• Rinaldi
  • Quarta
  • Meoli
  • Quaglia
  • Cocchi
  • Valorzi
  • De Luca
  • Califano
  • Bonetti
  • Rossetto
  • Algeri
  • Romano
  • Andreotti
  • Miraglia
  • Tassone
  • Pasquino
  • Coniglio
  • Boschetti
  • Dalia
  • Buzzatti
  • Scorza
  • Grassotti
  • Romano
  • Casciello
  • Paleari
  • Ward
  • Cacciatore
  • di Geso
  • Santaniello
  • Napolitani
  • Carfagna
  • Gelisio
  • Bruzzone
  • Alemanno
  • Liguori
  • Leone
  • Baietti
  • Falco
  • Mazzone
  • Barnaba
  • Catizone
  • Crepet
  • De Leo
  • Bonanni
  • Gnudi
  • Chelini

Chi è Patrick Zaki oggi: età, biografia, storia e caso Le Iene

Antonella Acernese 15 Dicembre 2020
A. A.
19/06/2021

Storia dell'attivista e ricercatore egiziano, chi è Patrick Zaki oggi: biografia, vita privata, età, perché è stato arrestato al Cairo, foto e video da Le Iene.

Giovane attivista egiziano, da sempre impegnato nella difesa dei diritti umani, in particolare dei cristiani e delle minoranze oppresse in Egitto.

Nel 2019 si iscrive all’Università di Bologna, frequenta un master internazionale, “Gemma”, dell’Erasmus Mundus in Studi di genere e sulle donne.

Il 7 Febbraio il giovane ricercatore, di rientro da Bologna alla sua città natale in Egitto per una breve vacanza, è arrestato dalla polizia in aeroporto. Ancora oggi è detenuto nel carcere di Tora, considerato uno dei peggiori al mondo per i sistemi di torture usati verso i prigionieri.

La vicenda ricorda da vicino quella del ricercatore italiano Giulio Regeni, torturato e ucciso dai servizi segreti egiziani nel 2016. Si tratta ancora una volta, di un caso di persecuzione verso attivisti politici, in un Paese dove vige l’intolleranza e la repressione.

Le Iene hanno aperto un’inchiesta sul caso intervistando un amico del giovane, Amr, che ha raccontato la storia del ricercatore.

Come detto un caso che ricorda la storia di Giulio Regeni, Patrick Zaki chi è, quanti anni ha, origini, dove vive, famiglia e vita privata, anche in questo caso lo scopriremo soprattutto grazie agli importati sviluppi del caso e servizi condotti da Le Iene.

Chi è Patrick Zaki oggi: biografia, vita privata, storia e perché è stato arrestato al Cairo il ricercatore

Per scrivere una biografia che ci dica chi è Patrick Zaki, news, e Facebook dell’attività, ci aiuteranno per sapere della sua vita privata, anziché la storia del suo arresto raccontata da Le Iene.

Nato a Mansoura, nel nord est d’Egitto, il 16 Giugno 1991. Della sua vita privata sappiamo molto poco se non notizie notizie biografiche quali dove è nato, e quanti anni ha.

Giovane determinato, ambizioso, dall’animo gentile e coraggioso. Dalla figura affabile e cordiale, ha folti capelli mossi e occhiali con una spessa montatura. Sin dalla giovane età mostra interesse per il campo dei diritti umani.

Nel 2011 scoppia la rivoluzione egiziana, durante la quale il giovane assiste a massacri e violenze. Da quel momento decide di dedicare la sua vita all’attivismo per i diritti umani.

Con la fine della rivoluzione inizia la presidenza di al-Sisi. Il clima politico si fa teso, aumenta la paura ma non per il giovane ricercatore che lascia gli studi e inizia a lavorare nel 2017 per l’Egyptian Initiative for Personal Rights (EIPR). Una delle maggiori organizzazioni egiziane nel difendere i diritti umani e civili.

Nel 2019 il ricercatore decide di riprendere gli studi. Si trasferisce a Bologna per il programma Erasmus Mundus dell’Unione Europea con il master in Studi di genere e sulle donne, e a cui fa parte il progetto HERMES.

E’ il 7 Febbraio quando il ricercatore rientra in Egitto per una breve vacanza presso la sua famiglia. Atterrato all’aeroporto del Cairo, la polizia lo arresta senza un apparente motivo.

E’ accusato di essere un terrorista, di diffondere notizie false sui social con lo scopo di minare l’ordine sociale e la sicurezza pubblica. Ancora, è accusato di istigazione alla violenza e di incitamento alla protesta per il rovesciamento dello Stato.

La storia dell’attivista Zaki in carcere al Cairo: cosa ha fatto

Oggi dalle ultime notizie sappiamo chi è Patrick Zaki prima di essere arrestato al Cairo, ma cosa ha fatto e perché é stato arrestato non tutti lo sanno se non grazie a servizi de Le Iene e racconti delle associazioni internazionali ed egiziane a favore dei diritti umani.

Ma andiamo per ordine partendo proprio dell’associativo l’EIPR. Associazione per cui lavorava il ricercatore e che racconta la storia dell’arresto, ripresa e denunciata da Amnesty International.

Proprio l’associazione egiziana racconta che, dopo l’arresto, il giovane è stato sottoposto ad un lungo interrogatorio di 17 ore a cui sono seguite minaccie e torture, con lo scopo di indagare sugli interessi e impegno dell’attivista.

Sotto accusa sono finiti alcuni suoi post su Facebook. Recenti pubblicazioni farebbero apparire il giovane come incline alla violenza, nonché il suo interesse sarebbe stato quello di rovesciare il governo in Egitto. Il giovane si è da subito dichiarato estraneo ai fatti e innocente. Ha infine chiesto di verificare l’autenticità delle pubblicazioni.

Giulio Regeni, Patrick Zaki e molti altri attivisti sono accomunati da eguale sorte, considerati oppositori politici, detenuti in prigione solo perché rivali del governo e perché difensori dei diritti civili.

Ad oggi la giustizia non ha ancora avuto risultati. Le ultime notizie che lasciavano sperare in Patrick Zaki libero, sono state smentite, lo studente egiziano dove rimanere in carcere per altri 45 giorni. Intanto secondo le ultime news sono giunte notizie del ricercatore arrestato che ha chiesto antidolorifici alla famiglia, dichiarandosi provato mentalmente.

Le Iene hanno aperto un’inchiesta sul caso con un’intervista esclusiva ad un amico dell’attivista, Amr che, racconta dettagli della storia e dell’arresto. Il programma di Italia Uno si è rimesso in contatto con Amr dopo la notizia del prolungamento dell’arresto di oltre 45 giorni. “Una decisione priva di senso e logica” – afferma l’intervistato -.

Quali sono le sue idee, chi è Patrick Zaki attivista e ricercatore

Non solo la storia raccontata da Le Iene, Patrick Zaki chi è lo leggiamo nei profili Facebook e Twitter aperti in suo sostegno, dai quali si evince il suo pensiero politico.

Il ragazzo pubblicava i suoi pensieri legati alla lotta per i diritti di tutte le minoranze oppresse. Era il coordinatore della campagna per supportare le comunità cristiane cacciate dal nord del Sinai e lottava per i diritti della comunità Lgbt.

A settembre, aveva pubblicato un articolo sulle violazioni dei diritti delle persone Lgbt in Egitto, raccontando gli scontri avvenuti contro chi aveva esposto bandiere arcobaleno al concerto della rock band libanese Mashrou’ Leila (il cui front man è omosessuale).

Il giovane ricercatore raccoglieva dati e informazioni sulle violazioni dei diritti in Egitto e le diffondeva pubblicamente. Sarà per questo ragioni, come da più parti detto, che non piaceva al governo di al-Sisi. Un ragazzo informato, colto ed attivo, poteva dare fastidio ad un sistema in cui è forte la repressione interna.

Anagrafica Principale
Patrick Zaky nasce a Mansoura, nel nord est d'Egitto il 16 Giugno 1991. S'impegna sin da giovane nel campo dei diritti umani, battendosi per la tutela dei diritti delle minoranze oppresse. Nel 2017 inizia a lavorare per L'Egyptian Initiative Personal Rights (EIPR), una delle più importanti associazioni dei diritti umani. Nel 2019 si trasferisce a Bologna per conseguire il master "Gemma" del programma Erasmus Mundus, in studi di genere e di donne. Viene fermato ed arrestato all'aeroporto del Cairo il 7 Febbraio 2020, di rientro da Bologna. Su di lui vertono accuse gravi quali quella di istigazione alla propaganda sovversiva e crimini terroristici.
Nome e CognomePatrick Zaky
Data di nascita16/06/1991
Luogo di nascitaMansoura, Egitto
ProfessioneAttivista e ricercatore
Anagrafica Principale
Patrick Zaky nasce a Mansoura, nel nord est d'Egitto il 16 Giugno 1991. S'impegna sin da giovane nel campo dei diritti umani, battendosi per la tutela dei diritti delle minoranze oppresse. Nel 2017 inizia a lavorare per L'Egyptian Initiative Personal Rights (EIPR), una delle più importanti associazioni dei diritti umani. Nel 2019 si trasferisce a Bologna per conseguire il master "Gemma" del programma Erasmus Mundus, in studi di genere e di donne. Viene fermato ed arrestato all'aeroporto del Cairo il 7 Febbraio 2020, di rientro da Bologna. Su di lui vertono accuse gravi quali quella di istigazione alla propaganda sovversiva e crimini terroristici.
Nome e CognomePatrick Zaky
Data di nascita16/06/1991
Luogo di nascitaMansoura, Egitto
ProfessioneAttivista e ricercatore
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto