• Google+
  • Commenta
27 settembre 2013

Università Roma Tre. 9° Congresso Internazionale Virtuale: Città Memoria Gente

Università ROMA TRE – Le città sono cambiate, è cambiato il modo di intendere la città e di viverla.

E questo spesso al di fuori della pianificazione e delle politiche urbane. Citando Luigi Ciorciolini (2000): “il rapporto con lo spazio sta mutando. Lo spazio storico, tradizionale, “razionale” sta scomparendo. Lo spazio del presente-futuro sarà una combinazione dello spazio “reale” e di quello virtuale. I nostri movimenti forse saranno gli stessi, ma cambierà il modo di abitare, le relazioni tra interno ed esterno, l’uso degli oggetti. E questi saranno sempre più polifunzionali. Cambierà la nostra maniera di relazionarci con gli oggetti, così come la più generale relazione tra soggetto e oggetto, nonché quella tra oggetto e oggetto”.

È cambiato il senso del luogo? Quali sono le “cautele” da adottare nei diversi “paesaggi” che compongono le nostre città e territori nell’era della virtualizzazione e della globalizzazione della realtà?

Di tutto ciò si discuterà nel 9° Congresso Città e Territorio Virtuale “Città Memoria Gente”, promosso dal Dipartimento di Architettura Università Roma Tre, dall’IRES – Istituto di Ricerche Economiche e Sociali e dal CPSV-Centro de Política del Suelo y Valoraciones della Universidad Politécnica de Cataluña con il patrocinio del MiBAC-Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il Congresso dell’Università Roma Tre “Città e Territorio Virtuale” è un progetto che nasce nel 2004 da una idea di Josep Roca Cladera, direttore del CPSV – Centro de Política del Suelo y Valoraciones della Universidad Politécnica de Cataluña con l’obiettivo di creare un’arena permanente euro-americana di discussione sullo sviluppo e l’uso di nuove tecnologie in architettura, urbanistica, pianificazione.

E’ possibile scaricare dal sito il programma aggiornato del congresso dell’Università Roma Tre: cvtroma2013. La nona edizione si intitola “CITTÀ MEMORIA GENTE”: ospitare a Roma un evento di tale portata disciplinare e culturale darà l’occasione per ragionare sul senso del luogo, inteso come filo conduttore per i diversi temi su cui si vuole sollecitare una ampia riflessione: mobilità sostenibile e infrastrutture; energia e smart cities; rigenerazione urbana; archeologia, tutela, cultura e paesaggio; clima; cittadinanza e partecipazione; salute pubblica e sicurezza; politiche urbane.

Google+
© Riproduzione Riservata