Chi è Franca Valeri: biografia, età, marito e figli dell’attrice

Francesca Di Stasio 3 Agosto 2020

Attrice, sceneggiatrice, regista, caratterista, scrittrice, chi è Franca Valeri, biografia, età, vero nome, marito, figli, malattia, curriculum carriera, film e personaggi.

Ha tagliato il traguardo dei cento anni, attrice e sceneggiatrice, è entrata nella storia del teatro e del cinema italiano.

Una diva, un’artista unica che non verrà mai dimenticata, un’attrice che abbiamo conosciuto non solo a teatro, ma anche al cinema con grandi successi tra gli anni ’50 e ’60.

Cresciuta con la passione per il teatro di prosa, la Valeri è anche caratterista. Ha iniziato recitando proprio delle caricature già prima della guerra.

Attrice dai mille volti e dalle mille sfumature, è conosciuta anche per i suoi personaggi, uno fra tutti: “Cesira la manicure”. Ha ricevuto il David di Donatello alla carriera.

La guerra, il fascismo e le leggi razziali colpirono anche la sua famiglia. Ma raccontiamo la storia, la vita, la carriera e gli amori della donna che ha fatto la storia del teatro e non solo.

Ecco chi Franca Valeri oggi e quali sono i suoi personaggi del passato: se è sposata e chi è il marito, se ha figli e chi sono, quanti anni ha e dove è nata, vita privata e professionale.

Chi è Franca Valeri: biografia, CV, età, marito, figli e malattia dell’attrice sceneggiatrice italiana

Certamente non saranno profili Facebook, Twitter e Instagram a raccontarci chi è Franca Valeri oggi, piuttosto i suoi film e personaggi parlano di lei, le sue citazioni e frasi famose, raccontano della sua famiglia, marito e figli.

Il suo vero nome è Franca Maria Norsa, è nata a Milano il 31 luglio del 1920, oggi ha 100 anni ed è del segno zodiacale del Leone. È la secondogenita di una famiglia borghese e di fede mista. Suo padre Luigi Norsa era Ebreo, sua madre Cecilia Valagotti era cattolica. È cresciuta tra Milano, dove trascorreva soprattutto gli inverni e diverse località, in particolare Venezia, Riccione e la Svizzera, dove invece si recava per trascorrere le vacanze estive.

Ha studiato al Liceo Parini, nella sezione C, l’unica dove veniva insegnata anche la lingua Inglese.

Le leggi razziali del 1938, colpirono anche la sua famiglia. Suo padre e suo fratello trovarono rifugio in Svizzera. Lei è riuscita ad evitare la deportazione grazie ad un impiegato dell’anagrafe che le rilasciò una carta d’identità falsa.

Per quanto riguarda gli amori, negli anni ’40 conobbe l’attore e regista, suo collega a teatro e al cinema Vittorio Caprioli che nel 1960 diventa marito di Franca Valeri, i due si uniscono in matrimonio a Ventimiglia, nella Chiesa di Sant’Agostino, dalla relazione nessun figlio. Nel 1974, la coppia divorziò. Dopo il matrimonio, l’attrice è stata legata sentimentalmente al direttore d’orchestra Maurizio Rinaldi. La loro storia è durata dieci anni fino alla morte di Rinaldi avvenuta nel 1995.

L’attrice e sceneggiatrice, che non ha avuto figli ha rivelato di essere la madre adottiva della cantante lirica, Valeria Bonfadelli.

Vive da molti anni a Trevignano Romano, in una bellissima villa sulle sponde del lago di Bracciano che ha donato al WWF. Nel 2011 gli è stata conferita una laurea ad Honorem in Scienze dello Spettacolo.

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano l’ha insignita del titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Indossa la stella di david e ha sempre dichiarato di essere orgogliosa della sua identità ebraica.

Ha una grande passione per l’Opera e ama moltissimo gli animali. Ha 3 cani e 2 gatti ed ha anche fondato l’Associazione Onlus Pro assistenza animali abbandonati. Nel borgo dove abita gestisce un rifugio per trovatelli e randagi.

Dalle ultime apparizioni in scena, molti hanno notato che l’attrice ha qualche difficolta e fa un pò fatica a parlare. Si è parlato molto della malattia di Franca Valeri, si è pensato avesse il Parkison, ma è stata lei stessa a smentire dicendo che si tratta come suo padre, di tremore essenziale.

Ama leggere il poeta e scrittore francese Paul Valery e per questo ha scelto su suggerimento di una sua amica, di chiamarsi Valeri.

Volto di tanti personaggi, Franca Maria Norsa attrice

Diversamente che della sua vita privata, chi Franca Valeri attrice ci è più facile raccontarlo, guardando i suoi film e studiando i suoi personaggi, da cui restano citazioni e frasi famose.

Ripercorriamo ora la lunga e brillante carriera, iniziata quando era ancora un’adolescente.

E’ cresciuta frequentando il teatro di prosa ed ha iniziato a recitare già prima della guerra, quando da adolescente con le sue amiche allestiva dei teatrini per amici e parenti.

Proprio qui nascono i tre personaggi più conosciuti che ha impersonificato: la signorina snob, una perfetta milanese, che ostenta ricchezza ma nasconde solo infelicità, Cesira la manicure, che criticava ironicamente l’ipocrisia della borghesia milanese e la signora Cecioni, una popolana romana sempre al telefono con mammà.

Ha esordito a teatro nel 1949 quando è entrata far parte della compagnia del teatro dei Gobbi, con cui si traferisce a Parigi. Qui porta in scena i cosiddetti Carnets de notes, una serie di Sketch satirici sulla società contemporanea senza costumi o scenografia.

Negli anni cinquanta inizia la carriera nel mondo del cinema debuttando con il regista Federico Fellini nel film  Luci del Varietà. Film, commedie e poi negli sessanta arriva anche la televisione con vari varietà e sceneggiati.

Nella sua vita privata e professionale non sono mai mancati riferimenti antifascisti, l’ultimo è del giorno in cui ha compiuto 100 anni in cui ha dichiarato al Corriere “Vidi Mussolini in piazzale Loreto, non mi fece pena. Da ebrea ho sofferto.”

Dunque nessuna malattia, Franca Valeri non ha il Parkinson e certamente non è morta come molti hanno detto, oggi ha cento anno e come lei ha dichiarato è più viva che mai.

Film e spettacoli, chi Franca Valeri personaggio caratterista

Sono i suoi film, personaggi e frasi a dirci chi Franca Valeri i, frasi celebri sulla sinistra, e detta, sul giornalismo e sulla vita e non solo, molti sono i riconoscimenti avuti in vita e morte.

La carriera della caratterista – attrice è uno scrigno prezioso pieno di successi, teatrali, cinematografici, ma anche come scrittrice, caratterista e non solo.

Grande appassionata dell’opera lirica, nella sua carriera si è dedicata anche alla regia operistica.

Negli anni sessanta è diventata una delle colonne portanti del varietà televisivo. Tra i programmi ricordiamo Studio Uno e Sabato Sera.

Ha anche pubblicato una serie di dischi in cui ha registrato i suoi personaggi femminili. Negli anni settanta poi prende parte alla stagione di successo degli sceneggiati televisivi della Rai.

E’ anche autrice di commedie di successo come per citarne alcune: Lina e il cavaliere, Tosca e altre due e Meno storie. Non sono mancate poi le serie tv di cui è stata protagonista come Caro Maestro e Papà prende moglie.

Nella carriera non è mancata nemmeno la radio con una serie di trasmissioni radiofoniche. Uno dei suoi talenti oltre la recitazione, è anche la scrittura. Ha infatti pubblicato molti libri tra cui il racconto autobiografico Bugiarda no, reticente.

Ha recitato con Alberto Sordi, Totò, Nino Manfredi, Gino Bramieri, Vittorio De Sica e altri grandi nomi del cinema tra cui Dino Risi e Mario Monicelli. I suoi must sono i personaggi femminili, le donne “perché le conosco” ha dichiarato.

Nel 2020, alla soglia dei cento anni ha ricevuto il David Speciale alla carriera. Così l’attrice ha commentato: “Sono felice di ricevere questo premio, e ringrazio chi ha pensato di darlo a me: i riconoscimenti fanno piacere, inutile negarlo. Però l’unica conferma che ho sempre trovato rassicurante nella mia vita è la risata del pubblico: non c’è nulla di più esaltante”

Anagrafica Principale
Ha tagliato il traguardo dei cento anni, attrice e sceneggiatrice, è entrata nella storia del teatro e del cinema italiano. Una diva, un'artista unica che non verrà mai dimenticata, un'attrice che abbiamo conosciuto non solo a teatro, ma anche al cinema. Attrice dai mille volti e dalle mille sfumature, ha ricevuto il David di Donatello alla carriera.
Nome e CognomeFranca Valeri
Data di nascita31/07/1920
Luogo di nascitaMilano
ProfessioneAttrice
Anagrafica Principale
Ha tagliato il traguardo dei cento anni, attrice e sceneggiatrice, è entrata nella storia del teatro e del cinema italiano. Una diva, un'artista unica che non verrà mai dimenticata, un'attrice che abbiamo conosciuto non solo a teatro, ma anche al cinema. Attrice dai mille volti e dalle mille sfumature, ha ricevuto il David di Donatello alla carriera.
Nome e CognomeFranca Valeri
Data di nascita31/07/1920
Luogo di nascitaMilano
ProfessioneAttrice
© Riproduzione Riservata
avatar Francesca Di Stasio Ho una laurea in Lingue e Culture straniere e una passione per la scrittura che coltivo da diversi anni. Amo imprimere idee, eventi, storie non solo sulla pagina ma anche attraverso la fotografia. Sono un'esploratrice appassionata di luoghi, culture e tradizioni. Vado alla scoperta di nuovi sapori e io stessa mi diletto in cucina nella creazione di piatti originali. Adoro viaggiare. Credo che i viaggi e le nuove esperienze siano una fonte preziosa di arricchimento personale. Impegno e dedizione mi contraddistinguono. I miei interessi spaziano ​dalla cultura allo spettacolo, dall'attualità alla musica. Con minuziosità e accuratezza sono alla costante ricerca di informazioni, fatti, avvenimenti, curiosità da trasmettere ai lettori. Per il Portale Controcampus curo la rubrica "Il Personaggio." Ritratti e biografie di personaggi noti. Una lente di ingrandimento sulla loro vita alla ricerca di segreti inconfessati e lati nascosti senza tralasciare alcun dettaglio e lasciando emergere, attraverso la scrittura, solo ciò che è autentico e veritiero. Leggi tutto