• Google+
  • Commenta
21 Febbraio 2019

Storia della festa della donna e origine: perché il giorno 8 Marzo

Foto della storia della festa della donna e origine
Foto della storia della festa della donna e origine

Foto della storia della festa della donna e origine

Ecco la storia della festa delle donna: origine, perché si festeggia il giorno 8 marzo e qual è il significato della mimosa.

L’8 marzo è la festa delle donne, tante le domande su questa ricorrenza e tante le immagini che ci fanno rivivere il suo significato profondo. I temi affrontati riportano anche al femminismo e ogni articolo ci fa vivere e rivivere istante per istante il significato di questa importante festa.

Molti sono contrari ai festeggiamenti, ma tanti altri si chiedono perché non festeggiare se la ricorrenza ricorda le conquiste sociali economiche e politiche?

Per tanti anni il significato della festa è stato associato all’incendio in una fabbrica tessile di New York e per questo motivo molte persone furono contrarie ai festeggiamenti, ma ora che sappiamo l’origine e la storia della festa delle donne, perché non festeggiare?

La vera storia della festa della donna: origine e significato della mimosa, dal 1910 ad oggi

Abbiamo detto che la storia della festa delle donna per diversi anni è arrivata in maniera distorta. Solo dopo si è scoperto che la storia era stata pensata da un gruppo di femministe che volevano mantenere viva la memoria su un altro evento realmente accaduto. L’evento fu l’incendio divampato nella fabbrica di New York dove persero la vita 146 donne operaie, quasi tutte immigrate.

La volontà di rendere omaggio alla donna e quindi di dedicarla una giornata nacque nel 1908. Nacque grazie all’azione di una donna coraggiosa, Corinne Brown, la quale evidenziò la condizione di sfruttamento delle operaie e le discriminazioni che erano costrette a subire. Sia dal punto di vista del salario che degli orari di lavoro. Questo avvenne durante una conferenza del Partito Socialista di Chicago.

L’anno successivo all’avvenimento, nel febbraio 1909, venne organizzata una manifestazione volta a sostenere il diritto di voto delle donne. E il 23 dello stesso mese venne celebrata la giornata della donna. Solo nel 1910 abbiamo realmente la Festa della Donna. Dopo un periodo di caos mondiale, in cui la festa della donna fu interpretata e festeggiata in maniere diverse, nel nel 1977 si decise il giorno. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite invitò tutti i paesi a scegliere un giorno comune. Fu scelto il giorno 8 marzo.

Perché la storia della festa della donna è legata all’8 marzo

Mentre storicamente la ricorrenza è legata ad un percorso importante per la donna. E molto spesso donne e uomini ne approfittano durante questa giornata per dedicarsi ai festeggiamenti. Il fiore simbolo della Giornata Internazionale della Donna è la mimosa. La scelta di usarlo appartiene a tre donne iscritte all’Unione Donne Italiane che lo ritennero il più adeguato. Questa tipologia di fiore è possibile trovarlo proprio nel mese di marzo e molto spesso in altri mesi non è possibile trovarlo. È economico e può essere facilmente reperito anche lungo la strada. Inoltre, la mimosa richiama alla forza e alla femminilità.

Giornata 8 Marzo, la Giornata internazionale della donna oggi

Oggi in Italia le giornate di sensibilizzazione a favore della donna, sono tante ed ognuna rimanda ad una tematica particolare e significativa. Ma oggi ha ancora un peso? Viene ancora vissuta con la grinta, l’entusiasmo e la determinazione delle donne di un tempo?

Oggi la donna rispetto a diversi anni fa è più emancipata anche se c’è tanto ancora da fare come sostiene la filosofa ungherese Agnes Heller, è più libera di fare le proprie scelte anche se molto spesso il mondo del lavoro ci fa pensare il contrario. O i maltrattamenti subiti in famiglia ci fanno pensare il contrario. Ma è una festa significativa per il genere femminile. In questi anni, tante sono state le lotte portate avanti da donne che non hanno avuto paura di dire un no o di opporsi ad una logica comune.

Oggi, è vero la donna non è più sottomessa come tempo fa, ma comunque deve continuare a lottare, lottare e ancora lottare e per questo motivo la festa della donna è importante. E conoscere la vera storia della donna è ancora più importante. Per non dimenticare. Per non cancellare la storia della festa della donna e il suo significato.

Google+
© Riproduzione Riservata