• Google+
  • Commenta
15 settembre 2012

Perché mai dovremmo clonare i Mammut?

Da diverso tempo, alcuni ricercatori della North-East Federal University coltivano un sogno: clonare i mammut. Di recente, Semion Grigoriev, coordinatore della spedizione Yana 2012 e direttore del museo dei mammut, ha reso edotta la comunità scientifica internazionale sui dettagli di un’importante scoperta realizzata in Siberia. Secondo i dati divulgati dagli organi di stampa, Grigoriev e il suo team, scavando a circa 100 metri di profondità, avrebbero individuato e raccolto “tessuti soffici adiposi, pelo e midollo spinale di un mammut”. Tuttavia, le prove dell’importante scoperta non sono ancora state fornite, anche se lo stesso Grigoriev ha chiarito che presto i risultati saranno pubblicati su prestigiose riviste scientifiche.

Le parole del capo della spedizione Yana 2012, però, hanno ugualmente fatto il giro del mondo, mandando in visibilio i più accaniti sostenitori della clonazione. A dire il vero, non molto tempo fa ci siamo già occupati di tale ardita questione scientifica. Nell’articolo “la clonazione dei mammut, abbiamo parlato della volontà espressa dai ricercatori dell’Università di Kinki, di sostituire il nucleo di un ovulo di elefante con quello estratto da un campione di osso di mammut, dando così vita ad un embrione con caratteristiche preistoriche. Ebbene, della stessa opinione sembrano essere anche Grigoriev e i membri del suo team, i quali, infatti, non negano di voler realizzare una sorta di parco spielberghiano nei giardini del campus della North-East Federal University. Dunque, tutto lascia presagire che in futuro l’umanità potrà fregiarsi di una nuova attrazione turistica: dopo la pecora Dolly, avremo il Mammut Folly e i suoi amici.

Ma ha davvero senso riportare in vita i Mammut?

L’obiettivo principale della scienza è di decrittare e chiarire l’essenza dei fenomeni osservati. La scienza ha il dovere di ricercare le fonti eziologiche da cui traggono origine gli eventi. Ha il dovere di rendere note le ragioni e le leggi che edulcorano la nostra realtà, di risolvere gli enigmi, e offrire nuove chiavi di lettura dei fenomeni naturali. Ragionando in termini metaforici, la scienza è come un vascello che trasporta gli uomini verso la sponda opposta del fiume della conoscenza. Una sponda edulcorata dalle zigrinature tipiche dell’induzione galileiana, capace di individuare la verità nei più remoti antefatti della fenomenologia.

Al di là delle certezze e dei dogmi della ragione o della fede, ogni realtà storica deve essere analizzata grazie all’ausilio dei mezzi tecnologici e delle conoscenze scientifiche posseduti fino a quel momento. La reale conoscenza di un dato fenomeno è direttamente proporzionale al progresso ed alla saggezza spirituale raggiunti in una determinata fase storica. Ogni fase storica gode di fenomenologie nuove e controverse. Quindi, la scienza ha una funzione rivoluzionaria: essa deve andare contro lo stato di cose presenti, per realizzare la razionalità velata ed intrinseca della storia. Lo spirito “hegeliano” della storia, infatti, aleggia imperterrito su tutti i fenomeni che la scienza ha il dovere di spiegare.

Non avrebbe alcun senso, quindi, obnubilare lo spirito della storia, ergo attecchire l’invisibile volontà del mondo, per poi perpetuare un progresso scientifico segnato, nel profondo, da un retrogrado ed accecante senso di potere. Il mondo ha bisogno d’idee utili per il futuro, non d’illusioni in grado di colmare i vuoti lasciati dal passato. Per questo motivo non riesco a scorgere la benché minima forma d’utilità nella clonazione di una razza animale ormai estinta.  La clonazione dei mammut, semmai fosse realizzata, non avrebbe altro che il valore di uno sfregio ai danni della storia del mondo e dell’evoluzione umana. Ai posteri l’ardua sentenza.

Fonte foto

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy