• Liguori
  • Boschetti
  • Bonanni
  • Paleari
  • Algeri
  • Romano
  • Grassotti
  • Dalia
  • Falco
  • Gnudi
  • Baietti
  • Tassone
  • De Leo
  • Leone
  • Coniglio
  • Napolitani
  • Crepet
  • Santaniello
  • Rinaldi
  • Ward
  • Buzzatti
  • Casciello
  • Andreotti
  • Scorza
  • di Geso
  • Alemanno
  • Chelini
  • Califano
  • Meoli
  • Bruzzone
  • Romano
  • Miraglia
  • Bonetti
  • Valorzi
  • Gelisio
  • Ferrante
  • Carfagna
  • Quarta
  • Pasquino
  • Cacciatore
  • Catizone
  • Barnaba
  • De Luca
  • Quaglia
  • Cocchi
  • Rossetto
  • Mazzone

Chi è Vanessa Ferrari: età, altezza, famiglia e compagno

Antonella Acernese 9 Agosto 2021
A. A.
17/09/2021

Conosciuta da tutti alle olimpiadi di Tokyo 2020, chi è Vanessa Ferrari oggi e da piccola: biografia, età, fisico, altezza, peso, compagno e Instagram.



Soprannominata la Farfalla di Orzinuovi. Ginnasta italiana, prima italiana a vincere un oro mondiale in ginnastica artistica nel 2006, ai Mondiali di Aarhus. Con la qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, ha preso parte a quattro edizioni dei giochi olimpici, prima ginnasta italiana a riuscire in tale impresa.

Determinata e ambiziosa, il suo motto è: “Se sei in grado di sognare puoi far avverare qualsiasi cosa“.

Di titoli nazionali ne detiene 22. Tra cui 7 nel concorso generale ai campionati assoluti, di cui il primo vinto nel 2004, e 11 scudetti vinti con la squadra Brixia nel Campionato di Serie A1.

A Tokyo 2020 si qualifica alla finale di corpo libero dietro alle americane Jade Carey e Simone Biles. Vince uno storico argento, diventando la prima donna italiana a salire sul podio di un’Olimpiade nella ginnastica artistica.

Ma parlarci di lei non sarà solo il successo alle Olimpiadi, Vanessa Ferrari chi è oggi e da piccola, origini, vita privata, dove vive, età e compagno, sarà la sua breve biografia a rivelarcelo.

Chi è Vanessa Ferrari oggi e da piccola: biografia, età, altezza, peso, famiglia, genitori e compagno

Per scrivere una breve biografia e sapere chi è Vanessa Ferrari, Instagram, interviste ed apparizioni tv, ci saranno utili per scoprire innanzitutto età, altezza, peso, vita privata, famiglia e compagno della campionessa olimpica.

Nata a Orzinuovi in provincia di Brescia il 10 Novembre 1990, sotto il segno zodiacale dello Scorpione. E’ alta 146 cm e pesa circa 45 kg. Fisico minuto ma muscoloso, forgiato dagli anni di palestra e di esercizi fisici. Ha lunghi capelli castani, occhi grandi e scuri, labbra carnose. Al di fuori delle tenute sportive, ha uno stile casual, ma al contempo non rinuncia a look più eleganti e raffinati per occasioni importanti.

Una sua particolarità fisica sono i tatuaggi: ne ha uno dietro la nuca rappresentante i cinque cerchi olimpici oltre i nomi delle città delle Olimpiadi a cui ha partecipato.

Il profilo Instagram di Vanessa Ferrari è molto seguito, essendo un’atleta internazionale. Con circa 270 mila follower condivide gioie ed emozioni delle sue gare. Video di esercizi; attimi di vita quotidiana nella sua casa e con i suoi due cani. Non rinuncia a scatti pubblicitari, di sponsorizzazioni di brand sportivi diversi.

Circa le sue origini, sappiamo che sono bulgare. La mamma Nikolova è, infatti, originaria della Bulgaria. Anche lei ha un passato da ginnasta. Ha due fratelli gemelli, Ivan e Michele, nati nel 1993. Trascorre buona parte della sua infanzia a Soncino e Genivolta, in provincia di Cremona. Successivamente si trasferisce a Capriano del Colle e, successivamente, a Nave.

Si innamora dello sport sin da bambina, quando a soli 6 anni vede per la prima volta in TV un’atleta alla trave; da quel momento rivela alla mamma il suo sogno di fare ginnastica artistica. Inizia a praticare ginnastica nel 1998, presso la società Brixia Brescia. A 11 anni esordisce nella Nazionale juniores.

Tra le curiosità che la riguardano, sappiamo che ama molto gli animali; ha due husky di nome Taiga e Sneja.

Della sua vita privata  e sentimentale, sappiamo che è fidanzata, il compagno di Vanessa Ferrari è Simone Caprioli, suo manager e curatore marketing. I due sono fidanzati da circa 3 anni. Hanno trascorso insieme il lockdown nella loro casa a Manerbia, presso la quale l’uomo ha costruito per la fidanzata una vera e propria palestra da salotto, in cui potesse proseguire con gli allenamenti.

Formazione e titoli di studio della ginnasta Ferrari

Molti l’hanno conosciuta grazie al successo alle Olimpiadi 2020, Vanessa Ferrari chi è oggi professionalmente, formazione e titoli di studio, sono pochi a saperlo.

Affascinata sin da piccola dal mondo della ginnastica artistica, la madre la iscrive nel 1998, a soli 8 anni alla palestra “Liberi e Forti” a Castelleone. Tuttavia ben presto si rende conto che le potenzialità dell’atleta sono tali da richiedere attrezzi e istruttori più qualificati.

Grazie alla comprensione e ai sacrifici dei genitori, si iscrive alla Brixia, società bresciana, distante ben 50 km da casa. La routine quotidiana non è semplice: allenamenti al mattino e nel pomeriggio; alle 18 inizia la scuola privata serale, prima del ritorno a casa.

Gli allenamenti ed i sacrifici sono intensi, ma arrivano sin da subito i primi risultati degli impegni costanti.

Nel 2002/2003 a Fermo vince il Campionato di Categoria Allieve. Esordisce con la nazionale italiana juniores nell’incontro Italia-Gran Bretagna, classificandosi 2ª.

A Montevarchi vince il Campionato di Categoria Juniores; a Mestre, ai Campionati Assoluti, si classifica 5ª nel concorso generale individuale, 2ª al corpo libero e alla trave.  Vince il primo scudetto con la Brixia.

Nel 2004 viene convocata per la prima volta dalla nazionale per gli Europei Juniores, ad Amsterdam. Conquista la medaglia di bronzo nel concorso a squadre, mentre individualmente  l’argento nel concorso generale individuale e la medaglia di bronzo alla trave.

Ai Campionati Assoluti vince il titolo nazionale alle parallele asimmetriche; a  Montevarchi vince invece il campionato di categoria Junior. Nello stesso anno ottiene il premio agli Oscar della Ginnastica come “Giovane ginnasta italiana”.

Nel 2005 viene convocata in nazionale per partecipare ai Giochi del Mediterraneo di Almería, Spagna. Conclude la competizione vincendo una medaglia per ogni specialità: oro alla trave, corpo libero, volteggio, concorso individuale e concorso a squadre. Da quel momento viene definita la “Cannibale di Orzinuovi”.

Non finisce qui: al  Festival Olimpico della Gioventù Europea a Lignano vince la medaglia d’oro nel concorso individuale e al corpo libero, l’argento al volteggio e il bronzo alle parallele.

Porta a casa il titolo di Campionessa Italiana Assoluta, vincendo la medaglia d’oro nel concorso generale individuale; l’oro a parallele e trave e l’argento al corpo libero.

Da campionessa del mondo, chi è Vanessa Ferrari a Tokio 2020

Non solo per essere una campionessa da Olimpiadi, Vanessa Ferrari chi è oggi, lo deve alla sua determinazione che l’ha spinta nel corso degli anni ad aggiudicarsi vittorie e premi.

Il 2006 è l’anno della svolta perché da atleta Junior passa alla massima categoria Senior.

Viene convocata per partecipare ai Campionati Europei di Volo, in Grecia. L’Italia, per la prima volta nella storia, vince una medaglia d’oro nel concorso a squadre. La giovane conquista l’argento al corpo libero

Il 16 ottobre 2006, nelle qualificazioni dei Campionati mondiali di Aarhus, per la prima volta nella storia della ginnastica italiana, una ginnasta si qualifica per quattro finali mondiali.

Il 19 Ottobre, giorno della finale, vince l’oro, con un esercizio a corpo libero sulle note del ‘Nessun dorma’. Porta a casa anche due bronzi, alle parallele e al corpo libero.

Nel 2007 partecipa ai Campionati Europei di Amsterdam, dove vince la medaglia d’oro nel concorso generale individuale e nel corpo libero. Il 12 Agosto vince poi il titolo individuale dei Campionati Assoluti per la terza volta vonsecutiva.

Dopo un periodo di infortuni e insuccessi, nel 2011, agli Assoluti di Meda, conquista il suo quinto titolo.

Alle Olimpiadi del 2012 a Londra, