• Google+
  • Commenta
24 luglio 2015

Classifica Censis Repubblica 2015-2016: la posizione di Unibz

Classifica Censis Repubblica 2015-2016

Libera Università di Bolzano – Unibz nella Classifica Censis Repubblica 2015-2016

Classifica Censis Repubblica 2015-2016

Classifica Censis Repubblica 2015-2016

Dopo il Sole 24 Ore, oggi il quotidiano La Repubblica ha pubblicato la Classifica Censis Repubblica 2015-2016 che ha stilato per La Grande Guida-Università.

La Repubblica non distingue solamente tra atenei statali e non, ma anche a seconda delle dimensioni: mega, grandi, medi e piccoli. In quest’ultima categoria, unibz si posiziona al primo posto.

La Repubblica ha diffuso oggi – contemporaneamente alla chiusura delle pre- iscrizioni della Libera Università di Bolzano – i dati relativi alla classifica delle università italiane stilata dal Censis per la Grande Guida dell’Università.

La Classifica Censis Repubblica per l’Università di Bolzano: 5 indicatori di ranking

Cinque sono gli indicatori attorno ai quali è stato costruito il ranking: servizi, borse di studio, strutture, web e internazionalizzazione. Nel gruppo delle università non statali di piccole dimensioni (al di sotto dei 5.000 studenti), unibz si posiziona al primo posto, come lo scorso anno. Il ranking conferisce a unibz il punteggio massimo (110) per i servizi e le strutture, 109 punti per le borse di studio e 107 per i processi di internazionalizzazione. La valutazione penalizza invece la pagina web dell’università, con soli 76 punti.

Dichiarazioni rettore Unibz Walter Lorenz sulla Classifica Censis Repubblica

“Le due classifiche del Sole e de La Repubblicano evidenziano come unibz garantisca agli studenti ottime condizioni di studio e prospettive professionali, indubbiamente due ragioni per cui vale la pena studiare in un’università piccola ma con buoni collegamenti con il mondo del lavoro e con altre realtà universitarie”, afferma il rettore, prof. Walter Lorenz.

Walter Lorenz

Walter Lorenz

“Puntiamo molto sull’internazionalizzazione sia per quanto riguarda le chiamate dei docenti che per gli studenti e il nostro modello formativo trilingue è unico in Europa. Laddove sono necessari miglioramenti – come nella presenza online –, stiamo lavorando: ci siamo già attivati, istituendo un gruppo di lavoro, guidato dal prof. di Design Kris Krois, che si occuperà del rilancio della pagina web”.

Tra le grandi università non statali – come nel ranking del Sole 24 Ore -, la Bocconi conquista la prima posizione. “Per un ateneo, i ranking non sono tutto”, chiarisce il direttore Günther Mathá, “ciononostante, possono fornire indicazioni utili, che possono essere colte da un’università impegnata in un processo di continuo miglioramento dei servizi offerti”.

Google+
© Riproduzione Riservata