• Google+
  • Commenta
13 novembre 2012

Un’isola dei Caraibi nel proprio salotto!

“Ancora non ho scelto la mia isola. E così finchè non andrò ad abitare ai Caraibi voglio vivere in un ambiente che mi faccia pensare di essere già lì”. Queste le parole di Malene Barnett, ai vertici dell’ azienda di tappeti e moquette Malene B (della quale ne è la direttrice), che ha letteralmente trasformato il suo appartamento di Brooklyn in una felice isola caraibica.

Essendo il suo più grande sogno quello di trasferirsi, ha deciso (fino a quando non lo farà stabilmente nella “sua isola”) di portare i Caraibi nel proprio salotto. La designer infatti, non potendo realizzare materialmente il proprio desiderio, ha fatto si che il suo appartamento rievocasse i caldi luoghi caraibici. Porta color turchese, colori vivaci e pezzi d’arredamento comprati in ogni luogo da lei visitato, concorrono a dare vita ad un ambiente decisamente originale e accogliente.

Alla penna di Controcampus risponde Lorenza, giovane studentessa di Architettura all’Università degli studi di Roma La Sapienza, amante degli interni e un giorno desiderosa di approfondire i propri studi nel campo del design.

D: “Lorenza, che ne pensi della particolare iniziativa della designer Malene Barnett? “

R: ” Innanzittutto, spero un giorno di ricoprire il suo stesso ruolo; in particolare mi piacerebbe diventare interior design e mettere in pratica le molte idee che ho per la testa. Sono una persona vivace e con molta immaginazione e mi diverte l’idea di un appartamento o una stanza o un ambiente lavorativo da dover “vestire”. “

D: “In questo lavoro, come dimostra appunto Malene Barnett, bisogna cogliere ogni stimolo esterno, lasciarsi ispirare…”

R: ” Si, un mestiere del genere richiede uno sforzo mentale continuo. La cosa difficile infatti non è “dove prendere un’idea” perchè le idee arrivano, piuttosto il trasformare quell’idea in qualcosa che abbia dell’originale, in qualcosa che stupisca e renda il proprio ambiente unico… e poi io sono una fan del design sostenibile. “

D: ” Hai parlato di design sostenibile, ci faresti qualche esempio? “

R: ” Il design sostenibile è un tipo di design che ha rispetto dell’ambiente e sinceramente di questi tempi, anche del proprio portafogli; non è un mistero che sempre più spesso per arredare la propria casa servano molti soldi. Io propongo sempre di “riciclare”. Tutto ciò che ormai può sembrare vecchio o passato di moda, può diventare improvvisamente un pezzo d’arredamento unico. Io nella mia camera ad esempio ho una vecchia bicicletta come poggia abiti. Mia madre la stava buttando via, invece ho pensato di ridipingerla come le pareti della mia stanza e utilizzarla.”

Ciò che di piacevole emerge sia dalla testimonianza di Lorenza sia dalla curiosa iniziativa della designer Malene Barnett, è che non sempre occorre un cospicuo dispendio economico per star bene nel luogo che si abita. L’alternativa è a portata di mano, basta guardarsi attorno!

Google+
© Riproduzione Riservata