• De Luca
  • Romano
  • Rossetto
  • Quaglia
  • Bonanni
  • Scorza
  • Dalia
  • Carfagna
  • Bruzzone
  • Mazzone
  • Cocchi
  • Cacciatore
  • Crepet
  • Valorzi
  • Leone
  • Boschetti
  • Rinaldi
  • di Geso
  • Ferrante
  • Ward
  • Antonucci
  • Romano
  • Andreotti
  • Califano
  • Napolitani
  • Catizone
  • Gnudi
  • Paleari
  • Gelisio
  • Meoli
  • Algeri
  • Buzzatti
  • Grassotti
  • Casciello
  • Miraglia
  • Quarta
  • Liguori
  • Coniglio
  • Santaniello
  • Chelini
  • Pasquino
  • Tassone
  • Falco
  • Barnaba
  • De Leo
  • Bonetti
  • de Durante
  • Alemanno
  • Baietti

Chi sono i grandi elettori del residente della repubblica italiana

Flavia de Durante 24 Gennaio 2022
F. d. D.
29/05/2022

Ecco chi sono i grandi elettori del Presidente della Repubblica italiana, chi elegge il capo dello stato e come vengono scelti dal parlamento e le regioni.



Chi sono i grandi elettori del Presidente della Repubblica in Italia? Con questa definizione si fa riferimento ai membri del parlamento in seduta comune che hanno l’incarico di eleggere il P      residente della Repubblica italiana. Questo è composto da 1009 soggetti, tra senatori, senatori a vita, deputati e delegati regionali.

Come afferma l’art.83 della Costituzione, infatti, “Il Presidente della Repubblica è eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri.”

Sembra che l’espressione derivi dai “Kurfursten”, i principi che si riunivano per eleggere l’Imperatore del Sacro romano Impero. Il nome, in altra forma, si è affermato soprattutto  con la procedura costituzionale degli Stati Uniti d’America per eleggere, ogni 4 anni, un nuovo Presidente.

Anche in Italia abbiamo i grandi elettori, ecco chi sono e come vengono scelti dalle regioni, chi ha il compito di eleggere il Presidente della Repubblica al Quirinale.

Chi sono i grandi elettori del Presidente della Repubblica italiana: i 1009 del capo dello Stato

Si tratta del folto gruppo di elettori riunito in seduta comune. Oltre a senatori e deputati, vi sono i delegati regionali. Questi ultimi vengono designati sempre in modo da assicurare la rappresentanza delle minoranze. I presidenti di Camera e Senato non votano. Per capire chi sono i grandi elettori del Presidente della Repubblica bisogna dire che il numero è variabile, ma per l’elezione 2022 è stato fissato per 1009. 

Ecco l’elenco completo:

  • 321 senatori (compresi i 6 senatori a vita: Giorgio Napolitano, Liliana Segre, Renzo Piano, Mario Monti, Elena Cattaneo e Carlo Rubbia);
  • 630 deputati;
  • 58 delegati regionali: tre per ogni Regione, ad eccezione della Valle d’Aosta che ne ha uno.

Come recita appunto l’art.83: “Il Presidente della Repubblica italiana è eletto dal Parlamento in seduta comune dei suoi membri. All’elezione partecipano tre delegati per ogni Regione eletti dal Consiglio regionale in modo che sia assicurata la rappresentanza delle minoranze. La Valle d’Aosta ha un solo delegato. L’elezione del Presidente della Repubblica ha luogo per scrutinio segreto a maggioranza di due terzi dell’assemblea. Dopo il terzo scrutinio è sufficiente la maggioranza assoluta.”

Chi sono i 58 elettori del presidente della repubblica

Come abbiamo visto, tra i 1009 membri del Parlamento votante per la presidenza al Quirinale, spiccano i 58 delegati delle regioni, ma chi sono i grandi elettori in Italia, chi elegge il Presidente della Repubblica?

I 58 delegati regionali vengono convocati in numero di tre per ogni Regione, generalmente due di maggioranza e uno di opposizione. Ad eccezione della Valle d’Aosta che ne avrà uno, garantendo anche la rappresentanza delle minoranze.

Abbiamo menzionato l’articolo 83 della Costituzione che stabilisce le regole per la composizione del collegio elettorale. I delegati delle regione non solo sono parte integrante dell’assemblea: ma rappresentano una delle parti più influenti ed importanti. Tramite loro, infatti, simbolicamente e in parte nella pratica, si dichiara il favore popolare.

Come vengono nominati i delegati regionali? Una volta nota la data della prima votazione del Capo dello Stato, i presidenti di ogni consiglio regionale convocano una o più sedute per stabilire i tre delegati regionali. Le delegazioni regionali dei votanti per il Capo dello Stato sono solitamente composte dal governatore e da un esponente della maggioranza da lui indicato. Oltre a questi, vi è sempre un dell’opposizione.

Quest’anno, come riportato dal Sole24Ore tra i delegati regionali, vi sono solo cinque le donne elette. In Abruzzo Sara Marcozzi (M5S), in Campania Annarita Patriarca (Fi), in Emilia-Romagna Emma Petitti (Pd), in Trentino Alto Adige Sara Ferrari (Pd), in Umbria Donatella Tesei (Lega).

Chi sono gli elettori del presidente della repubblica italiana nel 2022

Riassumendo, ecco chi sono i grandi elettori per l’elezioni del Presidente della Repubblica 2022:

  • 321 senatori (compresi i 6 senatori a vita: Giorgio Napolitano, Liliana Segre, Renzo Piano, Mario Monti, Elena Cattaneo e Carlo Rubbia);
  • 630 deputati;
  • 58 delegati regionali. Di questi ultimi, ecco i nomi:
    • Abruzzo: Sospiri, Marcozzi e Marsilio
    • Basilicata: Bardi, Cicala e Cifarelli
    • Calabria: Occhiuto, Mancuso e Irti
    • Campania: De Luca, Oliviero e Patriarca
    • Emilia-Romagna: Petitti, Bonaccini e Rancan
    • Lazio: Zingaretti, Vincenzi e Ghera
    • Lombardia: Fontana, Fermi e Viola
    • Liguria: la terna Toti, Medusei e Rossetti
    • Marche: Acquaroli, Latini e Mangialardi
    • Piemonte: Cirio, Allasia e Ravetti
    • Puglia: Emiliano, Capone e De Leonardis
    • Sardegna: Solinas, Pais e Ganau
    • Molise: Toma, Micone e Greco
    • Sicilia: Micciché, Di Paola e Musumeci
    • Toscana: Giani, Mazzeo e Landi
    • Trentino Alto Adige: Fugatti, Noggler e Ferrari
    • Umbria: Tesei, Paparelli e Squarta
    • Valle d’Aosta: è delegata il presidente Lavévaz
    • Veneto: Zaia, Ciambetti e Possamai
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto