• Google+
  • Commenta
10 Giugno 2019

Cristoforo Colombo: storia, mappa concettuale e analisi del testo

Cristoforo Colombo
Cristoforo Colombo

Cristoforo Colombo

Ecco chi era Cristoforo Colombo: biografia, storia e trama dei suoi viaggi, frasi e aforismi da condividere, mappa concettuale e analisi del testo di Colombo.

Navigatore ed esploratore italiano è famoso soprattutto per i suoi viaggi, che portarono alla colonizzazione europea delle Americhe.

E’ stato tra i più importanti navigatori protagonisti delle grandi scoperte geografiche.

Marinaio sin da giovane, matura presto l’idea dell’esistenza di una terra oltreoceano (secondo lui l’Asia).

Sicuro delle proprie convinzioni, chiede, al re Giovanni II del Portogallo, i finanziamenti per inaugurare la nuova rotta.

Negati i fondi, chiede ai re di Castiglia e Aragona i quali, con l’appoggio della regina di Castiglia Isabella, accettano di finanziare l’impresa.

Quello fu il primo viaggio del nostro personaggio storico, durante il quale la Santa Maria, arenata su un banco corallino, viene abbandonata.

Smarrita definitivamente, verrà poi ritrovata nel 2003 da un gruppo di esploratori.

In occasione quinto centenario della sua morte, il Galata Museo del Mare di Genova ha allestito una mostra dedicata ai suoi viaggi e alla sua scoperta.

Scopri la storia di Cristoforo Colombo: mappa concettuale e analisi del testo PDF da scaricare per conoscere i i suoi viaggi, inoltre le più belle frasi di Colombi, citazioni e aforismi.

Chi era Cristoforo Colombo: storia, riassunto, trama e analisi del testo > SCARICA APPUNTI

Primogenito di quattro figli, Cristoforo Colombo è nato fra il 26 agosto e il 31 ottobre 1451 a Genova. A soli quattordici anni inizia a viaggiare. Nel 1473 inizia l’apprendistato come mercante, al servizio della famiglie genovesi Centurione, Di Negro, Imperiali e Spinola.

Nel 1479 di trasferisce temporaneamente a Lisbona, ma continua a lavorare per i Centurione. L’anno successivo sposa Filipa Moniz Perestrello, dalla quale avrà il figlio Diego. La coppia si trasferisce prima a Porto Santo, dove resta per due anni, e poi a Madera. In questo periodo della sua vita Cristoforo inizia a pensare alla rotta breve per le Indie.

Nel 1483 incontra il re Giovanni II di Portogallo al quale chiede la somma necessaria per il suo progetto. Tuttavia il re rifiuta la proposta. Nel 1485, in seguito alla morte della moglie, si reca nel Regno di Castiglia con il figlio, poi a Siviglia. Trova appoggio, dopo varie titubanze, dalla regina Isabella, moglie di Ferdinando II di Aragona. In quel periodo ha una relazione con Beatrice, dalla quale ha un figlio, Fernando. Le trattative durano a lungo; poi, il 17 aprile 1492, il contratto viene firmato.

Il 12 maggio, in seguito alla firma del contratto e alla decisione del luogo di partenza (Palos), Cristoforo lascia la città. Vengono così allestiti tre velieri, definiti caravelle, che saranno poi chiamate la Niña, la Pinta e la Santa Maria. Inizia così il primo dei quattro viaggi di Cristoforo Colombo, che, il 12 ottobre 1492 giunge in una delle attuali isole delle Bahamas.

Fallito il primo viaggio, parte nuovamente alla scoperta delle Indie il 25 settembre 1494, il 30 maggio 1498 e infine il 9 maggio 1502. Tornato dall’ultimo viaggio, e ammalato già da tempo, decide di stabilirsi nel Regno di Castiglia. Muore il 20 maggio 1506 a Valladolid.

Riassunto breve di Colombo e le più belle frasi, citazioni e aforismi

Raccolta delle più belle frasi di Cristoforo Colombo, citazioni della sua vita e aforismi del famoso navigatore ed esploratore italiano da condividere.

  • La lingua non è sufficiente a dire, e la mano a scrivere, tutte le meraviglie del mare;
  • Non si può mai attraversare l’oceano se non si ha il coraggio di perdere di vista la riva;
  • E il mare concederà a ogni uomo nuove speranze, come il sonno porta i sogni;
  • Dico che il mondo non è così grande come lo pretende la gente;
  • Cominciai a navigare per mare ad un’età molto giovane, e ho continuato fino ad ora. Questa professione crea in me una curiosità circa i segreti del mondo;
  • Le varianti includono “non puoi mai attraversare l’oceano se non hai il coraggio di perdere di vista la riva”;
  • Dio mi destinò al mare, e mi dié l’ardore e l’azione;
  • Non si va così lontano che quando non si sa dove si va;
  • Coloro che vedono la luce prima degli altri sono condannati a continuare a dispetto degli altri;
  • Durante gli anni della mia formazione, studiai testi di ogni genere: cosmografia, storie, cronache, filosofia e altre discipline. Attraverso questi scritti, la mano di nostro Signore aprì la mia mente alla possibilità di navigare fino alle Indie, e mi diede la volontà di tentare questo viaggio. Chi potrebbe dubitare che questo lampo di conoscenza non fosse l’opera dello Spirito santo?
  • Pianga per me, chiunque abbia carità, verità e giustizia;
  • Quando ci sono queste terre dovrebbero esserci cose redditizie senza numero;
  • Colui che ha dell’oro fa e realizza tutto ciò che vuole al mondo e alla fine lo usa per mandare delle anime in paradiso;
  • Uno non scopre nuove terre senza acconsentire a perdere di vista la riva per un tempo molto lungo.

Mappa concettuale di Cristoforo Colombo per esami e compiti a scuola

Appunti Cristoforo Colombo

Google+
© Riproduzione Riservata