• Gelisio
  • Buzzatti
  • Mazzone
  • De Leo
  • Bonanni
  • Rinaldi
  • Quaglia
  • Baietti
  • Casciello
  • Miraglia
  • Tassone
  • Rossetto
  • Algeri
  • Chelini
  • Scorza
  • di Geso
  • Leone
  • Dalia
  • Bonetti
  • Meoli
  • Ferrante
  • Napolitani
  • De Luca
  • Liguori
  • Carfagna
  • Cacciatore
  • Romano
  • Bruzzone
  • Catizone
  • Boschetti
  • Pasquino
  • Cocchi
  • Andreotti
  • Falco
  • Grassotti
  • Alemanno
  • Paleari
  • Romano
  • Santaniello
  • Barnaba
  • Crepet
  • Ward
  • Quarta
  • Gnudi
  • Califano
  • Coniglio
  • Valorzi

Esami maturità 2021: come saranno, date e novità MIUR

Antonella Acernese 1 Aprile 2021
A. A.
27/07/2021

Novità esami maturità 2021 in presenza, solo orale, videoconferenza per alunni degenti in luoghi di cura: cosa cambia, ordinanza miur, materie, date e tesina.


Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la nuova ordinanza ministeriale n.53 il 4 Marzo 2021, firmata dal ministro Patrizio Bianchi, in cui si spiegano le tanto attese novità sull’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione per l’anno scolastico 2020 /2021.

La comunicazione MIUR definisce l’organizzazione e le modalità di svolgimento della prova finale. Lo svolgimento dell’esame di stato 2021: solo un maxi orale, senza prove scritte e tesine, ma un elaborato originale.

Quali sono le novità dal MIUR nell’ordinanza, cosa cambia e come si svolgeranno gli esami di maturità 2021 in presenza, sarà il professore Rocco De Leo a spiegarcelo.

Come saranno gli esami di maturità 2021: cosa cambia secondo le novità comunicate dal MIUR

A fare discutere nelle ultime settimane, sono le principali novità sugli esami di maturità 2021 date e materie sono stabilite, mentre sull’ammissione di tutti gli studenti si attendono conferme. Di certo c’è che il colloquio è diviso in quattro parti, come pure è confermata la mancanza delle prove scritte. Il colloquio orale è in presenza, ma è data la possibilità di svolgerlo in videoconferenza ad alunni degenti in luoghi di cura. Stessa cosa vale per le sezioni carcerarie.

Dunque gli studenti maturandi dovranno svolgere un’unica prova orale e in presenza, che consistente in primo luogo nell’esposizione di un ampio e personalizzato elaborato sulle materie di indirizzo dell’istituto di appartenenza. Per poi passare alle altre discipline approfondite nel corso del percorso scolastico. Lo stesso ministro Bianchi ci tiene a sottolineare che non si tratta di una “tesina raffazzonata.”

Entro il 15 maggio 2021 il consiglio di classe elabora un documento. In esso sono indicati i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti.

Questo documento è fondamentale per presentare la classe al Presidente della Commissione, unico esterno e viene  immediatamente pubblicato all’albo on-line dell’istituzione scolastica.

Le commissioni d’esame sono una ogni due classi. Dunque sono costituite da due sottocommissioni, composte ciascuna da sei commissari appartenenti all’istituzione scolastica, con presidente esterno unico.

Prova orale maturità: colloquio in quattro parti

Gli articoli 17 e 18 dell’OM spiegano come si svolgeranno gli esami di maturità, e come funziona il maxi orale diviso in quattro parti. A far luce sulla questione sarà il professore Rocco di Leo:

“Come accaduto per l’esame di stato 2020, la pandemia ha costretto il Ministero a rivedere la struttura anche di quello del 2021.

Proprio il colloquio sarà costituito da diverse parti: 

  • a) discussione di un elaborato concernente le discipline caratterizzanti  di ciascun percorso e integrato, in una prospettiva multidisciplinare, dagli apporti di altre discipline o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente, e dell’esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi;
    • a1) esposizione da parte del candidato, eventualmente mediante una breve relazione ovvero un elaborato multimediale, dell’esperienza di PCTO svolta durante il percorso di studi, ma solo nel caso in cui non sia possibile ricomprendere tale esperienza all’interno dell’elaborato di cui alla lettera a);
  • b) discussione di un breve testo, già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, o della lingua e letteratura nella quale si svolge l’insegnamento, durante il quinto anno e ricompreso nel documento del consiglio di classe;
  • c) analisi, da parte del candidato, del materiale scelto dalla sottocommissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline, anche nel loro rapporto interdisciplinare;
  • d) le conoscenze e le competenze della disciplina non linguistica (DNL), veicolata in lingua straniera attraverso la metodologia CLIL.” – Fa sapere il prof Rocco De Leo.-

Date esami maturità 2021 e calendario: scadenza

L’ordinanza MIUR indica il calendario esami di maturità 2021, date e scadenze da rispettare saranno le stesse per tutte le scuole in Italia.

La sessione orale avrà inizio il prossimo 16 giugno alle ore 8.30. Il 14 Giugno è prevista una riunione plenaria  con il presidente e i commissari delle due classi abbinate, presso l’istituto di assegnazione.

I docenti e gli studenti dovranno rispettare una serie di scadenze relative all’assegnazione dell’argomento e la consegna dello stesso.

Per i docenti il 15 maggio, termine per la redazione del documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che il consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame.” – Chiarisce il professore.-

Per gli studenti il 30 aprile per l’assegnazione dell’argomento per l’elaborato, e il 31 maggio per la consegna dello stesso.” – conclude il Pro Rocco De Leo.-

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto