• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2013

Bando servizio civile 2013 per 15.466 volontari: ecco come funziona

Bando selezione volontari di Servizio Civile 2013
Bando servizio civile 2013

Bando servizio civile 2013

È stato pubblicato oggi, il bando servizio civile 2013 per 15.466 volontari: il contingente più esiguo dal 2005 ad oggi.

Il bando servizio civile 2013 è stato considerato il peggiore della storia del servizio civile! La data di scadenza per poter partecipare al bando è stata fissata per il 4 novembre ore 14:00.

Ma quali sono i posti disponibili e informazioni bando servizio civile 2013. I posti disponibili per gli aspiranti volontari sono 15.644 che verranno impiegati nell’anno 2013/2014. La durata del servizio civile è di dodici mesi. La retribuzione mensile ad ogni collaboratore è di 433,80 Euro. Le informazioni relative alla selezione dei volontari, i progetti utilmente collocati nelle graduatorie, le relative sedi di attuazione, i posti disponibili, le attività nelle quali i volontari saranno impiegati, gli eventuali particolari requisiti richiesti, i servizi offerti dagli enti, le condizioni di espletamento del servizio, nonché gli aspetti organizzativi e gestionali, dovranno essere pubblicati sulla pagina principale dei siti internet degli enti titolari del progetto.

Requisiti per partecipare al bando servizio civile 2013

Possono partecipare alla selezione i cittadini italiani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini italiani;
  • non aver riportato  alcun tipo di condanna

Ricordiamo che i requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di
presentazione delle domande e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio civile.

La domanda per partecipare al bando servizio civile 2013 non può essere presentata dai giovani che:

  • già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
  • abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

La domanda di partecipazione per il servizio civile. La domanda deve essere indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14.00 del 4 novembre 2013. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.

La domanda per partecipare al bando servizio civile 2013, firmata dal richiedente, deve essere:

  • redatta secondo il modello riportato di seguito, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso;
  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
  • corredata dalla scheda di cui all’Allegato 3, contenente i dati relativi ai titoli.

Le domande per partecipare al servizio civile possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:

  • con Posta Elettronica Certificata (PEC) – art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 – di cui è titolare l’interessato avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
  •  a mezzo “raccomandata A/R”;
  •  a mano.

Ricordiamo che è possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio
civile nazionale da scegliere tra i progetti inseriti.

Attestato finale. Al termine del servizio civile, svolto per dodici mesi o per almeno nove mesi in caso di subentro, verrà rilasciato dal Dipartimento un attestato di espletamento del servizio civile nazionale redatto sulla base dei dati forniti dall’ente.

Tuttavia nonostante il bando servizio civile 2013 sia uscito, Fausto Casini, Presidente Anpas Nazionale e responsabile nazionale Servizio Civile Anpas commenta così il numero così esiguo dei volontari richiesti: “Non è una sorpresa, abbiamo sperato fino all’ultimo che i numeri fossero modificati per arrivare alla “decenza, ma così non è stato – e continua- è triste, in questo giorno di lutto nazionale, constatare ancora una volta quanto miope sia la politica Italiana che continua a piangere e a stracciarsi le vesti e che tutto fa tranne che investire sulla qualità e sulla crescita della cittadinanza attiva, che è l’unico antidoto ad una decadenza civile.

“Dopo due anni di fermo il Servizio Civile riparte con il peggior bando, a livello numerico, della sua storia. Nonostante la profonda tristezza e l’esiguità dei numeri, voglio ribadire l’immensa ricchezza che, nonostante le Istituzioni e la politica Italiana, l’esperienza del Servizio Civile può riservare e ha riservato a tanti Italiani”.

Ora, conclude Casini, “dopo aver sperato negli ultimi anni di aver toccato il fondo per poi essere smentiti dal peggio, speriamo davvero che il Ministro Cecile Kyenge, consapevole di cosa stiamo parlando e sensibile alla cultura e alla pratica dell’inclusione e dell’accoglienza, sia il nostro paladino nella battaglia per rianimare il moribondo Servizio civile Nazionale”.

Google+
© Riproduzione Riservata