• Google+
  • Commenta
20 giugno 2013

Prova Linguistico Maturità: traccia seconda prova linguistico, svolgimento e consigli II prova liceo linguistico

Prova Linguistico Esame Maturità 2013. Finalmente l’attesa è finita. Questa mattina, gli studenti dei Licei Linguistici dovranno svolgere la tanto bramata prova linguistico della maturità 2013.

Prova Linguistico

Prova Linguistico

Misurarsi con la redazione di un testo scritto in lingua straniera, vuol dire non solo mettere alla prova la propria competenza linguistica  in lingua straniera ma anche in lingua madre.

Il maturando del liceo linguistico dovrà dimostrare di aver acquisito una competenza ricca di cittadino in grado di abbracciare le basi per un futuro plurilinguismo alla base della  multiculturalità.

Quindi dovrà dimostrare che ha portato avanti con successo il processo di apprendimento di una o più lingue straniere, affrontato nel quinquennio, attraverso lo svolgimento della traccia  linguistico.

Prova linguistico le tracce e gli svolgimenti. Alla base di tutte queste prove, diverse tra loro, c’è comunque un comune denominatore alla prova linguistico di maturità: la redazione di un testo, in questo caso specifico della traccia del liceo linguistico, che  non solo deve essere grammaticalmente corretto ma, a seconda del tipo di traccia scelto, ne deve rispettare codici e regole.

La prova linguistico può nascondere molte insidie, quindi sarà necessaria attenzione e concentrazione. La prova linguistico alla maturità prevede solitamente testi che lasciano margine di critica.

Occorrerà, di conseguenza, esprimere opinioni su una  tematica, esplicare argomentazioni fondate, bisognerà palesare le proprie conoscenze, informare, sintetizzare, documentare. Dunque bisognerà, comunicare. Vediamo, alcuni suggerimenti utili per affrontare la prova linguistico di maturità 2013:

  • occorre immaginare un destinatario, un ricettore attivo del nostro messaggio, focalizzare i propri intenti su un interlocutore permettendo che avvenga un reale processo di comunicazione
  • altro importante suggerimento: ancoratevi ad uno schema di organizzazione del testo
  • ricordate che le argomentazioni che si apportano a favore o contro un determinato tema di carattere sociale saranno sostenute dalle strutture linguistiche e del discorso diverse da quelle che caratterizzano invece un riassunto, una richiesta di lavoro o la descrizione di un evento.
  • altro elemento fondamentale: la scelta del tono che la redazione del testo dovrà assumere

Per avere qualche consiglio utile sulla prova linguistico abbiamo parlato con  Bruno Quaranta, Professore presso il Liceo Linguistico T.L.Caro.

Consigli dei Prof

Consigli dei Prof

Professore come orientarsi alla scelta della traccia di lingua tra quelle proposte oggi per la prova linguistico?  Quale traccia è preferibile scegliere e perché?

“Non so se è possibile fare una valutazione esatta a tale proposito, io direi che tutto dipende dall’agio che trova il candidato in una particolare lingua, e questo ovviamente ha a che fare con le competenze che lo stesso ritiene di avere in quella lingua. Peraltro, spesso, in particolare al liceo linguistico si ha a che fare con studenti che hanno avuto esperienze di studio all’estero e per cui la scelta dipende dalla particolare inclinazione e familiarità maturata nel tempo per una lingua o per un’altra. Scegliete la lingua che sentite più vostra!”

Per quanto riguarda la traccia di spagnolo, come devono approcciare la traccia proposta i ragazzi impegnati ora nella seconda prova linguistico di maturità?

“Ci muoviamo in un territorio sterminato, com’è quello  dell’autore proposto oggi. Certo, un’idea potrebbe essere aver ben chiare la sua corrente letteraria di appartenenza, che è il filo conduttore del programma di letteratura dell’ultimo anno, cosa che potrebbe aiutare in sede di analisi testuale. Aiutatevi richiamandovi all’ambiente culturale e storico in cui l’autore assegnato ha operato.” 

E per organizzare meglio il lavoro? Come procediamo allo sviluppo delle tracce di attualità scelte oggi?

“La mia esperienza mi dice che è raro che uno studente torni sui suoi passi, nella stragrande maggioranza dei casi la scelta della tipologia del testo è pressoché immediata. E questo avviene più o meno per le suggestioni che ti offre o anche per la familiarità del tema. La cosa importante, una volta decisa la tipologia, è leggere una prima, una seconda e una terza volta il brano, e questo perché a ogni lettura si scoprono sfumature nuove, e solo dopo aver letto attentamente e dopo aver acquisito il dominio del testo cominciare a scrivere. Preparate una scaletta, fissate gli snodi principali e sviluppate la traccia con ordine.”

I dizionari  possono aiutare i ragazzi impegnati nella prova di lingue? Possiamo trovare riferimenti utili agli autori e alle opere indicate nelle tracce?

“Quanto all’uso dei dizionari effettivamente è un’attività cui dedicate meno tempo in assoluto e che invece dovrebbe essere quella più importante. Non usatelo in maniera frettolosa e meno corretta in quanto. Non ci fermiamo al primo valore indicato, mentre si sa che uno stesso termine ha vari significati a seconda del contesto, senza parlare dell’uso delle preposizioni associate ai verbi che variano da lingua a lingua. L’indicazione che vi do per la prova di oggi è non sfogliare semplicemente, ma leggere attentamente ogni paragrafo riguardante quel determinato termine e scegliete con cura il lessico.”

Per quanto riguarda la traccia suddivisa in comprensione e produzione: come elaboriamo la struttura linguistica e sintattica (per tutte le tracce proposte)?

“Nella redazione del testo odierno concorrono vari elementi, certamente la competenza e la cura nell’ordine sintattico e nella scelta lessicale, ma è del tutto ovvio che in un testo si esprimono idee, meglio se espresse con una sobrietà e coerenza.”

Per quanto concerne la traccia di tedesco, quali indicazioni possiamo dare per lo svolgimento della traccia odierna nella prova linguistico di maturità?

“Relativamente alla traccia di tedesco dovrete concentrarvi soprattutto sulla parte interpretativa, evitiamo esposizioni troppo impersonali ed eccessivamente schematiche. Teniamo presente il contesto culturale e storico in cui si è mosso l’autore assegnato, spaziando solo qualora le divagazioni riguardino autori affini o che propongono una visione differente.

Lavorate sull’originalità ma senza essere pretenziosi arrischiandovi in periodi eccessivamente arzigogolati, difficilmente comprensibili, specie per una lingua come il tedesco. in questo caso l’essenzialità è la regola d’oro”.

E per l’inglese?

“Per l’inglese le indicazioni che posso dare ai ragazzi impegnati nella prova riguardano soprattutto i periodi.

Occhio alla grammatica: i commissari solitamente tendono a premiare la sobrietà e la correttezza grammaticale e sintattica del testo, prima di ogni cosa, per cui non avventuriamo in costrutti complessi senza via d’uscita. La traccia proposta oggi offre un’ampio ventaglio di soluzioni: prima di cominciare a scrivere, fissate bene in mente i punti su cui avete intenzione di strutturare il vostro lavoro, suggerisco pochi e buoni.

Questa operazione aiuta a sviluppare in maniera coerente l’elaborato evitando di forzare periodi ed interpretazioni.

L’autore proposto non è dei più ostici quindi siate concisi sulla parte biografica dell’autore ed insistete sul suo pensiero e sulla peculiarità della sua produzione letteraria”.

Google+
© Riproduzione Riservata