureati cafoscarini contro le 177 che erano pervenute nello stesso periodo dell’anno precedente. Analizzando i differenti settori si registra una crescita di richieste del 19 per cento per i neo laureati di area economica, del 41 per cento per quelli di area linguistica, del 50 per cento per quelli di area umanistica, del 20 per cento per quelli di area scientifica. Stabili le richieste di neo laureati di area informatica.

Le figure di neo laureati che sul mercato del lavoro raccolgono il gradimento maggiore sono quelle di area commerciale-acquisti per l’Italia e l’estero , gli informatici/programmatori/sviluppatori, chi si occupa di consulenza/controllo/revisione, di consulenza assicurativo-previdenziale di  area amministrativo-contabile.

Per quanto riguarda invece la tipologia di aziende che si rivolgono a Ca’ Foscari in cerca di neo laureati, si tratta per il 12,57 per cento di imprese che si occupano di informatica e statistica, per l’11,38 per cento di commercio di auto/moto/prodotti non alimentari, per il 10,78 per cento di assicurazioni, per il 9,58 per cento sono studi commercialisti e di servizi di revisione contabile, per l’8,98 per cento si occupano di consulenza, per il 7,78 per cento fabbricano macchine e apparecchi meccanici e per il 4,79 per cento operano nel settore dei trasporti.

Nel 26 per cento dei casi si tratta di aziende con oltre 500 dipendenti, un altro 22 per cento di imprese con tra 20 e 99 dipendenti e il 12 per cento tra 100 e 499 impiegati.

«Questi dati, incrociati con quelli che rileva periodicamente Almalaurea e disponibili sul sito www.almalaurea.it confermano come l’offerta formativa di Ca’ Foscari riesce a incrociare le esigenze delle aziende e ad offrire ai nostri studenti percorsi di studio in grado di aprire loro le porte del mondo del lavoro» spiega il rettore Carraro.

Sono in crescita anche gli stage attivati da Ca’ Foscari a favore di suoi neo laureati: attraverso le 7.894 convenzioni attive con aziende ed enti italiane, ne sono stati avviati 177 nei primi sei mesi del 2012 con un leggero incremento (+1,7%) rispetto allo stesso periodo del 2011.

I settori principali di inserimento in azienda sono: Marketing e Comunicazione, Amministrativo/contabile, HR, commerciale Italia e Estero (per l’area economica). Le aziende/enti che ospitano i giovani laureati cafoscarini sono nel 50 per cento dei casi di medio-grandi dimensioni e appartengono al settore dei servizi/terziario, banca/finanza, produzione, turismo, enti culturali/musei. Sono invece trenta gli stage all’estero attivati con una delle 1.366 aziende ed enti stranieri con cui Ca’ Foscari ha convenzioni attive. Gli stage avviati riguardano in particolari realtà che operano in Francia, Cina, Spagna, America e Australia.

 

Fonte immagine: Gazzettadellavoro.com

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy