• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2019

Chiara Ferragni vende Ferragni doll: è lotta al cyberbullsimo

Chiara Ferragni vende Ferragni doll
Chiara Ferragni vende Ferragni doll

Chiara Ferragni vende Ferragni doll

Chiara Ferragni vende Ferragni doll, ha sponsorizzato una bambola a lei dedicata contro il cyberbullismo. Ecco nei dettagli.

Il ricavato andrà ad un’associazione americana che lotta contro il cyberbullismo.

Ecco dove comprare la bambola messa in vendita da Chiara Ferragni, il costo e il brand che ha creato la doll ad immagine della blogger.

Le foto della Ferragni sono glamour, cool, trendy: lo stile di The blonde Salad è imiatato da tante ragazze. Ma esistono gli haters di Chiara che ogni giorno scrivono insulti e minacce sotto i post della Ferragni.

Tutte vogliono essere l’influencer più cool di sempre, ma allo stesso tempo le foto della moglie di fedez ricevono tanti commenti negativi. La fashion blogger ha pubblicato una foto che ritrae la Chiara Ferragni Doll.

Questa bambola è stata la protagonista del matrimonio dei Ferragnez: oltre l’hashag Ferragnez, i due sposi lanciarono una linea di gadget molto ricercati.

Il caso della Fashion Blogger in questione è una delle storie più entusiasmanti di Italia: Chiara, nata a Cremona, studentessa di giurisprudenza alla Bocconi di Milano, nel 2009 decide di investire tutto sulla sua passione, la moda. Crea The Blonde Salad, un fashion blog, in cui immortalava i suoi look, gli eventi della moda e inaugurava nuovi trend.

La ragazza di Cremona ha battuto un primato: è stata la prima imprenditrice digitale, la prima influencer, la prima persona ad analizzare e vivere la moda attraverso il web. Sull’esempio degli States, ha costruito un circuito innovativo della moda, creando un’ interazione con gli utenti web, condividendo idee, momenti, vestiti, prodotti.

Il matrimonio con Fedez, il figlio Leone e il cane Matilde hanno completato il progetto perfetto della Ferragni che tuttavia ogni giorno è massacrata dai leoni da tastiera.

Chiara Ferragni vende Ferragni doll e protesta contro il bullismo, mette in vendita la bambola che ha marchiato il suo matrimonio.

Chiara Ferragni vende Ferragni doll: la bambola contro il cyberbullismo messa in vendita per beneficenza

La bambola della Ferragni, icona del matrimonio Ferragnez, ha riscosso tanto successo. Creata dal brand Trudi, ritrae Chiara in gonna e top.

I capelli biondi, chiodo di pelle e sneakers della ferragni collection sono immancabili e sta spopolando sul suo instagram account.

Da Fashion Blogger e imprenditrice digitale, Chiara è esposta a tante critiche. Non solo alcuni giudizi toccano lo stile di Chiara,le sue scelte lavorative, ma sono la matrice di attacchi personali. Ogni post che conta milioni di commenti, raggruppa tantissime offese, minacce di morte, parole disumane.

Il cyberbullismo è la nuova frontiera del bullismo 2.0. Il marchio Trudi, che da anni è icona nel mondo dei giocattoli, è la madre del mondo dei peluche. Chiara e Trudi hanno unito le forze per respingere un problema che, nella società dei nativi digitali, si rafforza.

Il bullismo è un oltraggio all’autenticità delle persone e pone in gravi disagi psicologici le vittime. Ogni vip che lotta e prende parte ad iniziative di questa portata, apporta un’ondata di positività.

Costo bambola FerragniDoll: dove e come comprarla dal sito ufficiale

La bambola è disponibile su diverse piattaforme. Il sito ufficiale della Ferragni, The Blonde Salad è stato il primo rivenditore.

Tuttavia è facilmente acquistabile online su Amazon, sul sito ufficale di Trudi e nei negozi del marchio. La bambola ha un costo di 35 euro e tutto il ricavato sarà donato in beneficenza al Stomp Out Bullying di New York, associazione no profit che combatte il bullismo.

L’influencer scrive su instagram:”All the profits will go to Stomp out bullyng, a non profit organization to fight against cyberbullyng, a matter very close to my heart”.

Una questione vicina ad una delle donne più potenti del web che rispecchia la situazione di tante ragazzine. Un monito, quello di Chiara, contro le nefandezze dei bulli.

Google+
© Riproduzione Riservata