• Google+
  • Commenta
8 novembre 2012

Unimore: Mostra dedicata ad Alberto Manzi

Inaugura a Modena, organizzata dall’ Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e dal Centro Alberto Manzi di Bologna, la mostra Educare a Pensare dedicata alla figura e al pensiero del maestro Alberto Manzi, una figura di didatta che nei primi anni della televisione contribuì all’aumento dell’alfabetizzazione in Italia. L’iniziativa, allestita presso il Foro Boario sarà visitabile a partire dal 10 novembre fino al 21 dicembre 2012.

La capacità di pensiero come mezzo per godere di una cittadinanza piena. E’ questo il significato profondo della mostraEducare a pensare”, allestita negli spazi espositivi del Foro Boario (via Bono Da Nonantola, 2) a Modena, dedicata ad Alberto Manzi, il maestro per eccellenza, che nei primi anni della televisione contribuì non poco alla alfabetizzazione degli italiani attraverso il noto programma “Non è mai troppo tardi”.

L’inaugurazione della mostra, che proseguirà fino al 21 dicembre, sarà sabato 10 novembre alle ore 11.30 alla presenza del Sindaco di Modena prof. Giorgio Pighi, del Rettore dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia prof. Aldo Tomasi, dell’Assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti, dell’Assessore all’Istruzione del Comune di Modena prof. ssa Adriana Querzè, del Direttore del Dipartimento di Scienze della Vita prof. Sergio Ferrari e del Direttore del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane prof. Giorgio Zanetti.

La mostra, che nasce da una collaborazione fra l’Università degli studi di Modena e Reggio Emiliae il Centro Alberto Manzi di Bologna, costituisce un’occasione per riproporre al pubblico la figura di Alberto Manzi e della sua attività di didatta e pedagogista, che ebbe come finalità l’educazione e, più ancora, l’educazione a pensare, intesa nella sua accezione di strumento per crescere e formare cittadini consapevoli, liberi.

Nell’esperienza del maestro Alberto Manzi – ha dichiarato la prof.ssa Maria Agnese Sabatini, docente del Dipartimento di Scienze della Vita dell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia e tra gli organizzatori dell’iniziativa – l’educare a pensare si declinava come educazione alla conoscenza e il metodo scientifico, così come i contenuti scientifici, permettevano un’esplorazione del mondo e del sapere che diventava un modo di pensare strutturante del bambino/individuo”.

La parte della mostra più strettamente dedicata all’educazione scientifica prevede l’allestimento di postazioni interattive per esperienze didattiche di tipo scientifico, in linea con il pensiero educativo di Manzi, a cura dei Dipartimenti di Scienze della Vita e di Educazione e Scienze Umane. E un ruolo importante avrà il Museo di Zoologia e Anatomia Comparata, che utilizzerà nell’allestimento anche parte della sua collezione museale: i reperti impiegati, infatti, hanno una forte valenza didattica, poiché consentono di proporre in maniera più efficace le problematiche biologiche e, nel contempo, contribuiscono a valorizzare e far conoscere il pregevole patrimonio naturalistico presente nelle strutture museali universitarie coinvolte.

Il progetto – ha dichiarato Maria Agnese Sabatinirientra a pieno titolo nei compiti di formazione e orientamento allo studio scientifico che l’Università è chiamata a svolgere e potenziare nei confronti delle generazioni future, vista l’importanza che una corretta informazione scientifica ha sullo sviluppo dei giovani e più in generale per costruire una sensibilità verso le Scienze e una coscienza scientifica nei cittadini”.

La mostra fa parte di una serie di manifestazioni, alcune a carattere nazionale, che vedono coinvolte oltre all’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, il Comune di Modena, la Regione EmiliaRomagna, la RAIe il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Tra gli eventi va segnalato il Premio nazionale “Alberto Manzi” che si terrà durante la mostra.

Per informazioni Centro Alberto Manzi (martedì e mercoledì dalle 10.00 alle 18.00 e giovedì dalle 9.00 alle 13.00): tel. 051 5275639 • cell. 320 9242927 • centromanzi@regione.emilia-romagna.it • www.centromanzi.it • facebook: centro manzi; mariaagnese.sabatini@unimore.it o sabatini@unimore.it – te. 059 2055550

Fonte Foto

Google+
© Riproduzione Riservata