• Google+
  • Commenta
3 Giugno 2019

Assunzioni Poste Italiane 2019: requisiti e come presentare domanda

Assunzioni Poste Italiane 2019
Assunzioni Poste Italiane 2019

Assunzioni Poste Italiane 2019

Tutte le novità sulle assunzioni Poste Italiane 2019: come presentare la domanda e quali sono i profili richiesti e requisiti per diplomati e laureati.

Dopo la firma dell’ accordo tra la società  e i sindacati, sono in arrivo più di 3000 assunzioni presso le Poste Italiane. Nel piano di recruiting,  tra i profili ricercati non solo portalettere ed impiegati front end, ma anche professionisti del settore marketing. Per ricercare nuovo personale la società di servizi postali si affiderà al e-recruiting, raccogliendo le candidature nella sezione Lavora con noi . Le assunzioni in Poste Italiane rientrano in un piano lavoro che interesserà il biennio 2018-2020.

Sono diverse le opportunità per i giovani diplomati e laureati che sperano di lavorare in Poste Italiane. In moltissime regioni italiane si selezionano portalettere a tempo determinato.

Il contratto partirà da giugno 2019 e la durata verrà stabilita in base alle esigenze dell’azienda. Per lavorare come postino occorre essere in possesso di diploma di scuola media superiore con votazione minima 70/100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110.  Un altro requisito fondamentale è la patente di guida in corso di validità per condurre il  motomezzo aziendale. Ricordiamo a tal proposito che i candidati dovranno affrontare una prova di idoneità alla guida, senza la quale non potranno essere assunti. Non sono richieste quindi particolari conoscenze specifiche e nemmeno esperienza pregressa.

Assunzioni Poste Italiane 2019: requisiti diplomati e laureati: sezione lavora con noi

Chi sogna di raggiungere il posto fisso nelle Poste Italiane deve tener d’occhio gli annunci sul sito ufficiale della società. Come già avvenuto negli anni passati , le Poste italiane assumono periodicamente postini e portalettere, in particolar modo nei periodi di lavoro più intensi, come l’estate. I neo assunti cominciano a lavorare con un contratto a tempo determinato che per i più fortunati diventa a tempo indeterminato. Oltre a postini e portalettere, la società di servizi postali assumerà anche giovani laureati in ambito commerciale e finanziario.

Nello specifico le Poste ricercano giovani in possesso di laura magistrale in Economia e Commercio, Economia Aziendale, Economia Istituzioni e Mercati Finanziari, Scienze Bancarie ed Assicurative, Economia Intermediari Finanziari e Scienze Statistiche,  conseguita con votazione finale non inferiore a 102/110. Il nuovo personale lavorarè nei diversi Uffici postali e si occuperà di consulenza sui prodotti finanziari per rafforzare la rete commerciale dell’azienda.

Come presentare domanda alle poste: lavora con noi e invia curriculum

Bastano davvero pochi e semplici passaggi per presentare la domanda. Innanzitutto bisogna collegarsi  alla piattaforma di e-recruiting . Dopo la registrazione si accede all’area Lavora con noi e si carica il proprio curriculum vitae aggiornato. Nella stessa sezione troverete le posizione aperte e l’area geografica di riferimento. Da lì basta poi cliccare sul tasto “candidati” ed il gioco è fatto.

Per gli aspiranti postini e portalettere l’iter di selezione sarà il seguente. Dopo aver inoltrato la candidatura, verranno contattati telefonicamente dalle Risorse Umane Territoriali di Poste Italiane. A questo punto i candidati dovranno superare un test di ragionamento logico che potrà avvenire presso una sede della società, ma anche via email. Dopo questa prima fase di selezione, tutti quelli che hanno superato il test attitutinale, dovranno affrontare un secondo colloquio e una prova di idoneità alla guida.

Il contratto per i neo portalettere varia da un minimo di due  fino ad arrivare ad un massimo di sei mesi. Per quanto riguarda lo stipendio poi, generalmente un postino può guadagnare all’incirca 1.000-1.100 euro al mese.  Coloro che non verranno selezionati in questa tornata di  assunzioni, potranno sempre ricandidarsi ai prossimi annunci. Vale sempre la pena, quindi, consultare periodicamente il sito ufficiale dell’azienda e la sezione Lavora con noi.

Google+
© Riproduzione Riservata