• Google+
  • Commenta
31 ottobre 2012

Aumentano le immatricolazioni all’Ateneo perugino

Università di Perugia – Sono stati presentati questa mattina, nella Sala del Dottorato, a Palazzo Murena, i dati relativi alle immatricolazioni e alle iscrizioni all’Università degli Studi di Perugia per l’anno accademico 2012 – 2013; ad illustrarli il Magnifico Rettore professor Francesco Bistoni, il Pro Rettore professor Antonio Pieretti e la dottoressa Laura Paulucci, dirigente della Ripartizione Didattica e responsabile del Servizio Statistico – Informatico dell’Ateneo.

I numeri. Le immatricolazioni sono 5.998 in aumento rispetto alle 5.865 dell’anno accademico passato. Le iscrizioni agli anni successivi al primo sono 17.303 rispetto ai 18.914 del 2011-2012 per un totale di 23.301 iscritti; nel 2011-2012 erano stati 24.779 (vedi tabelle allegate).

“I dati numerici confermano attenzione, interesse e capacità attrattiva per il nostro Ateneo; a cominciare da quelli delle immatricolazioni, in aumento e in controtendenza rispetto al trend nazionale – hanno evidenziato i professori Bistoni e Pieretti -. Senza dimenticare che le iscrizioni non sono ancora chiuse, in particolare per le specialistiche e che quindi i dati possono variare”.

Nel corso dell’incontro è stato anche sottolineato come siano incrementati i laureati e diminuiti di fuoricorso (perché si sono laureati o hanno deciso di smettere) che, nell’ambito delle valutazioni ministeriali, portano a una penalizzazione per quel che riguarda i finanziamenti erogati.

L’appello di Bistoni. “In questi ultimi anni è cambiata la logica con la quale ci si iscrive all’Università, che diventa un investimento per la famiglia – ha aggiunto il Rettore Bistoni -. Ecco allora la scelta di Atenei più vicini a casa, magari per i primi tre anni e poi la decisione di continuare altrove, al nord, dove c’è un territorio che ha maggiore capacità di assorbimento di laureati rispetto, ad esempio all’Umbria.

In questo momento di grande crisi l’Università può dare delle risposte concrete, sul solco di una tradizione di sette secoli. Basti pensare all’indotto che la presenza degli studenti è capace produrre; è una risorsa che va sostenuta. Ma non possiamo essere lasciati soli a difendere l’Ateneo.

Ci chiediamo qual è il progetto di Perugia per il secolo XXI. La vorremmo città universitaria, sulla scorta di sette secoli di tradizione e di quattro istituzioni accademiche: Università degli Studi, Stranieri, Conservatorio ‘Morlacchi’, Belle Arti. Ecco allora la necessità di un impegno unitario, di ampio respiro, sul quale investire, da parte di Comune e Regione e altri soggetti per far sì che Perugia sia, in concreto, città universitaria, in grado di dare un apporto irrinunciabile per il rilancio dell’Umbria”.

Inaugurazione dell’anno accademico e progetti con la Bill Gates Foundation. Nel corso dell’incontro il professo Pieretti ha annunciato che la cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico 2012 – 2013 avverrà il 27 novembre 2012, con la presenza di Francesco Profumo, Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Rettore Bistoni ha ricordato, a conferma di un Ateneo di Perugia apprezzato per la sua attività di ricerca e che guarda all’internazionalizzazione, il progetto in corso con la Bill Gates Foundation nel settore della genomica.

 

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata