• Google+
  • Commenta
25 Marzo 2019

Premio David di Donatello: a chi viene dato, regolamento e storia

Stauetta Premio David di Donatello
Stauetta Premio David di Donatello

Stauetta Premio David di Donatello

Ecco cos’è il premio David di Donatello dell’Accademia del Cinema Italiano: a chi viene data la statua premio dei migliori film del cinema, novità sul regolamento, storia e giuria.

Scopriamo insieme cos’è il David di Donatello statuetta premio del cinema Italiano, corrispettivo degli Oscar americani e del francese Festival di Cannes.

Il David di Donatello è il premio più prestigioso del cinema italiano, assegnato ogni anno a film, documentari e cortometraggi, italiani e stranieri.

Diverse sono infatti le categorie di concorso, per ognuna delle quali sono previste cinque nomination. Anche se il premio più ambito resta il David per il miglior film italiano.

Ma quali sono le origini del premio del premio dei migliori film del cinema Italiano e perché è stata utilizzata una statua del David come premio?

I Premi David di Donatello sono organizzati dalla Fondazione Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello e dalla RAI è hanno una lunga storia. La cerimonia di premiazione è trasmessa ogni anno in diretta tv in prima serata su Rai 1.

La prestigiosa manifestazione è stata istituita nel 1955. La prima cerimonia di premiazione risale al 1956. Le pellicole Pane amore e… e Le grandi manovre sono premiate per la produzione italiana, Vittorio De Sica e Gina Lollobrigida sono i Migliori attori protagonisti. Nel corso degli anni la kermesse ha mantenuto il suo successo, anche grazie ai continui aggiornamenti.

Dalla riforma del regolamento premi, alla modifica della modalità di voto, a nuove regole di ammissione dei film in concorso. Tra le ultime novità anche l’introduzione di un nuovo premio, il David dello Spettatore. Tutta una serie di interventi attraverso i quali l’Accademia del Cinema Italiano punta a rinnovarsi per restare al passo con i tempi.

Ma scopriamo ora nel dettaglio tutte le categorie di premi in concorso, il regolamento, la giuria e tutte le curiosità legate alle statuetta dorata.

Cos’è il Premio David di Donatello e a chi viene data la statuetta dell’Accademia del Cinema

20 sono i Premi David previsti per il cinema italiano. Si tratta del premio per il miglior film, per la regia, per il miglior regista esordiente. Alla sceneggiatura sono dedicati i premi miglior sceneggiatura originale e miglior sceneggiatura non originale. Nella categoria produzione è invece previsto il premio al miglior produttore.

Per quanto riguarda gli attori ci sono le categorie: attrice protagonista, attore protagonista, attrice non protagonista, attore non protagonista. Poi c’è il premio miglior autore della fotografia, miglior musicista, e migliore canzone originale. Altri premi sono dedicati alla scenografia, ai costumi, al trucco e all’acconciatura. Infine altre categorie sono quella della montatura, suono, effetti visivi VFX.

Altri due premi importanti sono quello per il miglior Documentario e quello per il miglior Cortometraggio. Al cinema straniero è invece dedicato l’ambitissimo Premio David per il cinema straniero.

Al Premio David Giovani, che vede in giuria tremila studenti italiani votare in via telematica, dal 2019 si affianca il David dello spettatore. Il riconoscimento andrà al film, uscito entro il 31 dicembre di ogni anno. E che avrà totalizzato il maggior numero di spettatori e presenze calcolate entro la fine di febbraio.

Come partecipare al premio cinematografico più famoso d’Italia

Possono partecipare ai Premi David di Donatello tutti i film di finzione italiani e stranieri usciti in Italia nel corso dell’anno, nelle sale cinematografiche di almeno 5 città, con una tenitura minima di 7 giorni.

Variegata la composizione della Giuria. La cui lista di nomi è resa pubblica e consultabile sul sito ufficiale dell’Accademia del Cinema Italiano. Ai componenti dell’Assemblea dei soci e del Consiglio direttivo dell’accademia si aggiungono i Candidati e i Premiati con il David di Donatello. A questi si aggiunge un gruppo di giurati di chiara fama o di riconosciuta competenza della cultura.

Infine una curiosità: la kermesse prende il nome dal premio, una riproduzione in oro di Bulgari della statua del David di Donatello.

Google+
© Riproduzione Riservata