Origini Immacolata Concezione e storia della festa dell’8 Dicembre

Carolina Campanile 7 Dicembre 2019

Quali sono le origini Immacolata Concezione, storia e significato della festa del giorno 8 Dicembre: frasi di auguri da inviare e condividere con amici e parenti.

Scopri qual è il significato e la storia della festa Immacolata Concezione, origine cattolica dell’evento celebrato l’8 dicembre data in cui le famiglie cristiane fanno l’albero di Natale e le decorazioni.

Dogma non condiviso dalla Chiesa ortodossa, anche nel cattolicesimo ci furono delle opposizioni. Il tema dell’Immacolata Concezione inizia ad apparire in opere artistiche sin dai primi dibattiti.

Gli artisti gotici lo affrontavano in maniera criptica, rimandando allo spettatore la conclusione. Nel XV secolo le opere d’arte diventano più evidenti, con simboli e metafore facilmente intuibili. Poi con la Controriforma viene stabilita l’iconografia fissa, che sarà poi ratificata dal dogma.

Celebrata annualmente l’8 dicembre, la solennità è legata alle apparizioni di Lourdes e Rue di Bac a Parigi.

Leggi il seguente articolo per scoprire quali sono le origini della ricorrenza, la storia e il significato della solenne festa. Potrebbero anche interessarti alcune frasi da dedicare, messaggi di buon 8 dicembre da inviare.

Origini Immacolata Concezione: storia e significato cristiano festa del giorno 8 dicembre

Le origini dell’Immacolata Concezione risalgono all’8 dicembre 1854, quando papa Pio IX proclama la bolla Ineffabilis Deus. Quest’ultima sancisce come la Vergine Maria sia nata senza il peccato originale. Ma esattamente cos’è che si festeggia e qual è il significato della festa? La storia della ricorrenza non si riferisce al concepimento di Gesù, bensì a concepimento della stessa Madre. Il dogma dell’Immacolata Concezione riguarda quindi il peccato originale. Esso afferma che Maria è l’unica creatura ad essere nata priva del peccato originale. Aggiunge inoltre che la Vergine non ha commesso nessun peccato in tutta la sua vita.

Oltre alla Sacra Tradizione, la teologia cattolica considera fonte della fede cattolica anche i testi biblici. Questi ultimi si dice contengano la dottrina del magistero, ossia gli insegnamenti. Inoltre, il Protovangelo di Giacomo ci presenta una Maria “speciale” sin dal concepimento. Nonostante il suo stile agiografico, il Protovangelo è considerato la prima testimonianza della santità perfetta e originale di Maria.

Il primo a parlare della sua natura perfetta è Agostino d’Ippona, seguito poi da diversi padri greci. Tutti loro si impegnavano nel dissociare la Madre da quella massa dannata che era l’umanità. Con la teologia scolastica medievale iniziano le prime discussioni. Vi era infatti chi credeva che Maria, concepita come tutti nel peccato originale, era stata poi redenta da Cristo prima della nascita del Salvatore.

Grazie a Duns Scoto, prende poi forma il dogma come oggi lo conosciamo. Ad oggi sono quattro le verità di fede sulla Madonna: la maternità divina, la verginità perpetua, l’Immacolata concezione e l’assunzione. Quest’ultima riprende l’antica tradizione della Dormizione, secondo la quale alla fine della vita terrena la Madre si sarebbe addormentata per essere trasportata in cielo con la sua carne.

Perché si festeggia il giorno 8 Dicembre la Beatissima Vergine Maria

Scopriamo insieme perché si festeggia il giorno 8 Dicembre, la storia e il significato della ricorrenza, e le origini dell’Immacolata Concezione.

Annualmente l’8 dicembre la Chiesa cattolica festeggia la solennità dell’Immacolata Concezione della Beatissima Vergine Maria, con lo scopo di sottolineare l’importanza del dogma. Si tratta di una festività celebrata già nel VIII secolo in Oriente, importata nell’Italia meridionale dai monaci bizantini. Nel 1439 durante il Concilio di Basilea l’arcivescovo di Palermo Niccolò Tedeschi sostiene che Maria era stata concepita senza peccato. Viene spiegato inoltre che già nel 1323 la Conceptioni di Maria, Palermo la viveva come festa di precetto. Il Senato dell’isola, infatti, fece voto (sanguinario) di difendere la dottrina dell’Immacolato Concepimento. Pronunciato per la prima volta nel 1624, con il solenne voto sanguinario i cittadini giuravano di spargere il proprio sangue per la difesa dell’Immacolata. A seguito di tale voto si impegnarono poi di onorarla con una celebrazione degna della festa. Ha così origine il rito delle cento onze, una somma di danaro donata al convento di San Francesco.

Il dogma cattolico sarà poi proclamato l’8 dicembre 1854 da papa Pio IX. Quel giorno il papa inaugurò e benedisse il monumento dell’Immacolata di Roma, più comunemente conosciuto come Piazza di Spagna. Con papa Pio XII inizia la tradizione di inviare dei fiori come omaggio alla Vergine. La visita a Piazza di Spagna prevede un momento di preghiera, come espressione di devozione popolare. Tradizione dell’omaggio del fiori è una corona, portata da un vigile del fuoco fin sulla sommità del monumento ed infilata sul braccio destro della statua. Segue poi la lettura della Sacra Scrittura e alcuni canti mariani.

© Riproduzione Riservata
avatar Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto