Chi è Matteo Brigandì: biografia del politico della Lega Nord

Francesca Di Stasio 24 Agosto 2020

Avvocato e politico della Lega Nord, chi è Matteo Brigandì: biografia, età, vita privata, moglie e figli e contatti politici a partetire da Matteo Salvini, dell'ex parlamentare.

Laureato in giurisprudenza, nel corso degli anni ha ricoperto vari incarichi legislativi. Avvocato, è stato parlamentare e senatore bossiano della Lega Nord guidata da Matteo Salvini.

Eletto al Senato nel 1994, è stato uno dei primi legali del Senatùr Umberto Bossi.

È stato un componente del Consiglio Superiore della Magistratura. Nella sua carriera ha più volte incrociato giudici e magistrati, non solo in veste di avvocato, ma per vari provvedimenti e indagini di cui è stato oggetto.

Ha accusato il leader Matteo Salvini di avergli rubato ben 6 milioni di euro.

Ma qual è la sua storia politica, origine, istruzione e vita privata prima di essere un politico della Lega Nord?

Dal profilo Facebook Matteo Brigandì, chi è quali sono i suoi contatti ci saranno più chiari, dal curriculum leggeremo quanti anni ha, con chi è sposato e quanti figli ha.

Chi è Matteo Brigandì: biografia, curriculum, età, e vita privata del politico della Lega Nord

Per scoprire chi è Matteo Brigandì: Facebook e Twitter del politico della Lega di Matteo Salvini, ci serviranno come il suo curriculum, innanzitutto per sapere quanti anni ha, moglie e figli.

E’ piemontese, ma  è nato a Messina, il 20 marzo del 1952, oggi ha 68 anni ed è del segno zodiacale dei Pesci. Sul suo profilo FB si legge Padania Indipendente, è quindi uno dei sostenitori leghisti tradizionali della corrente di Bossi.

Dopo il diploma di maturità, ha deciso di proseguire gli studi e si è iscritto alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Torino, dove ha conseguito la laurea.

E’ avvocato patrocinante in Cassazione ed è stato il legale del Carroccio e del fondatore della Lega Umberto Bossi. È stato “Procuratore Generale” della Padania.

Per quanto riguarda la vita privata dell’avvocato ed ex senatore della Lega non so si hanno molte notizie. Non sappiamo per esempio se sia sposato o se abbia dei figli.

Politico della Lega Brigandì derubato da Salvini

Molti associano il suo nome oggi alle accuse mosse contro Matteo Salvini che come l’ex parlamentare sostiene, “ha rubato 6 milioni di euro”, ma chi è Matteo Brigandì per la stessa giustizia pochi lo sanno.

Certo un avvocato, cassazionista e componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ma anche lui ha avuto non pochi problemi con i giudici. Sono tanti i processi ancora sospesi, i provvedimenti, le indagini di cui è stato o è oggetto.

Nel febbraio del 2011 è stato indagato dalla Procura di Roma, per abuso d’ufficio, per aver passato delle carte secretate al csm riguardanti il PM Ilda Boccassini. Magistrato nel caso Ruby che vede imputato il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi. È stato condannato in primo grado a 2 anni di reclusione.

Imputato per patrocinio infedele e autoriciclaggio, è stato condannato a 2 anni e 2 mesi di reclusione. E al risarcimento di un milione e 870mila euro alla Lega che si è costituita parte civile. Nei suoi confronti è stato anche disposto il sequestro conservativo dei beni.

Ha accusato il leader della Lega Matteo Salvini, di avergli rubato 6 milioni di euro. In una denuncia indirizzata alla Procura di Milano datata 12 agosto 2020, l’ex senatore del Carroccio parla di una scrittura privata. Una sorta di contratto in cui l’ex parlamentare rinunciava ai 6 milioni di euro. Soldi che il partito gli avrebbe dovuto versare per 13 anni di lavoro, di parcelle arretrate.

Salvini in cambio avrebbe dovuto garantire attraverso una serie di azioni che il pensiero politico di Bossi non fosse come detto da Brigandì gettato alle “ortiche”. L’avvocato leghista sostiene che nulla di quanto era stato stipulato nell’accodo sia stato rispettato da Salvini. E per questo parla addirittura di una truffa da ben 6 milioni di euro ai suoi danni.

Senatore e deputato, chi è Matteo Brigandì politico della Lega Nord

Come principale esperienza politica, quella da parlamentare e senatore, i suoi contatti sono legati alla Lega Nord, ma chi vuole sapere chi è Matteo Brigandì oggi intende conoscerne origini e anche attività attuali. Ripercorriamo la carriera politica dell’ex senatore bossiano.

E’ stato eletto per la prima volta in Senato nel 1994. Nel 1998 è candidato con la Lega come membro laico del Consiglio superiore della Magistratura, ma nonostante i 225 voti non venne eletto.

Dal 2000 invece è stato consigliere regionale in Piemonte e nel 2002 assessore al Commercio estero e alla Formazione con delega al Legale e al Contenzioso. Accusato di corruzione, lasciò gli incarichi. Venne poi, assolto in appello.

Nel 2006 è stato eletto alla Camera nella circoscrizione IV (Lombardia 2). Nel 2008 viene rieletto nella circoscrizione XIV (Marche). Il 29 luglio 2010 viene eletto dal Parlamento come Componente laico del Consiglio superiore della Magistratura con 627 voti della Lega.

Il 13 aprile del 2011 il Plenum del Consiglio superiore della Magistratura ha dichiarato la sua decadenza. Per non essersi dimesso in tempo dal ruolo di amministratore della società commerciale Fin Group. La legge ha stabilito l’incompatibilità tra l’essere l’amministratore di una società e un consigliere del csm.

Sono tanti gli incarichi che ha ricoperto nel corso della sua carriera politica. È stato: Membro della Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari, membro della Commissione permanente (Giustizia), membro della Commissione permanente (Finanze e tesoro), membro sostituto del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa, membro e Vicepresidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione dei responsabili delle stragi.

Anagrafica Principale
Avvocato, è stato parlamentare e senatore bossiano della Lega Nord. Laureato in giurisprudenza, nel corso degli anni ha ricoperto vari incarichi legislativi. Eletto al Senato nel 1994, è stato uno dei primi legali del Senatùr Umberto Bossi. Nella sua carriera ha più volte incrociato giudici e magistrati, non solo in veste di avvocato, ma per vari provvedimenti e indagini di cui è stato oggetto.
Nome e CognomeMatteo Brigandì
Data di nascita20/03/1952
Luogo di nascitaMessina
ProfessioneAvvocato
Anagrafica Principale
Avvocato, è stato parlamentare e senatore bossiano della Lega Nord. Laureato in giurisprudenza, nel corso degli anni ha ricoperto vari incarichi legislativi. Eletto al Senato nel 1994, è stato uno dei primi legali del Senatùr Umberto Bossi. Nella sua carriera ha più volte incrociato giudici e magistrati, non solo in veste di avvocato, ma per vari provvedimenti e indagini di cui è stato oggetto.
Nome e CognomeMatteo Brigandì
Data di nascita20/03/1952
Luogo di nascitaMessina
ProfessioneAvvocato
© Riproduzione Riservata
avatar Francesca Di Stasio Ho una laurea in Lingue e Culture straniere e una passione per la scrittura che coltivo da diversi anni. Amo imprimere idee, eventi, storie non solo sulla pagina ma anche attraverso la fotografia. Sono un'esploratrice appassionata di luoghi, culture e tradizioni. Vado alla scoperta di nuovi sapori e io stessa mi diletto in cucina nella creazione di piatti originali. Adoro viaggiare. Credo che i viaggi e le nuove esperienze siano una fonte preziosa di arricchimento personale. Impegno e dedizione mi contraddistinguono. I miei interessi spaziano ​dalla cultura allo spettacolo, dall'attualità alla musica. Con minuziosità e accuratezza sono alla costante ricerca di informazioni, fatti, avvenimenti, curiosità da trasmettere ai lettori. Per il Portale Controcampus curo la rubrica "Il Personaggio." Ritratti e biografie di personaggi noti. Una lente di ingrandimento sulla loro vita alla ricerca di segreti inconfessati e lati nascosti senza tralasciare alcun dettaglio e lasciando emergere, attraverso la scrittura, solo ciò che è autentico e veritiero. Leggi tutto