• Google+
  • Commenta
9 novembre 2012

Festa di Halloween degli studenti del Vomero di Napoli

Halloween al Museo di Storia Naturale
Festa di Halloween degli studenti del Vomero

Festa di Halloween degli studenti del Vomero

Venerdì 2 novembre, festa di Halloween degli studenti del Vomero in piazza Quattro Giornate ha dato, ancora una volta, spazio all’intrattenimento musicale e artistico.

I ragazzi napoletani, infatti, si sono ritrovati nella nota piazza cittadina per festeggiare, con qualche giorno di ritardo, Halloween. L’evento è stato pubblicizzato su Facebook, piattaforma virtuale ormai indispensabile all’organizzazione degli incontri tra giovani, e ha subito coinvolto la quasi totalità dei liceali della zona.

Con la collaborazione del Movimento Pansini, la V Municipalità di Napoli, Picking Up, Echoes Lab e Why&Not, la serata è stata celebrata in onore dell’attenzione alla città, del divertimento e delle performances artistiche di band quali Bonesound Theory, In.Greep, Port Ligat, Clockwork Clowns , Rorschach, Nautical Mind, Il Chiodo, Gennaro Sarnelli (aka Kersi) e Valerio Tuzzi.

Non sono però mancati i riferimenti politici –non a caso l’istituto Pansini si è sempre distinto per il fervore con il quale dichiara le proprie idee in merito- con chiare dichiarazioni di voler una Napoli libera dai fascisti. In una bozza creata da Edoardo Benassai, studente del Liceo Pansini, si legge infatti che la Festa di Halloween, oltre ad essere una notte di spensieratezza, vuole anche essere «Una serata all’insegna della riconquista degli spazi pubblici e dell’unità scolastica e studentesca

L’istituto Classico ha anche finanziato la manifestazione, organizzando una colletta di un euro a testa per sostenere l’evento. Gli studenti, ai quali si sono aggiunti quelli del Liceo Leon Battista Alberti, quasi “gemellato” all’Adolfo Pansini, sono riusciti a mettere su una serata allegra e divertente ma, al contempo, impegnata in riflessioni d’attualità, come le situazioni giovanili e scolastiche, e nella sensibilità per tematiche politiche.

Unico l’obbligo dei partecipanti alla festa di Halloween degli studenti del Vomero: il travestimento. È proprio sulla pagina Facebook dell’evento che si legge «Abbiamo organizzato una Festa di Halloween con obbligo di travestimento per prenderci, per una volta, un po’ meno sul serio e lasciare tutto lo spazio alla gioia di stare insieme, sentirci tutti parte di una stessa scuola e di una stessa società».

Tra le voci entusiaste dei ragazzi che abbiamo incontrato, l’unica nota stonata è stata quella di Angelo, 18 anni, studente all’ultimo anno del Liceo Scientifico “L.B. Alberti”, che ci ha dichiarato di “Non aver trovato più niente quando sono arrivato io. Ed erano le undici e mezzo.”

È probabile che gli orari a cui i giovani sono abituati non coincidano con i limiti imposti dall’organizzazione di una festa in piazza, ma d’altro canto l’aggregazione e la fruibilità dell’evento regalano quel quid tale da rendere la problematica dell’orario inferiore.

In una P.za Quattro Giornate gremita di giovani si è respirato il profumo delle speranze giovanili che, nonostante le “minacce” della politica, continuano a lottare per trovare una propria applicazione pratica nella nostra società.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy