• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2013

Emanato all’Università degli Studi di Palermo nuovo regolamento didattico di Ateneo

Università degli Studi di PALERMOIn vigore il nuovo regolamento didattico dell’Università degli Studi di Palermo

Studenti Unipa

Studenti Unipa

Emanato con Decreto del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo del 15 ottobre 2013 il nuovo Regolamento didattico dell’Ateneo dell’Università degli Studi di Palermo  modificato secondo le disposizioni della Legge 240/2010 (Legge Gelmini). Il provvedimento è stato emesso a seguito del completamento dell’iter procedimentale previsto dalla normativa vigente, per il quale ha espresso parere favorevole del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Palermo nella seduta del 17 settembre 2013, e il Senato Accademico il 19 settembre 2013. Anche il CUN ha espresso parere definitivo il 9 ottobre 2013 e con provvedimento direttoriale del MIUR del 10 ottobre 2013.

Gli artt. 1 e 2 riguardano rispettivamente le “definizioni” e “l’oggetto”. Il nuovo Regolamento didattico di Ateneo – ai sensi dell’art. 2 – “disciplina gli Ordinamenti Didattici dei Corsi di Studio attivati dell’Università degli Studi di Palermo per il conseguimento dei titoli universitari aventi valore legale, in conformità con le disposizioni di cui al Regolamento Generale sull’Autonomia”.

In attuazione del nuovo Statuto dell’Università degli Studi di Palermo, tiene conto dei nuovi assetti organizzativi determinatisi a seguito del processo di aggregazione dipartimentale e di istituzione delle Strutture di Raccordo.

L’elenco dei 20 Dipartimenti dell’Università degli Studi di Palermo è riportato nell’allegato 1, l’elenco delle Strutture di Raccordo è riportato nell’allegato 2, l’elenco dei Dipartimenti di riferimento dei Corsi di Laurea è riportato nell’allegato 3.

  • Il Titolo I (artt. 3-14bis) si occupa di Corsi di Studio e Strutture Didattiche”. In particolare, assumono determinato rilievo le nuove disposizioni contenute nell’art. 7, “Strutture di Raccordo e Consigli di Struttura”, nell’art. 14 “Commissioni Paritetiche Studenti-Docenti” e nell’art. 14bis “Presidio di Qualità di Ateneo”.
  • Il Titolo II (artt. 15-29) si occupa di “Tipologia e regolamentazione dei Corsi di Studio e delle attività didattiche”.
  • Il Titolo III (artt. 30-32) si occupa di “Diritti e doveri degli studenti”.
  • Il Titolo IV (artt. 33-34) si occupa di “Norme transitorie e finali”. In particolare, l’art.33, comma 4, prevede che con l’entrata in vigore del Regolamento didattico di Ateneo sono abrogate tutte le norme regolamentari in contrasto con lo stesso.
Google+
© Riproduzione Riservata