• Cocchi
  • di Geso
  • Alemanno
  • Casciello
  • Paleari
  • Califano
  • Catizone
  • Algeri
  • Baietti
  • Bonanni
  • Rinaldi
  • Leone
  • Andreotti
  • Rossetto
  • Tassone
  • Barnaba
  • Bruzzone
  • Boschetti
  • Coniglio
  • Falco
  • Scorza
  • Santaniello
  • Crepet
  • Quaglia
  • Liguori
  • Bonetti
  • Dalia
  • Ward
  • Carfagna
  • Gnudi
  • Meoli
  • Romano
  • Napolitani
  • Grassotti
  • Chelini
  • Cacciatore
  • Buzzatti
  • De Luca
  • Romano
  • Pasquino
  • Mazzone
  • Valorzi
  • Quarta
  • Gelisio
  • De Leo
  • Miraglia

Frasi di Ermal Meta: citazioni canzoni famose e di Sanremo

Carolina Campanile 28 Gennaio 2021
C. C.
16/06/2021

Le più belle frasi di Ermal Meta, citazioni canzoni famose e di brani presentati al Festival di Sanremo: aforismi per capire chi è il cantautore albanese.

Nato a Fier, in Albania, e neutralizzato italiano, il cantautore muove i primi passi nel mondo della musica con il gruppo La fame di Camilla.

Dal 2013 inizia la carriera da solista, ma già da anni è in vetta alle classifiche con brani scritti per altri artisti come Francesco Renga, Marco Mengoni e tanti altri. Scrive anche il brano Scintille, presentato dalla cantante Annalisa al tredicesimo Festival di Sanremo.

Il successo arriva con la pubblicazione della prima canzone, Vietato morire, seguita da una partecipazione a Sanremo in coppia con Fabrizio Moro. Ottenuto il primo posto, il duo si esibisce anche all’Eurovision Song Contest, rappresentando l’Italia.

Nei suoi testi ci parla della vita e di tutti i suoi aspetti, belli e brutti, con la delicatezza che lo contraddistingue. Ma anche dell’amore e di sentimenti come la voglia di andare avanti e lasciarsi alle spalle il passato.

Abbiamo così deciso di parlare di lui attraverso la sua musica, e canzoni famose e presentate al Festival di Sanremo, dalle quali traggono ispirazione le più belle citazioni, aforismi e frasi di Ermal Meta.

Frasi di Ermal Meta tratte canzoni più belle e famose per capire chi è nella vita privata il cantante

Nelle canzoni di Ermal Meta frasi dei suoi versi ci dicono chi è il cantante albanese, i suoi brani parlano infatti della sua vita, del tempo che passa, ma anche dell’amore.

Ecco perché le sue canzoni famose e brani cantati al Festival di Sanremo, sono condivisi su Facebook e Instagram non solo dai suoi fan.

  • Io non ho perso tempo, ho preso vento per gonfiare le mie vele, navigare in mari sconosciuti. – Il vento della vita
  • Lasciami le stelle, almeno so con chi parlare. A chi rivolgermi stanotte, perché tu non puoi restare. – Le luci di Roma
  • E per predire il futuro lo devi prima inventare, e vale fare di tutto ma non tutto vale. – Pezzi di paradiso
  • Sempre sarai nella tasca destra in alto, in un passo stanco, dentro un salto in alto che mette i brividi. – A parte te
  • E nonostante le correnti e tutti questi cambiamenti, c’è ancora luce dentro gli occhi, c’è ancora aria nei polmoni. – Volevo dirti
  • Tra le mie rughe, che assomigliano sempre di più alle tue. – Lettera a mio padre
  • Non sei mai stata mia, eppure ti ritrovo in me come un ricordo senza origine. – Schegge
  • Ti ho dato un pezzo di cuore, ma stai attenta perché era l’ultimo che avevo. – Voce del verbo
  • Ma il cielo che hai lasciato, ti aspetta qui con me. – New York
  • E pochi sanno com’è avere il fuoco negli occhi che carbonizza i pensieri, e accende i sogni. – La vita migliore
  • Ogni cuore ha le sue pieghe, ogni volto ha le sue rughe. – Ragazza paradiso
  • E mi sembra di sbagliare, ma è lasciando andare che diventi più forte. – Mi salvi chi può

Citazioni Ermal Meta di canzoni famose del cantante

Tante volte ci parla di lui attraverso la musica e frasi che ci dicono chi è il cantautore albanese più amato in Italia.

Oltre che dai brani famosi ci sono tante frasi di Ermal Meta, tratte dalle canzoni di Sanremo, citazioni e aforismi che affrontano argomenti diversi: dall’amore alla voglia di andare avanti e non guardare al passato. Eccone alcune.

  • E vomito poche parole che non hanno senso, solo per riuscire a farmi spazio fra i pensieri che si affollano. – Amore alcolico
  • Le cicatrici sono le cerniere del passato. – Finirà bene
  • Siamo macchine inventate da una mente un po’ animale, che un battito e un ruggito sono sempre un rituale. – No satisfaction
  • E chissà dove finisce il mare, dove la gente traccia il suo confine oltre il quale non ci sono strade. Dove non chiudi gli occhi per sognare. – Pezzi di paradiso
  • Stanco di chi cambia faccia come il vento. – Umano
  • Volevo dirti tutto come se fosse un lungometraggio, ma avrei dovuto fare prima un’overdose di coraggio. – Bionda
  • Non abbiamo armi per comandare il tempo. – Non abbiamo armi
  • Cerco il mio futuro, gli occhi di qualcuno. Uno, centomila, non c’è più nessuno. – Umano
  • Lo sai che mi sfiorano i pensieri che, mai, non li afferro mai. – Schegge
  • Quanta forza servirà per diventare debole, per distruggere lo scudo che mi difende da sempre. – Voce del verbo
  • Che bel rumore che fanno le cose, quando iniziano. – Voodoo love
  • E mi sembra di rubare quando guardo dentro gli occhi della gente. – Mi salvi chi può
  • Dicono che adesso siamo troppi sulla terra, che parlando forte non si sente più la guerra. – Dall’alba al tramonto
  • Oggi con la tristezza condivido la stanza. – Caro Antonello

