• Google+
  • Commenta
20 Febbraio 2019

Origine della festa delle donne e storia: perché il giorno 8 marzo

Origine della festa delle donne e storia
Origine della festa delle donne e storia

Origine della festa delle donne e storia

Ecco l’origine della Festa delle Donne: storia 8 Marzo, significato della mimosa e perché la Giornata Internazionale della Donna si festeggia in questa data.

Ogni anno, si festeggia la donna. Tante le domande sulla festa della donna, sulle origini, sul femminismo. Ma perché si festeggia? Cosa si festeggia? Il significato principale della festa dell’8 marzo è quello di ricordare le conquiste politiche. Sociali. Economiche della donna e le violenze che hanno subìto nella storia.

La ricorrenza ha inizio nel novecento. E la scelta della data è stata istituita nel 1908. Dopo l’incendio in una fabbrica tessile negli Stati Uniti.

In tanti anni la notizia è stata diffusa cosi, ma sono molti gli avvenimenti che hanno portato alla lotta per la rivendicazione dei diritti delle donne e all’istituzione della Giornata internazionale delle donne.

Origine della festa delle donne e storia in Italia della giornata della donna 8 marzo 1908

La giornata internazionale delle donne è nata nel febbraio del 1909 negli Stati Uniti, su iniziativa del Partito socialista americano. Ad oggi ancora non sono ancora chiare le motivazioni della scelta. Ma è una giornata che ha come obiettivo, ottenere parità di diritti con gli uomini. Sia sul piano civile che lavorativo. 

L’origine della festa delle donne, in quegli anni, fu molto ostacolata dai socialisti. Corinne Brown dichiarò sulla rivista che il Congresso non aveva “alcun diritto di dettare alle donne socialiste come e con chi lavorare per la propria liberazione”. In quegli anni, durante la conferenza del Partito socialista, si parlò molto della condizione della donna. Dal giorno in cui si si parlò dello sfruttamento dei datori di lavoro nei confronti delle operaie, delle discriminazioni sessuali e del diritto di voto, si decise di istituire la giornata della donna.

Nel 1908 il Partito socialista decise di dedicare l’ultima una giornata all’organizzazione di una manifestazione per il voto alle donne. La prima “giornata della donna” negli Stati uniti si svolse quindi il 23 febbraio 1909. Durante la seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste, invece, si decise di seguire l’iniziativa americana istituendo una giornata dedicata alla rivendicazione dei diritti delle donne. Appunto l’otto marzo. In questo giorno ogni uomo cerca di avere un pensiero speciale per la propria donna o amica, mandando un messaggio di augurio o regalando una mimosa.

Perché la festa della donna si festeggia il giorno 8 marzo: significato

Nei giorni precedenti alla festa della donna, iniziano a comparire in strada diversi venditori di mimose. Il simbolo della festa della donna. Tante anche le diverse iniziative tutte incentrati sul tema “donne” in cui si parla dei loro diritti, della storia dei movimenti femministi e dell’evoluzione della condizione della donna nel corso del tempo.

Abbiamo visto che l’origine della festa delle donne è diversa da quella tutti conoscono. E che venne istituita durante la seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste. E si presenta come un momento di consapevolezza e presa di coscienza.

Ma perché è stato scelto proprio l’8 marzo? Una leggenda, narra che la data fosse stata scelta per commemorare le centinaia di donne morte durante un incendio scoppiato in una fabbrica di camicie. A New York. Proprio l’8 marzo del 1908.

Per questo motivo oggi l’attenzione sulla donna viene rivolta proprio durante la giornata dell’8 marzo. Non è l’unica ricorrenza dedicata alle donne, specialmente in Italia, ma ad oggi, resta la più importante e significativa. Altro aspetto importante di questa “festa” è il dono della mimosa. Ad ogni donna si regala questo “fiore simbolo”. Infatti, nel 1946 l’U.D.I (Unione Donne Italiane) scelse la mimosa come fiore per simboleggiare la Festa, perché la mimosa è un fiore che cresce spontaneamente in molte parti d’Italia e si collega perfettamente con il significato dell’origine della festa delle donne. È economico ed è facile avere un rametto piccolo da appuntare alla camicetta o alla giacca.

Google+
© Riproduzione Riservata