• Google+
  • Commenta
3 ottobre 2012

Cosa sarebbe la scuola senza… Profumo

Roma– Per «Una scuola più moderna, una scuola che sia in grado di formare i talenti del futuro e rendere i nostri giovani padroni del loro futuro», arriva Profumo.

Queste le parole del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che ha ringraziato per il contribuito all’innovazione della scuola il Presidente Napolitano, durante l’ultima inaugurazione dell’anno scolastico, prevista a conclusione del suo settennato.

Il programma di Profumo per la “nuova scuola” si concentrerà sulla questione dell’edilizia scolastica e sulle innovazioni; secondo quanto affermato dallo stesso ministro, il tutto sarebbe a buon punto. Peccato, però, che nessuno si sia accorto di nulla.

Complimenti di circostanza e parole ovvie con la cornice di un palco padroneggiato dal conduttore Rai  Fabrizio Frizzi e un random di Vip che rappresentano gli italiani ai giochi olimpici.

Stars come Valentina Vezzali e grandi ovazioni per Annalisa Minetti che ha partecipato ai giochi olimpici guadagnando la medaglia dì bronzo per i 1500 metri.

La fantastica atleta, attrice, miss e cantante si è esibita in una performance canora che ha conquistato l’applauso del cortile d’onore. «Avevo una sola vita e non volevo sprecare questo dono di Dio» – la risposta della Minetti che, nonostante sia non vedente ha sempre regalato emozioni con la sua profonda determinazione. Tra gli artisti ospiti anche Riccardo Cocciante e Francesco  De Gregori.

Durante l’evento un pensiero è andato anche, per via della presenza delle scuole Morvillo Falcone di Brindisi , alla dolce Melissa, vittima di un attentato folle,  le massime autorità hanno espresso la loro solidarietà e vicinanza per la terribile vicenda.

Un pensiero è andato anche a tutte le scuole emiliane colpite dal sisma del maggio scorso e quelle di altre zone terremotate d’Italia, alle quali le autorità presenti hanno promesso interventi di ristrutturazione rapidi ed efficienti. Il tutto per garantire ai giovani di coltivare le loro menti e vivere una vita serena nonostante tutto il caos che c’è fuori.

Un pensiero va anche al ministro Profumo che promette  senza portare mai i risultati di tutte queste parole: «Gli uomini hanno il dono della parola non per nascondere i pensieri, ma per nascondere il fatto che non li hanno», Sören Kierkegaard.

Fonte foto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy