• Google+
  • Commenta
21 maggio 2014

Cubo di Rubik: storia, soluzione e gioco di Rubik su Doodle Google

Cubo di Rubik
Cubo di Rubik

Cubo di Rubik

Lunedi 19 maggio 2014, è stato l’anniversario del Cubo di Rubik, e Google per festeggiare i 40 anni del gioco e rompicampo più famoso del mondo, ha deciso di dedicargli il suo Doodle, rendendo omaggio all’inventore del gioco: Erno Rubik

Ma cos’è il Cubo di Rubik? Come si risolve  il gioco? Quale la soluzione?

Chi è Erno Rubik, inventore del colorato cubo tridimensionale?

Non tutti conoscono la vera storia del cubo di Rubik (così chimato in origine) e del suo inventore e come questo è riuscito a scoprire il rompicapo e la soluzione, ecco perchè a 40 anni dalla sua invenzione anche Controcampus ha pensato di ricordarlo.

Tentiamo insieme di percorrere la storia del cubo di Rubik, di capire cos’è per provare a trovare quell’unica soluzione tra le 43 quintilioni possibili (ovvero 43 per 1018)

E’ il gioco tridimensionale composto da 9 colorati quadrati su ognuna delle sue 6 facce, per un totale di 54 quadrati, con un totale di 6 colori differenti.

E’ il rompicapo più famoso al mondo. Lo scopo del gioco è quello di rendere i sei lati dello stesso colore, cercando di spostare i vari quadrati.

Ma quanfo finisce il gioco? Il gioco finisce quando ogni faccia ha tutti i nove quadrati dello stesso colore.

Cubo di Rubik: cos’è e come funziona, storia e origini del gioco magico e colorato

Il gioco chiamato Kocka in ungherese, inizialmente chiamato cubo Magico nasce nella primavera del 1974. Solo successivamente e per opera di Ideal Toys nel 1980, prese il nome di Rubik’s Cube.

E’ stato inventato da Erno Rubik, professore di architettura ungherese e scultore, fu creato per scopi didattici, difatti i primi ad usarlo sono stati dei matematici ungheresi, per risolvere problemi di tipo statistico.

Erno Rubik quando decise di inventare questo strumento tecnico per la matematica, penso ad un cubo che si prestasse a muovere sezioni indipendenti dello stesso, senza doverlo per forza smontare e rimontare ogni volta. Quando riuscì a rendere il gioco movibile nelle nei suoi singoli quadrati e lati, si accorse di aver inventato un rompicapo. Impiegò circa un mese per trovare la soluzione, ma all’epoca fu comunque un record.

Il primo gioco di Rubik era monocolore e di legno, con angoli smussati.

Nel 1975, con l’idea di perfezionare il gioco rompicapo, vennero apportate miodifiche al fine di renderlo meno spartano ed esteticamente più apprezzabile.

Nel 1982, vennero venduti oltre 100 milioni del Cubo e il suo inventore divenne il cittadino più ricco del suo paese.

Cubo magico di Rubik su Doodle Google per l’anniversario

Lunedi 19 maggio 2014, Google ha dedicato il suo doodle a Rubik per festeggiare il 40 anni dalla sua nascita ed invenzione.

Il doodle di Google è molto paricolare, cliccando sull’immagine è possibile giocare con il cubo.

Ecco come giocare con Rubik sul doodle di google:

  • cliccare sull’immagine che appare in home page di google si ingrandisce diventando 3D,
  • con il mouse selezionare il blocco di colori che si desidera spostare,
  • continuare il gioco fino a risolvere il Cubo.

E’ anche presente un contatore delle mosse sotto il gioco, in basso a sinistra, mentre in basso a destra ci sono i link diretti ai social network per condividere il proprio risultato.

Come risolvere il cubo di Rubik: soluzione

La soluzione del cubo di Rubik è una sola ma le combinazioni possibili dei quadratini possono essere ben 43 miliardi, quindi per non “tentare” di trovare la soluzione esistono dei piccoli trucchi per trovare la soluzione o delle guide che spiegano, passo per passo, le varie mosse da fare.

Ci sono in rete anche numerosi video che mostrano “praticamente” come arrivare alla soluzione del gioco, come quello presente in basso.

Le soluzioni più veloci:

  • Soluzione di Feliks Zemdegs: circa 5,66 secondi (speedcuber)
  • Soluzione di Graham Parker: circa 26 anni (muratore britannico)

 

Google+
© Riproduzione Riservata