• Google+
  • Commenta
14 Giugno 2019

Leonardo da Vinci: storia, trama, mappa concettuale e analisi del testo

Leonardo da Vinci
Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci

Ecco chi era Leonardo da Vinci: biografia, storia e trama dei suoi dipinti e delle sue scoperte, frasi e citazioni da condividere: scarica qui gratis la mappa concettuale e l’analisi del testo con approfondimenti.

Inventoreartista e scienziato italiano, è considerato il precursore di varie discipline. Uomo d’ingegno e talento universale, egli incarna pienamente lo spirito della sua epoca.

Fu architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista. Considerato uno dei più grandi geni dell’umanità, la sua figura ha spesso ispirato film, cortometraggi e serie tv. E numerosi sono i documentari sulla sua vita. Famosi sono i suoi Codici, estremamente importanti per le sue scoperte e invenzioni. I suoi manoscritti vennero donati alla Biblioteca Ambrosiana di Milano, e poi spostati, nel 1796, a Parigi.

In seguito alla caduta di Napoleone torna a Milano solo il Codice Atlantico. Oggi esistono oltre 8.000 fogli di appunti, solo una piccola parte di ciò che ha scritto e disegnato. Si pensa infatti che abbia scritto un totale di che abbia scritto 60.000, o forse 100.000, pagine.

Per conoscere meglio questo personaggio storico, per sapere veramente chi era Leonardo Da Vinci, mappa concettuale e analisi del testo aiutano a farci conoscere storia e trama, utile per esami e compiti di scuola.

Chi era Leonardo da Vinci: storia, riassunti breve trama e analisi del testo > SCARICA APPUNTI

Leonardo da Vinci è nato il 15 aprile 1452, da una relazione illegittima.

Nel 1462 Ser Piero e Leonardo si recano a Firenze. Qui il giovane Leonardo inizia a studiare presso la bottega di Verrocchio, tra i cui allievi figurava anche Sandro Botticelli.

Nel 1472 Leonardo è menzionato nella Compagnia di San Luca dei pittori fiorentini. Questo significa che all’epoca era già conosciuto come pittore autonomo, la cui formazione poteva dirsi conclusa.Le sue prime opere indipendenti sono datate tra il 1469 e il 1470.

Il 10 gennaio 1478 Leonardo riceve il primo incarico pubblico: una pala per la cappella di San Bernardo nel palazzo della Signoria. Ultimata nel 1485, la Pala degli Otto è oggi presente agli Uffizi. Nel 1479 si avvicina a Lorenzo il Magnifico, per il quale lavorerà molti anni.

A marzo 1481 gli viene commissionata, dai monaci di San Donato a Scopeto, l’Adorazione dei Magi come pala dell’altare maggiore. Nel 1483 realizza la Vergine delle Rocce, della quale esistono più versioni. Nel 1485 entra a far parte della cerchia di Ludovico il Moro.

Durante il periodo milanese, la corte ducale gli commissiona il Ritratto di Cecilia Gallerani, noto come Dama con l’ermellino. Al 1490 risalgono studi sul corpo e sulle sue perfette proporzione, che culminano con la realizzazione del celebre Uomo vitruviano.

Nel 1494 Leonardo riceve una commissione per il convento di Santa Maria delle Grazie. Qui vi dipingerà l’Ultima cena, nella quale riversa tutti gli studi compiuti in quegli anni. Nel 1557 inizia il capolavoro che lo rese celebre nei secoli: la Gioconda. Anziano, Leonardo si trasferisce in Francia alla corte di Federico I a Clos-Lucé. Leonardo Da Vinci è morto il 2 maggio 1519, a 67 anni.

Riassunto breve di ser Piero da Vinci, frasi, citazioni e aforismi

Raccolta delle più belle frasi di Leonardo da Vinci, citazioni dalla sua vita e dalle sue opere, aforismi famosi da condividere su Facebook e Twitter.

  • Chi ha provato il volo camminerà guardando il cielo, perché là è stato e là vuole tornare;
  • Colui che più possiede, è colui che più ha paura di perdere;
  • Amor ogni cosa vince;
  • Saper ascoltare significa possedere, oltre al proprio, il cervello degli altri;
  • Chi non stima la vita non la merita;
  • Il mezzo più efficace di ottener fama è quello di far credere al mondo di esser già famoso;
  • I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio;
  • La pittura è una poesia muta, e la poesia è una pittura cieca;
  • È meglio la piccola certezza che la grande bugia;
  • Chi poco pensa, molto erra;
  • Chi non può quel che vuol, quel che può voglia;
  • Come è più difficile a ‘ntendere l’opere di natura che un libro d’un poeta;
  • Niente può essere amato o odiato se non è prima conosciuto;
  • Fin dalla più tenera età, ho rifiutato di mangiar carne e verrà il giorno in cui uomini come me guarderanno all’uccisione degli animali nello stesso modo in cui oggi si guarda all’uccisione degli uomini;
  • Il desiderio di conoscere è naturale per le brave persone;
  • La società sarà civile quando chi uccide un cane sarà processato come chi uccide un uomo;
  • L’uomo passa la prima metà della sua vita a rovinarsi la salute e la seconda metà alla ricerca di guarire;
  • La semplicità è l’ultima sofisticazione;
  • L’esperienza è il solo insegnante in cui possiamo confidare.

Mappa concettuale di Leonardo da Vinci per esami a scuola

Appunti e mappa concettuale Leonardo Da Vinci

Google+
© Riproduzione Riservata