• De Luca
  • Cocchi
  • Mazzone
  • Carfagna
  • Scorza
  • Chelini
  • Ward
  • Buzzatti
  • Andreotti
  • De Leo
  • Valorzi
  • Crepet
  • Califano
  • Cacciatore
  • Gnudi
  • Romano
  • Quarta
  • Boschetti
  • Dalia
  • Alemanno
  • Coniglio
  • Falco
  • Gelisio
  • Rossetto
  • Meoli
  • Napolitani
  • Quaglia
  • di Geso
  • Grassotti
  • Bruzzone
  • Baietti
  • Pasquino
  • Bonanni
  • Barnaba
  • Rinaldi
  • Leone
  • Tassone
  • Catizone
  • Ferrante
  • Liguori
  • Bonetti
  • Algeri
  • Paleari
  • Romano
  • Casciello
  • Santaniello
  • Miraglia

Film per il Giorno della Memoria su Olocausto e Shoah

Carolina Campanile 19 Gennaio 2021
C. C.
04/08/2021

I migliori film per il Giorno della Memoria su Olocausto e Shoah, anche da mostrare a scuola per spiegare ai ragazzi la storia dei campi di concentramento Auschwitz.

Documentari e film da vedere il 27 gennaio, Giorno della Memoria, e film in tv e su Netflix, per ricordare il significato di questa data.

Iniziata nel 1939, la seconda guerra mondiale è considerato il più grande conflitto armato della storia. Durata ben sei anni, essa è ricordata da tutti per le enormi sofferenze perpetrate nei confronti degli ebrei all’interno dei campi di concentramento. In particolar modo, il Terzo Reich di Hitler portò avanti una politica di pulizia etnica. Rappresaglie, persecuzioni, deportazioni ed infine stermini: insomma, a tutti gli effetti un olocausto. Tra distruzioni e massacri, le morti contano all’incirca 60 milioni di individui.

Finalmente il 27 gennaio 1945 i campi di concentramento di Auschwitz sono abbattuti: la data passerà alla storia come Giorno della Memoria. La prima ad istituirla fu, nel 1996, la stessa Germania, seguita poi da altri Paesi del mondo.

I film sull’Olocausto e Shoah inizialmente destarono scalpore, inoltre si temeva potessero rovinare i rapporti con la grande potenza. Famosi per mostrare gli orrori e la crudeltà dei nazisti nei confronti degli ebrei, oggi rappresentano una grande finestra sul passato. Da quelli meno conosciuti a quelli amati da grandi e piccini, come La vita è bella, i film per il Giorno della memoria servono a spiegare ai ragazzi le atrocità dell’Olocausto e della Shoah.

Film per il Giorno della Memoria da vedere il 27 gennaio su Olocausto e Shoah

Iniziati a produrre solo con lo scoppio della guerra, oggi i film sui campi di concentramento sugli ebrei, per il 27 gennaio, sono una grande testimonianza su ciò che accadde in quegli anni. Nel dopoguerra, con la scoperta dei campi di sterminio, e di conseguenza dei crimini nazisti, la produzione cinematografica si fa più intensa. Il riferimento all’Olocausto e Shoah si fa più esplicito, producendo dei veri e propri documentari.

Ecco un lista dei migliori film per il Giorno della Memoria per ricordare Olocausto e Shoah, da vedere il 27 gennaio. Documentari per ricordare lo sterminio degli ebrei, da mostrare a scuola e spiegare ai ragazzi i campi di concentramento.

  • Un pezzo di cielo: miniserie televisiva, ambientata in Polonia negli anni della guerra. Parla di una bambina, Janina, e di come la sua vita sia drasticamente cambiata da un giorno all’altro. La sua angosciante testimonianza ci trasporta poi, anni dopo, in un mondo scosso ma libero dalla guerra. Janina intraprenderà vari viaggi, alla ricerca del proprio pezzo di cielo sotto il quale star bene.
  • La nave dei dannati: 1939, il transatlantico tedesco St. Louis lascia Amburgo, con a bordo 937 profughi ebrei. Diretto a L’Avana col solo scopo propagandistico, si trasformerà in una vera odissea.
  • Il labirinto del silenzio: Johann Radmann, giovane procuratore della neonata Repubblica Federale Tedesca, s’imbatte nella documentazione che riportano il prof. Schulz come ex ufficiale SS. Inizia così un processo che durerà anni, grazie al quale riuscirà ad indagare su tutti coloro che hanno commesso crimini di guerra.
  • La vita è bella: uno dei film sul Giorno della Memoria più amato da grandi e piccini, che grazie ad una regia impeccabile spiega gli orrori dei campi di concentramento anche per ragazzi.

Documentari Giornata della Memoria su Olocausto e Shoah

Documentari da vedere e mostrare a scuola sugli ebrei, per spiegare ai ragazzi l’olocausto e la shoah. I migliori film per il Giorno della Memoria 27 gennaio, dalla liberazione dei lager agli esperimenti del Dottor Mengele, da non perdere in tv o su Netflix.

  • Amen: pellicola tedesca che ci porta all’interno del campo di concentramento Auschwitz, e ci fa vedere come un membro dell’Istituto d’Igiene scopre il Zyklon B: il gas che sarà utilizzato nelle camere a gas.
  • I ragazzi venuti dal Brasile: la pellicola s’ispira agli esperimenti del Dottor Josef Mengele, famoso medico del Terzo Reich, autore di atroci esperimenti sui prigionieri dei lager.
  • Il diario di Anna Frank: senza dubbio il film per il Giorno della Memoria più visto dai bambini e ragazzi. Storia autobiografica che narra la storia della famiglia Frank, dai nascondigli, alla reclusione forzata al dolore della morte.
  • I giorni del coraggio: quattro fratelli scappano dalla Polonia occupata; si uniranno alla resistenza sovietica per trarre in salvo oltre 1200 ebrei.
  • Corri ragazzo, corri: basato sulla vera storia di Yoram Fridman che, a soli 8 anni, scappa dal ghetto di Varsavia. Sopravvissuto alla rigidezza del periodo, durante il suo cammino incontrerà sia amici che nemici.
  • La caduta – gli ultimi giorni di Hitler: film per il Giorno della Memoria da vedere e da mostrare a scuola ai ragazzi, che spiega la seconda guerra mondiale da un altro punto di vista. E’ un dietro le quinte che ci mostra le strategie del Führer, e la lenta caduta del suo regime fino al suicidio nel suo bunker.
  • Il falsario: il documentario parla dell’Operazione Bernhard, un piano segreto nazista messo in atto da 140 prigionieri, i quali decidono di stampare sterline e dollari falsi. L’obiettivo era distruggere il sistema economico del nemico.
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto