Lavorare con le lingue: Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica

Annamaria Aufierio 24 Settembre 2018

Ecco come lavorare con le lingue straniere: la Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica e le opportunità di lavoro per i laureati in lingue.

La conoscenza delle lingue straniere diventa sempre più un plus fondamentale per l’accesso nel mondo del lavoro.

Il percorso di globalizzazione introdotto negli ultimi dieci anni ha fatto acquisire valore alle lingue straniere in ambito lavorativo e non solo. Inoltre, le aziende, internationalization oriented, ricercano sempre di più figure specifiche con competenze linguistiche certificate.

Il settore turistico, in continua espansione, attinge da personale qualificato, con la conoscenza di almeno due lingue straniere.

Gli enti e le ONG, a seguito dell’incremento dei flussi migratori, inseriscono personale con conoscenze linguistiche.

Per venire incontro a questa esigenza, diverse scuole come la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, propone il corso di laurea triennale in “Scienze della Mediazione Linguistica”. Il percorso si caratterizza per una marcata connotazione linguistico-letterariae culturale e consente allo studente di acquisire una formazione culturale e linguistica di livello, in almeno due lingue straniere (Inglese e Francese).

Il corso di Laurea in Mediazione Linguistica è caratterizzato da un approccio professionalizzante allo studio delle lingue straniere e alla mediazione orale e scritta. La figura del Mediatore Linguistico fa quindi riferimento ad una persona con una perfetta padronanza delle lingue straniere, che permette la traduzione dei concetti espressi da una lingua all’altra.

Lavorare con le lingue straniere con la Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica

Quali gli sbocchi per chi sceglie di iscriversi ad un corso di laurea in Scienze della Mediazione Linguistica

Le lingue sono l’elemento caratterizzante della Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica. Numerosi gli sbocchi previsti:

  • Addetto alle relazioni pubbliche presso enti e aziende italiane operanti all’estero
  • Addetto alle relazioni pubbliche presso ambasciate in Italia e all’estero
  • Consulente linguistico d’impresa
  • Responsabile della comunicazione con il personale in contesti multiculturali
  • Intermediazione linguistica e culturale
  • Interprete di trattativa in ambito economico e giuridico a livello internazionale
  • Mediatore linguistico in ambito scolastico.
  • Mediatore linguistico e culturale per l’accoglienza e inserimento di soggetti stranieri in Italia.
  • Accompagnatore turistico (previo superamento di un esame abilitativo indetto dalle Province)
  • Operatore nel turismo culturale
  • Organizzatore di congressi internazionali
  • Programmatore turistico
  • Addetto ai servizi alberghieri
  • Responsabile relazioni esterne musei
  • Responsabile imprese private turistiche

Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica rilascia CFU?

Il corso di laurea ha una durata triennale e rilascia 180 CFU, assicura l’acquisizione di specifiche competenze linguistiche tecnico-settoriali, fondamentali per poter svolgere questa professione.

Il laureato in Scienze della Mediazione Linguistica disporrà inoltre di un titolo del tutto equipollente al Diploma di Laurea rilasciato dalle Università, ai sensi del D.M. n. 38 del 10/01/2002.

È preferibile scegliere un percorso online oppure tradizionale, in aula?

Alle metodologie didattiche tradizionali, con le lezioni svolte in aula, si sono aggiunte quelle online, grazie all’avvento delle università telematiche. Queste danno la possibilità di seguire le lezioni telematicamente, quindi in qualsiasi posto lo studente si trovi. È necessaria solo una connessione internet per poter accedere ai corsi.

Un corso di laurea online è indicato per tutti coloro vogliano seguire un corso comodamente a casa, risparmiando inoltre sulle spese a cui andavano (e vanno) incontro gli studenti delle università tradizionali (trasporto, vitto, alloggio).

Se il sogno è di lavorare con le lingue, questo percorso rappresenta una scelta di valore da tenere in assoluta considerazione.

© Riproduzione Riservata
avatar Annamaria Aufierio Dinamismo e determinazione sono i due aggettivi che mi descrivono meglio. Fin dalla giovane età ho imparato ad osservare con occhi lungimiranti, consapevole che ostacoli e differenze esistono e sono parte integrante del quotidiano, così ho imparato ad affrontare la vita giorno per giorno focalizzandomi sulla crescita personale e professionale. Mi sono sempre affacciata a nuove esperienze con passione e voglia di fare; soprattutto ho imparato ad essere abbastanza soddisfatta ma non completamente; ciò mi ha portata ad avere la volontà di migliorare e di sviluppare le mie competenze. A 24 anni studio e lavoro nell’ambito della moda e del design, la creatività è parte integrante delle mie giornate, disegno, creo, scrivo; non mi piace identificare la mia professione in un’unica parola, poiché la capacità della mente di elaborare e creare è sopraffina ma sopratutto senza barriere, confini o dettami. Ho iniziato a scrivere in età molto giovane, dapprima quest’attività rappresentava per me una valvola di sfogo fino a trasformarsi in un’estensione della fantasia nella realtà, quasi un luogo sacro dove rifugiarmi. Oggi per me la scrittura è diventata testimonianza, ricordo, corrispondenza; ammiro la capacità di far vivere luoghi e fatti accaduti attraverso l’espressione del pensiero. Coltivo questa passione, e nono solo, giorno per giorno, leggendo e documentandomi, poiché ritengo che la cultura sia l’insieme di conoscenze che concorrono a formare la personalità ed affinare le capacità di ogni individuo. Leggi tutto