Paddleton: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer film

Mario Ragone 21 Gennaio 2020

Di cosa parla il film Paddleton, diretto da Alex Lehmann con Mark Duplass: trama, recensione, scheda tecnica, cast e trailer.

La commedia dalle sfumature drammatiche basata sulla sceneggiatura del regista Alex Lehmann e la collaborazione di Mark Duplass, si focalizza su due elementi chiave: la malattia e l’amicizia. Nello specifico il cancro è oggetto della narrazione filmica, una patologia spesso incurabile ma trattata in questo caso con la leggerezza e lo humour dei due amici nonchè protagonisti.

I membri del cast del film Paddleton sono Mark Duplass, Ray Romano, Stephen Oyoung e Christine Woods (protagonista della serie tv “Hello Ladies”). Figure più o meno note del panorama cinematografico, tutte contraddistinte dalla grande abilità interpretativa del sapersi adeguare al contesto trattato.

La tematica in questione, infatti, richiede un certo tatto e sensibilità resi alla perfezione dalle performance attoriali dei protagonisti. Michael ed Andy sono i personaggi principali del racconto e rappresentano l’amicizia autentica che supera qualsiasi ostacolo, anche una terribile malattia come il tumore.

Trama e recensione Paddleton, con Mark Duplass e Christine Woods: di cosa parla il film

Dopo aver toccato elementi quali cast e tematiche del prodotto cinematografico di Lehmann, spostiamo ora il focus su trama e recensione del film Paddleton. I due protagonisti della pellicola sono Michael ed Andy, vicini di casa e amici di lunga data. Essi oltre condividere un rapporto quasi fraterno, sono complici in diverse circostanze esistenziali comuni.

I due personaggi conducono una vita tranquilla fatta di spensieratezza e giochi: tra questi vi è il paddle (una sorta di tennis in un campo recintato), ideato da loro. La routine quotidiana, tuttavia, viene spezzata un giorno dalla tragica scoperta di Michael: un cancro in fase avanzata. La notizia non sconvolge ovviamente solo il diretto interessato ma anche il suo fedele amico, che gli sta vicino in questo nuovo percorso. Michael, però, non vuole affrontare la patologia scegliendo la strada della rinuncia al ciclo di terapie previsto.

Andy non condivide questa volta la decisione presa dall’amico, e cerca in tutti i modi di evitare un’inevitabile sorte a Michael. Quando quest ultimo infatti decide di assumere un farmaco letale per porre fine al suo tormento, Andy compra una cassaforte e ve lo rinchiude all’interno. Inoltre “costringe” Michael a fare un viaggio per distrarsi ed allontanare per un attimo la mente dalla brutta situazione in cui si sono ritrovati. Rientrati però dalla vacanza, i due si ritrovano faccia a faccia con il problema non avendolo risolto ma solo rimandato.

Il finale della comedy drama di Alex Lehmann

I sintomi della grave patologia che affligge Michael iniziano a manifestarsi sempre con maggior frequenza e forza. Vomito, stanchezza, debolezza, diventano le nuove condizioni di vita dell’amico di Andy. La leggerezza che fin da principio aveva accompagnato i due nel loro percorso esistenziale, lascia spazio così ad una malinconia nostalgica.

Si schiude dunque una parentesi inedita della vita dei due amici, caratterizzata da confessioni reciproche su fatti mai venuti fuori prima. Come ad esempio la relazione di un anno e mezzo di Michael deflagrata in una separazione voluta; o ancora l’impressione iniziale avuta da Andy del suo amico la prima volta che si erano conosciuti (dove il primo aveva ritenuto che il secondo potesse essere addirittura un serial killer). Insomma vecchie e nuove verità emergono in un dialogo finale che sancisce poi la scomparsa di Michael in seguito all’assunzione del farmaco fatale.

L’epilogo del film vede Andy in ripresa dal periodo difficile conseguente la scomparsa dell’amico, andare a trovare i nuovi vicini di casa. Una storia dai due volti, quella raccontata dal regista, che alterna commedia e dramma dividendo di fatto quasi in due momenti la propria opera. La malattia diventa metafora esistenziale di quanto la vita possa essere difficile ma allo stesso tempo facile se presa con il giusto peso. L’amicizia dei due protagonisti evidenzia la leggerezza con cui è possibile affrontare anche tragedie di tale importanza, riuscendone ad uscire senza troppi strascichi. La scena finale, infatti, serve a rimarcare come le cose vadano avanti nonostante tutto.

Scheda tecnica del film Paddleton e trailer ufficiale HD

Scheda tecnica
Due amici e vicini di casa, Michael ed Andy conducono una vita fatta di spensieratezza e giochi (tra cui il paddle da loro inventato). Tuttavia la loro vita è destinata a cambiare di tono con l'approssimarsi di una terribile notizia.
TitoloPaddleton
Durata89'
Generecomedy drama
CastMark Duplass, Ray Romano, Stephen Oyoung, Christine Woods
RegiaAlex Lehmann
Anno di prod.2019
Scheda tecnica
Due amici e vicini di casa, Michael ed Andy conducono una vita fatta di spensieratezza e giochi (tra cui il paddle da loro inventato). Tuttavia la loro vita è destinata a cambiare di tono con l'approssimarsi di una terribile notizia.
TitoloPaddleton
Durata89'
Generecomedy drama
CastMark Duplass, Ray Romano, Stephen Oyoung, Christine Woods
RegiaAlex Lehmann
Anno di prod.2019
© Riproduzione Riservata
avatar Mario Ragone Sono Mario Ragone, redattore web con formazione in Comunicazione Audiovisiva e Mediale. Ho grande passione per il Social Marketing e l'informazione a 360°. Mi occupo, infatti, di argomenti di vario tipo che spaziano dalla Cultura come Cinema e Televisione all'Economia, dalla Medicina allo Sport fino al mondo di motori. Penso che avere un'idea su molteplici tematiche della nostra vita, ci permette di passare dall'una all'altra con grande versatilità mentale, una condizione questa che rende una persona libera nell'esprimersi, senza farsi fuorviare o condizionare. Capacità critica di discernimento ed autonomia di pensiero sono per me gli unici due elementi che ci rendono realmente liberi dalla schiavitù dell'ignoranza. Approfondisco le mie rubriche con intervento di esperti e professionisti del settore di cui scrivo. Leggi tutto