Dalla canzoni cantate a Sanremo frasi di Ermal Meta da condividere

Nei suoi testi affronta vari temi, dalla vita ai sentimenti comuni a tutti come rabbia, felicità e voglia di andare avanti.

Ma quando parliamo dei suoi brani non possiamo non citare le frasi di Ermal Meta d’amore  tratte dalle canzoni famose e presentate al Festival di Sanremo, da condividere e dedicare al proprio lui e lei.

  • Siamo due gocce dello stesso mare. – Ragazza paradiso
  • Io posso stare senza te, ma non senza il tuo sorriso che come una cometa cancella il buio dal mio viso. – Voodoo love
  • Sincronizza con me ogni tuo singolo battito. – Gravita con me
  • Quando parli con me mi salvi spesso la vita, senza guardare dentro ogni mia ferita. – Bionda
  • La tua pelle sarà lo scudo che avrai, un abbraccio sarà il posto in cui dormirai. – Molto bene, molto male
  • Ti ho chiamata a bassa voce, ma tu non mi rispondi. Fra tutti i cuori in giro, dimmi in quale ti nascondi. – Le luci di Roma
  • Questo non è buio, sono solo gallerie. Questa pioggia unisce le tue lacrime e le mie. – Finirà bene
  • Sempre sarai l’eccezione di un difetto, un respiro lento che scandisce il tempo. – A parte te
  • Sai come stringermi senza incatenare. – Schegge
  • E sono stato senza te, ma tu c’eri sempre. Seppellita nel mio domani come fossi un seme. – Voodoo love
  • Dicono che non c’è niente di più fragile di una promessa, ed io non te ne farò nemmeno una. – Piccola anima
  • Vorrei prenderti per mano, dirti che il dolore è solo un’invenzione dell’America. – La vita migliore
  • E senza difese il tuo respiro indosserò. – Voodoo love
  • Se ci perdiamo, amore, saprò che cosa fare, perché so quasi sempre da quale parte è il mare. – Dall’alba al tramonto
Le più belle frasi di Ermal Meta: citazioni per Facebook e Whatsapp

Dal nulla al Festival di Sanremo a giudice di Amici di Maria de Filippi, le sue canzoni arrivano al cuore di tutti e addirittura nei libri delle prove invalsi.

Ed è anche per questo che tanti su Facebook e Instagram condividono le frasi di Ermal Meta, le sue citazioni e aforismi raccontano momenti di vita, e sentimenti come l’amore e la voglia di andare avanti.

  • Ti ricordi quand’eri bambino, con i sogni legati al cuscino? – Odio le favole
  • E la paura frantumava i pensieri, che alle ossa ci pensavano gli altri. – Vietato morire
  • Scorre un fiume e assomiglia alla vita, e la nostra sembra in salita. – Odio le favole
  • Braccia senza mani, faccia senza nomi. Scambiamoci la pelle, infondo siamo umani. – Non mi avete fatto niente
  • E la fatica che hai dovuto fare, da un libro di odio ad insegnarmi l’amore. – Vietato morire
  • Odio le favole e il gran finale, perché quello che conta è qualcosa per cui una fine non c’è. – Odio le favole
  • A Nizza il mare è rosso di fuochi e di vergogna, di gente sull’asfalto e sangue nella fogna. – Non mi avete fatto niente
  • Hai smesso di sognare per farmi sognare. – Vietato morire
  • A Londra piove sempre, ma oggi non fa male il cielo, non fa sconti neanche a un funerale. – Non mi avete fatto niente
  • E ricorda che l’amore non colpisce in faccia mai. – Vietato morire
  • Galassie di persone disperse nello spazio, ma quello più importante è lo spazio di un abbraccio. – Non mi avete fatto niente
  • Ti ricordi le notti a parlare e a incollare la luna nel cielo con un dito? Poi farla sparire come una sposa dietro al suo velo di sudore. – Odio le favole
  • Lo sai che una ferite si chiude, e dentro non si vede. – Vietato morire
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Carolina Campanile Diplomata in Scienze del Turismo, sono iscritta alla Facoltà di Lettere Moderne alla Federico II. La passione per la scrittura nasce sin da piccola, quando nella mia stanzetta inventavo fiabe che ancora oggi custodisco gelosamente. Appassionata di letteratura e di arte, con gli anni ho iniziato ad interessarmi anche a ciò che è successo e succede nel mondo. Sensibile ai problemi che il pianeta (e l'uomo) affronta quotidianamente, per ControCampus scrivo prettamente per la rubrica Giornate e festività. L'idea nasce dalla volontà di raccogliere tutte le ricorrenze il cui obiettivo è sensibilizzare gli animi. Gli articoli trattano vari temi, dal problema dell'inquinamento alle malattie per le quali non ancora esiste una cura specifica. In passato ho scritto per la rubrica Il Personaggio e Frasi, dove ogni tanto mi ritroverete. Leggi tutto