• Google+
  • Commenta
16 febbraio 2013

Teatro Cà Foscari – In scena il Cappotto di Gogol al Teatro Cà Foscari

VENEZIAMercoledì 20 febbraio 2013, alle 20.30, al Teatro Cà Foscari (S. Marta) va in scena Il cappotto di Gogol nell’ambito del programma Sussulti, ancora

20 febbraio 2013 > 20.30

Sussulti, ancora

Teatro Stabile della Sardegna

Il cappotto di Gogol’ traduzione Tommaso Landolfi con Lia Careddu musiche Alfred Schnittke da Gogol’ suite regia Guido De Monticelli durata 70’

Lia Careddu, attrice del Teatro Stabile della Sardegna fin dalle origini, affronta un grande classico dell’umorismo e dà vita a una narrazione fantastica, giocosa e a tratti grottesca, entrando con tenerezza e crudeltà fra le pieghe del racconto e estraendone uno a uno i suoi piccoli e ridicoli personaggi, ognuno con una sua mania, una sua lingua, una sua idea del mondo.

Avvolta dalle note della scatenata e teatralissima Gogol’ suite del compositore russo Alfred Schnittke, Lia Careddu sarà quindi lo “spirito del racconto”- ma sarà anche lo scrivano Akakij Akakievič, sarà il sarto, la moglie del sarto, il sottocapoufficiale, il “personaggio considerevole”, in un gioco fatto di distanza e personificazione, d’ironia e adesione, amplificato dal suo essere portatrice di uno sguardo (e di una voce) femminile.

Dalle note di regia

Lo sgomento che coglie Akakij Akakievič, è sì legato alla considerevole cifra che l’impiegatuccio dovrà racimolare riducendo il già parco  consumo di minestra serale e il suo modestissimo regime di vita, ma ancor più  indica il profondo smarrimento capace di insinuarsi nell’animo di un uomo quando un evento fatale e inaspettato arrivi a cambiare bruscamente il corso della sua vita.

Ed ecco lo sconvolgimento. Il vento gelido di Pietroburgo è penetrato nelle ossa del piccolo impiegato, scompigliando ogni cosa. L’idea del cappotto nuovo deve farsi strada forzatamente nella sua testa arruffata. È in fondo di una passione che viviamo. E ciò che è piombato tra capo e collo come un terremoto diventa piano piano pensiero dominante, aspirazione, forse ossessione, uno scopo nella vita. «Egli si nutriva spiritualmente, portando nei suoi pensieri, di continuo, l’idea del futuro cappotto».

È di povertà o di ricchezza che ci parla il capolavoro di Gogol’? Di aridità o d’amore? [Guido De Monticelli]

Lia Careddu, sulla scena da trent’anni, è un’attrice impegnata in un lavoro di ricerca dei diversi linguaggi teatrali, in ambito nazionale e internazionale. I suoi interessi spaziano dal classico al contemporaneo, affiancando al lavoro teatrale incursioni nel mondo del cinema, della televisione e della radio. Impegnata anche sul piano didattico con diversi interventi interdisciplinari  rivolti alla formazione dei giovani. Tra le sue numerose interpretazioni: nel 1998 nell’ambito del Mittelfest partecipa alla lettura drammatica di Auto da fè di Elias Canetti per la regia di Giorgio Pressburger; con La Barraca spettacolo tratto dalle opere di Federico García Lorca, per la regia di Orlando Forioso partecipa a numerosi festival nazionali ed internazionali; del 2001 Perelà di Aldo Palazzeschi per la regia di Angelo Savelli e Il Campiello di Carlo Goldoni per la regia di Francesco Brandi; nel 2002 La Luna lo sa testi di Vincenzo Cerami e musiche di Nicola Piovani regia di Marco Parodi; nel 2003 è Lisistrata per la regia di Robert Raponja. Nel 2004 Mondo di Carta da Luigi Pirandello,  adattamento e regia di Guido De Monticelli; nel 2007 è nello spettacolo L’anima buona del Sezuan per la regia di Enzo Vetrano e Stefano Randisi; è Franceschina nella recente messa in scena di Sangue dal cielo tratto dall’omonimo romanzo di Marcello Fois per la regia di Guido De Monticelli; protagonista con Elena Ledda e Mauro Palmas nel musical Dal vapore ti scrivo di Mariangela Sedda, per la regia di Romano Usai.

La biglietteria Teatro Cà Foscari è aperta il giorno dello spettacolo, dalle 17 alle 20

Biglietto intero  € 10,00
Biglietto ridotto  € 7,50
Studenti
(Università, Conservatori, Accademie e Scuole) e associati Ca’ Foscari Alumni € 3,50 Titolari GAT CARD  € 2,50

Info e prenotazioni Teatro Cà Foscari:
telefonare allo 041 2348962, nell’orario di apertura della biglietteria
o scrivere a biglietteria.teatrocafoscari@unive.it

Al Teatro Cà Foscari puoi richiedere la card GIOVANI A TEATRO. Potrai così acquistare i biglietti last minute a €2,50. L’orario di tesseramento è 19-20. Con il tesseramento riceverete la GAT bag 2012/2013.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy