• Google+
  • Commenta
13 novembre 2013

Come fare i compiti velocemente e bene: fare i compiti con i consigli dell’esperto

Compiti

Le ore passate tra i banchi di scuola rappresentano per gli studenti solo il 50% del “lavoro” da svolgere quotidianamente.

Fare i compiti

Fare i compiti

A casa lo studente dovrà ripassare la lezione spiegata in classe e fare i compiti. Quest’ultimo aspetto rappresenta per il ragazzo uno dei problemi principali della vita scolastica.

Ecco perché qui vi indicheremo degli utili consigli su come fare i compiti velocemente e bene.

Non fare i compiti costituisce a lungo termine un problema, perché potrebbe portare insufficienze durante i compiti in classe e quindi il rischio di bocciatura o nel migliore dei casi avere dei debiti formativi da colmare durante il periodo estivo. Se per lo studente era già difficile “sacrificare” le sue ore di tempo libero per lo studio ancora più difficile sarà studiare in estate e prepararsi poi per un temuto test.

Per evitare questa incresciosa situazione è meglio quindi partire fin da subito nel fare i compiti ogni giorno. Solo in questo caso si potranno ottenere ottimi risultati e creare da subito una preparazione adeguata e per il mondo del lavoro e per una carriera universitaria.

Data quindi l’importanza qui di seguito vi proponiamo dei “trucchi” e dei consigli per poter farei i compiti senza troppe difficoltà e quindi al meglio:

  • Come fare i compiti

    Come fare i compiti

    Realizzare una scaletta, un proprio piano di studi giornaliero. Una volta tornati a casa dopo aver pranzato è utile realizzare un piano di studi per capire quante ore di studio effettivamente dovrete passare a casa. Riposatevi un pò e poi riprendete. In questo modo capirete se potete o meno dedicare il vostro tempo anche ai vostri hobby o ad amici. Lo studio deve essere sempre accompagnato da riposo e distrazione.

  • Anticipare i compiti può essere molto importante perché nelle giornate in cui i compiti sono di minore consistenza, si può approfittare e farne di meno nei giorni successivi. Fare i compiti velocemente significa anche essere abbastanza “astuti” da potersi anticipare perché il carico nei giorni successivi sarà sicuramente inferiore.
  • Crearsi una scaletta indicando quali compiti fare per prima. Preferite all’inizio le materie a voi più ostiche perché verranno affrontate con un ottica diversa, cioè con la mente più fresca e libera. Successivamente potrete fare i compiti di materie per voi più semplici e piacevoli.
  • Gli appunti costituiscono l’elemento essenziale per fare compiti. Sono fondamentali perché evidenziano gli aspetti più importanti di una lezione, perché semplificano quanto spiegato sul libro e costituiscono un’ancora di salvezza per chi ha studiato poco ma si avvale di questi appunti per ottenere comunque ottimi o buoni risultati. Durante la vita universitaria diventeranno la vostra salvezza difficilmente vi verranno prestati.
  • La ripetizione ad alta voce è importante. Aiuta lo studente a capire come la stessa lezione verrà presenta all’insegnante e quali parti ripetere. Quando fate ripetizione della lezione bisogna evitare di imparare a memoria. Non imparate a memoria, l’insegnante se ne accorgerà e voi non avrete imparato niente perché a breve lo dimenticherete. Per uno studio efficace bisogna capire i concetti studiati, solo in questo modo potranno esservi utili in futuro ad  esempio nei test di accesso alle facoltà a numero programmato o per i concorsi.
  • Durante la ripetizione è importante raggiungere la sicurezza nell’esprimersi. In caso contrario l’insegnante si accorgerà della vostra titubanza e comincerà ad insistere proprio su quell’argomento. La parola chiave in questo caso è ripetere a casa più di una volta.
  • L’interrogazione è un aspetto importante. Molti insegnanti nel corso del tempo fanno intuire le loro strategie di interrogazione. Per questo non fatevi trovare impreparati quando sapete che a breve toccherà a voi essere ascoltati dal docente e dai vostri compagni di classe e di avventura.
  • Un aspetto tipico degli studenti è farsi prendere dal panico e dall’emozione. Cercare di controllare le proprie emozioni non è semplice e sarà difficile anche all’università, ma chi riesce ha sicuramente più possibilità di ottenere gli obiettivi prefissi.
  • Per poter svolgere un interrogazione efficace e che dia validi risultati potete fare uso di mappe concettuali. Questo vi permetterà di poter avere il quadro completo dando una semplice occhiata. Utili saranno i collegamenti con altri argomenti perché dimostrerà non solo che siete capaci di fare dei confronti ma che avete capito così bene l’argomento da essere in grado di farli. Le mappe concettuali e i collegameti sono ovviamente utili anche per le interrogazioni, gli esami e i concorsi.
  • Anche se può sembrare un’ovvietà bisogna fare i compiti in posti tranquilli, lontani da computer e cellulare. Spesso i pc portano via molto tempo e questo significa che per fare i compiti potreste impiegarci anche il doppio del tempo. Tenere lontano il telefonino può essere fruttuoso se sapete che durante l’arco della giornata non dovreste ricevere telefonate importanti.
  • La chiave di volta per poter ottenere sempre degli ottimi risultati è la costanza. Bisogna fare i compiti ogni giorno non si può lasciare indietro i compiti precedenti perché questi col tempo tenderanno ad accumularsi inesorabilmente.
  • Prendersi delle pause fa bene a patto che siano brevi. Vi porterà ad essere più concentrati dopo.

Consigli su come farei i compiti in classe e farli bene:

Studentessa

Studentessa

Bisogna leggere attentamente la traccia del compito. All’interno troverete tutte le indicazioni utili e le direttive per poterlo svolgere. Non precipitatevi nello svolgere la traccia, ma se necessario rileggetela anche più di una volta.

  • Prepararsi una scaletta durante il compito potrà farvi perdere del tempo che riuscirete a recuperare subito dopo. Costituirà il vostro faro e in questo modo invece di scrivere di getto senza a volte sapere continuare avrete sempre una guida a portata di mano e in questo modo non tralascerete nulla di importante.
  • Durante il tema evitate periodi troppo lunghi perché possono costituire un’arma a doppio taglio. Da una parte posso impressionare il vostro insegnante, ma se non usato correttamente verrete sicuramente penalizzati con un voto più basso. Preferibile quindi usare periodi corti,  brevi ma incisivi.
  • Prima di consegnare il compito rileggetelo sempre perché è probabile che ci siano errori di distrazione. Tali errori potrebbero farvi abbassare il voto anche di molto, essendo gli errori/orrori che il docente meno tollera.

Come fare i compiti in classe di matematica:

  • Controllare sempre ogni calcolo anche più di una volta. Ogni studente sa bene che un solo calcolo sbagliato può portare ad un risultato completamente diverso. Anche una virgola può essere determinante nei compiti di matematica. Siate precisi e rifate più volte i calcoli.
  • Usate solo le formule che conoscete. Non cercate di sforzarvi di ricordare formula che nella vostra mente appaiono sbiadite. Dovete usare ciò che conoscete per questo è importante a casa fare i compiti correttamente: una giusta ripetizione delle formule potrà risolvervi i problemi e i calcoli matematici futuri.

Il consiglio di un esperto per fare i compiti correttamente. Per chiarire meglio questo concetto, riportiamo un abstract di un’intervista rilasciata dall’insegnante di un liceo che così consiglia i suoi studenti e non solo: “Per i compiti a casa bisogna essere costanti e continui, dedicare almeno un paio di ore allo studio, anche se non si hanno da fare i compiti, è sempre bene anticipare, ripetere, essere sempre allenati.”

Conclude inoltre affermando che i problemi principali per gli studenti sono due: ansia e impreparazione. Se quest’ultimo è difficilmente risolvibile con un’adeguata preparazione a casa, il primo è più complicato da risolvere. Lo studente però deve calmare le sue emozioni, perché se durante il periodo scolastico gli insegnanti sono più attenti ai propri studenti nel mondo universitario la situazione sarà completamente diversa e questo potrebbe portare a lungo termine il declino di una brillante carriera universitaria.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy