• Pasquino
  • Casciello
  • Bruzzone
  • Quarta
  • Santaniello
  • Cacciatore
  • Rossetto
  • Boschetti
  • Alemanno
  • di Geso
  • Gnudi
  • Carfagna
  • Napolitani
  • Cocchi
  • Catizone
  • Falco
  • Gelisio
  • Romano
  • Buzzatti
  • Chelini
  • Algeri
  • Rinaldi
  • Paleari
  • De Leo
  • Barnaba
  • De Luca
  • Califano
  • Crepet
  • Bonanni
  • Valorzi
  • Mazzone
  • Scorza
  • Bonetti
  • Ward
  • Andreotti
  • Miraglia
  • Tassone
  • Dalia
  • Grassotti
  • Leone
  • Liguori
  • Meoli
  • Quaglia
  • Coniglio
  • Baietti
  • Romano

Bambini portati via ai genitori, strappati alle madri e famiglie

Flavia de Durante 7 Giugno 2021
F. d. D.
16/06/2021

Non sono rari i casi di bambini portati via ai genitori, basti pensare a Bibbiano e ai centinaia di figli strappati alle madri e alle famiglie: il punto dell'avvocato Catizone.

“Bambini allontanati dalle loro famiglie nel Veneziano.” “A Reggio Emilia piccoli tolti a genitori per darli in affido ‘pilotato’. “Caso Bibbiano: lo scandalo che ha sconvolto l’Italia.” Questi sono solo alcuni dei titoli che hanno scosso profondamente migliaia persone nel nostro paese.

La sottrazione di minorenni alle proprie famiglie, in generale, può verificarsi quando viene messo a rischio il benessere del bambino stesso. Questo è chiarito anche dal Consiglio Nazionale degli Assistenti sociali. “Può essere disposto esclusivamente dall’autorità giudiziaria. Ed è il risultato di un percorso di valutazione, multidisciplinare e collegiale. Sulle condizioni di rischio nelle quali vive il minore. Viene quindi adottato solo ed esclusivamente nell’ottica di garantire il minore e il suo benessere”.

Ma, come ci testimoniano i fatti di cronaca, questa regola non viene sempre rispettata. In Italia, infatti, esistono ancora troppe sfumature che lasciano indefiniti i confini legislativi che stabiliscono queste modalità di intervento. Sono infatti numerosissimi i casi di bambini portati via ai genitori ingiustamente, quando gli assistenti sociali tolgono i figli alle madri e alle famiglie senza sufficienti motivazioni.

E non se ne parla abbastanza! Dopo il polverone sollevato dal Caso Bibbiano, certamente si è fatto più caso alla questione. Anche perché innumerevoli testate giornalistiche e programmi tv hanno cercato di fare luce in proposito. Tuttavia, le statistiche dei minori strappati alle famiglie con accuse di violenze mai commesse restano incerte e poco diffuse. Da dati ufficiali, c’è chi parla di 500mila casi. L’ex ministro della Giustizia Bonafede ha riferito che i bambini allontanati dalle proprie famiglie sono stati 12.338 nel periodo Gennaio 2018 – Giugno 2019. Complessivamente, si parla di oltre 160mila minori in venti anni.

Quando gli assistenti sociali ti tolgono i bambini, portati via ai genitori? Come e quando intervengono? Quali sono i motivi per togliere un figlio alla madre? Cerchiamo di analizzare gli aspetti di questo terribile tema, e i casi e motivi di bambini portati via alle famiglie ingiustamente, con l’avvocato familiarista Andrea Catizone.

Allontanamento bambini portati via ai genitori, figli strappati a madri e famiglie senza validi motivi

Come si è detto, sono ancora troppi i casi di bambini portati via ai genitori, motivi validi non sempre verificati o, peggio, falsati. E’ quanto avviene quando i servizi sociali intervengono strappando i figli alle madri ingiustamente. Questi episodi creano danni gravissimi al minore e agli adulti. Specialmente dal punto di vista psicologico. Il dolore, confusione e paura sono crudeli sensazioni. E queste famiglie “spezzate” le porteranno per sempre dentro.

“Purtroppo i casi sono davvero numerosi. Ma la giustizia non mette ancora a disposizione sufficienti strumenti d’aiuto alle famiglie che vivono queste terribili condizioni. In partenza, manca un meccanismo di controllo adeguato. Che regoli proprio i processi di allontanamento dei minori dalle famiglie. Talvolta viene fatto un giudizio sommario da parte di consulenti o tribunali. A volte anche stesso dai servizi sociali, che non sono assolutamente adeguati ad analizzare la complessità di queste difficili situazioni.”– Principia l’avvocato Andrea Catizone.-

“Purtroppo, inoltre, si verificano anche i casi in cui uno dei due genitori collabora al fine di allontanare il minore dalla famiglia. Più di frequente, i padri che si adoperano per fare in modo che le madri vengano considerate non adatte. O non in grado di svolgere il proprio ruolo. Dunque viene sospesa o, addirittura, revocata la responsabilità genitoriale.“- Aggiunge la professionista in diritto.

Fortunatamente, per aiutare le famiglie “spezzate” da questi eventi, è nata una rete di associazioni. L’obiettivo è difendere i genitori a cui sono stati tolti e portati via i figli, quando gli assistenti sociali intervengono ingiustamente. Cosa controllano gli assistenti sociali quando visitano le famiglie, non è sempre chiaramente definito. E queste associazioni lottano, infatti, proprio per evitare processi sommari ed errori giudiziari. E si battono affinché i genitori abbiano il diritto di difendere le proprie ragioni.

Cosa fare quando gli assistenti sociali ti tolgono i bambini

Che fare quando gli assistenti sociali ti tolgono i bambini ingiustamente, quando i piccoli sono portati via ai genitori? Il fenomeno, come abbiamo visto, è più diffuso di quanto si creda. Specialmente perché, purtroppo, a volte, così come nel famoso caso Bibbiano, sulle spalle di queste famiglie distrutte si muovono grosse somme di denaro. E si creano delle vie illegali attraverso le quali si tenta di guadagnare. Sia con l’allontanamento dei minori dalle proprie case, sia con il successivo affido.

“Si possono fare delle denunce a livello penale rispetto a delle relazioni che non sono esattamente corrette. Si possono impugnare dei provvedimenti. O chiedere delle consulenze tecniche. Ovviamente, però, questo comporta delle spese altissime. Che alcune famiglie non riescono ad affrontare. In più, avere un processo di questo tipo costa tantissimo anche in termini di coinvolgimento psicologico.“- Commenta l’avvocato Catizone.-

“Inoltre è importante mettere in evidenza alcune inadeguatezze da parte degli assistenti sociali. Queste, purtroppo, creano i danni più gravi. Servirebbe una maggiore qualificazione da parte loro. E un maggiore controllo generale sulle motivazioni, processi e interventi di sottrazione dei minori alle famiglie.“- Specifica, commentando la triste vicenda dei bambini tolti e portati via ai genitori, cosa fare e come intervenire.-

Sembra che questi interventi di allontanamento dei minori di bambini portati via dai genitori, siano nelle mani di terapeuti e assistenti sociali. Talvolta, queste figure sembrano oscurare persino il giudice. E lo scarso controllo non fa che generare drammatiche conseguenze. A pagare le spese degli errori di giudizio errato, intere famiglie. A questo proposito, da una ricerca dell’Università di Padova,  è emerso che su 465 casi di sospetto abuso sono circa il 50% quelli con i genitori che vengono assolti da tutte le accuse.

“Credo serva anche una maggiore attenzione a ciò che dichiarano i minori. Spesso, infatti, gli adulti possono manipolare le loro testimonianze. O, addirittura, inculcare nei più piccoli idee e pensieri che non rispecchiano la realtà. Le dichiarazioni dei più piccoli possono diventare vere e proprie armi.”- Dichiara l’avvocato Catizone, concludendo.- “Anche i tribunali dovrebbero essere un po’ più attenti e accorti a prendere dei provvedimenti così gravi. Specialmente se ci si basa esclusivamente su parole dette dai più piccoli.”

Bambini portati via ai genitori, madri straniere allontanate dai figli

La Corte Europea dei Diritti dell’uomo ha condannato l’Italia. Il motivo? Troppo di frequente i tribunali della nostra nazione tolgono i figli a donne migranti ingiustamente. Infatti, è difficile che vengano svolti completamente regolari controlli. O iter specifici per stabilire i motivi per i quali gli assistenti sociali devono portare i bambini via dai genitori.

E’ contro questo che si è scagliata la Corte Europea. Non si può interrompere la frequentazione della madre con i figli a meno che non ci siano abusi o pericolo per i minori.

Tanti i bambini portati via dai genitori ingiustamente, strappati alle mamme, spesso nigeriane, e poi adottati da alcune famiglie italiane. In questo modo, da una parte ci sono famiglie adottive. Dall’altra, però, c’è la madre che lotta per richiedere la potestà genitoriale.

Sul quotidiano “Domani” si approfondisce la sconvolgente vicenda. Si legge che “Tra le migranti che arrivano nel nostro paese gira una voce. Quella che gli italiani possano togliere loro i figli.”

E le donne nigeriane non sono le uniche mamme straniere “vittime”. Anche le famiglie rom vivono tristissime condizioni di questo tipo. “Se sei povero, straniero o rom.” – spiega un operatore sociale al quotidiano Domani. – “E’ molto facile che ti piombi addosso un decreto di allontanamento per i tuoi figli.”

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Studentessa di Lettere Moderne all'Università degli studi di Salerno. Profondamente ecologista e ambientalista, mi occupo di volontariato animalista. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. Amo da sempre la lettura e mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto