• Google+
  • Commenta
4 Settembre 2018

Test Medicina 2018: domande, risposte e soluzioni prova accesso

Test Medicina 2018
Test Medicina 2018

Test Medicina 2018

Diretta del test Medicina 2018: quali sono le domande e risposte, scarica PDF delle soluzioni svolte della prova d’accesso a numero chiuso in tempo reale dalla diretta di questa mattina.

Martedì 4 settembre 2018 si tiene il test di Medicina 2018. Anche quest’anno i candidati dovranno rispondere a 60 domande a risposta multipla su quesiti che riguardano logica, matematica e la fisica, ma anche cultura generale e biologia. La maggior parte dei candidati avrà di certo letto il bando del Miur, che stabilisce quali sono le materie e gli argomenti sui quali verteranno i quesiti. Ogni anno la prova ad accesso programmato nazionale di medicina è tra quelle che conta il maggior numero di iscritti a livello nazionale, proprio perché la professione di medico garantisce ottime opportunità di lavoro, ed è una delle professioni più prestigiose nell’ambito lavorativo. Diventare medico però non è facile, come pure superare l’accesso al test Medicina 2018.

Tanti candidati ogni anno infatti devono fare i conti con l’amara delusione di non essere stati ammessi nella graduatoria nazionale. Quest’anno il numero degli iscritti ai test di ingresso per i corsi ad accesso programmato nazionale è di oltre 83.000 in totale. E solo al test di Medicina gli iscritti alla prova sono 67.005. Lo scorso anno scorso i candidati che avevano concluso la registrazione su Universitaly, erano 66.907, quindi 100 in meno rispetto al 2018.

Test Medicina 2018: domande e risposte dalla diretta della prova di accesso di oggi – PDF

SOLUZIONI TEST DI MEDICINA 2018 – ALLEGATI PDF UFFICIALE DEL MIUR

Il dato però è compensato da un aumento dei posti disponibili per l’anno accademico 2018/2019. Se l’anno scorso i posti disponibili erano in totale 9.100, quest’anno il numero dei posti è salito a 9.779. Ciononostante, riuscire ad ottenere un posto utile in graduatoria non è semplice, ed anche per questo motivo, non mancano consigli, trucchi e strategie per cercare di aumentare le proprie probabilità di successo. Anche un solo punto può fare la differenza. Vediamo alcuni consigli, e le ultime novità che riguardano soluzioni e argomenti del test di quest’anno.

Il Ministero pubblica le soluzioni di Medicina 2018 qualche ora dopo lo svolgimento del test. Prima di allora però già on-line non mancano indiscrezioni relative alle domande del test medicina 2018. La curiosità di sapere quali sono stati gli argomenti scelti quest’anno dal Miur è tanta, non soltanto per chi ha svolto il test e desidera verificare il punteggio ottenuto. Ma anche per quanti da casa ogni anno seguono incuriositi gli aggiornamenti relativi alla prova di accesso programmato nazionale più famosa in Italia.

I candidati prima di poter procedere all’inizio del test, dovranno compilare una scheda anagrafica. Almeno 1 ora prima dell’inizio ufficiale della prova, i commissari spiegheranno dettagliatamente la procedura da seguire per poter svolgere la prova. Prima dell’inizio del test, i candidati dovranno incollare un’etichetta con un codice che consentirà di individuare il candidato che ha sostenuto la prova. Compilata la scheda anagrafica, verranno aperti dei pacchi dove sono contenute le buste con le prove ufficiali stabilite dal Miur. Successivamente i commissari ed i responsabili forniranno tutte le informazioni utili per poter rispondere ai quesiti della maniera corretta. Oppure annullare eventualmente una risposta nel caso sopraggiungano delle perplessità.

Soluzioni Medicina anni precedenti, allegati da scaricare

Sulla scheda delle risposte, detta anche modulo risposte, sono presenti tutte le caselle relative alle possibili risposte da fornire durante lo svolgimento della prova. Il candidato dovrà indicare una sola risposta per domanda, barrando, senza uscire dai bordi, la casella che ritiene esatta o corretta.

Le simulazioni da casa sono particolarmente utili per imparare a gestire il tempo. Inoltre le esercitazioni dei test degli anni precedenti consentono anche di inquadrare il grado di difficoltà delle domande. Ma sono utili anche per ripetere gli argomenti previsti dal bando nel test.

Fondamentale è la gestione del tempo. Lo svolgimento della prova deve essere effettuato in 100 minuti. Rispondere a 60 domande in 100 minuti sembra sufficiente, ma in realtà occorre prestare molta attenzione alla lettura dei quesiti, e ragionare su ogni risposta da dare. In generale è consigliabile investire 1 minuto e 30 secondi per ogni domanda. Se dopo aver ragionato due minuti non si riesce ad arrivare alla risposta, conviene allora non rispondere.

Google+
© Riproduzione Riservata