• Google+
  • Commenta
18 Marzo 2019

Significato della festa del papà: storia e origini del 19 marzo

Significato della festa del papà
Significato della festa del papà

Significato della festa del papà

Ecco qual’è il vero significato della festa del papà in Italia e nel mondo: storia e origini di questa festa che si celebra il 19 marzo.

La festa dei papà non conosce confini geografici, si festeggia in tutto il mondo ma con date diverse.

In Italia, come ogni anno siamo abituati a celebrarla ogni 19 marzo.

Questa data che coincide, secondo la tradizione cattolica con il giorno dedicato a San Giuseppe, l’uomo che crebbe Gesù, esempio di padre e marito modello.

Ma cerchiamo di capire qual è il significato della festa del papà in Italia e nel mondo, qual è la sua storia e quali sono le sue origini?

In Italia, come detto, così come nella maggior parte dei paesi di tradizione cattolica, la festa del papà coincide con il giorno di San Giuseppe.

In Spagna, Portogallo, Andorra, Liecthenstein, Honduras, Bolivia e nel Canton Ticino In Svizzera la festa del papà cade in occasione della ricorrenza religiosa San Giuseppe, il 19 marzo.

La maggior parte dei paesi nel mondo segue però la tradizione statunitense, che prevede una data variabile corrispondente alla terza domenica di giugno. In altri Paesi, la festa del papà si celebra a seconda del significato che le è dato in base alla tradizione locale: ad esempio, la Thailandia lo celebra il 5 dicembre, data di nascita del sovrano Rama XI, scomparso nel 2016 e considerato il padre della nazione.

Il vero significato della festa del papà: origini e storia del 19 marzo in Italia e nel mondo

Per spiegare il vero significato della festa del papà nel mondo, la sua storia e le sue origini, dobbiamo fare un passo indietro nel tempo.

I primi a celebrare il giorno di San Giuseppe sono stati i monaci benedettini nel 1030, seguiti dai Servi di Maria nel 1324 e dai Francescani nel 1399. All’interno dei Vangeli di Matteo e Luca si trovano alcuni accenni, ma sono numerose la tradizioni che risalgono a questa ricorrenza.

Nel 1300, grazie ad alcuni ordini religiosi, si inizia a celebrarla proprio il 19 marzo per commemorare il giorno della morte di Giuseppe. Con papa Sisto IV, nel 1479, la data entra a tutti gli effetti nel calendario. Promossa per ricordare tutti i padri, il loro coraggio e la loro determinazione in famiglia dai papi Sisto IV e Pio V, la festa di marzo sarà poi estesa a tutta la Chiesa. Soprattutto a partire dal 1621 con Gregorio XV.

Dal 1968 al 1977, in Italia, questa data diventa una festa nazionale anche agli effetti civili che contempla perfino la chiusura delle scuole. Nel 2008 vengono proposti alcuni disegni di legge per il ripristino di alcune festività soppresse come quella di San Giuseppe. Ad oggi resta solo il giorno in cui, bambini e mamme amano dedicare al proprio padre e compagno pensieri e piccoli regali.

La storia della festa del papà nel mondo ci porta negli Stati Uniti. Il 19 luglio del 1910 il governatore dello Stato di Washinton proclamò il primo “Father’s Day” d’America. Sonora Smart Dood, ispirata probabilmente da un sermone udito alla festa della mamma dello stesso anno, dedicò quel giorno al padre, veterano di guerra.

Perché il significato della festa del papà è legato al 19 marzo

Il significato della festa del papà nel mondo è quello di sottolineare l’importanza della paternità e sensibilizzare la società rispetto al ruolo del padre.

Il 19 marzo, in Italia e in altre parti del mondo, è un’occasione per celebrare e ricordare l’importanza di questa figura genitoriale nella famiglia. Oggi si tende a dimenticare tale festa, è comunque una data importante che va festeggiata in modo adeguato anche solo per dire un semplice ti voglio bene al proprio padre.

Il significato della festa del papà nel mondo coincide con la storia di un ruolo, quello del padre, che va via via modificandosi soprattutto negli ultimi anni nei quali si è realizzato un vero e proprio decalogo del buon padre.

Il padre spesso burbero e orgoglioso come lo si vuole, il più delle volte, rappresentare. Nell’ideale della famiglia tradizionale, spesso insofferente rispetto alle celebrazioni, in questa data, il 19 marzo, è il protagonista di una giornata all’insegna dell’amore e dell’affetto dei propri figli.

Google+
© Riproduzione Riservata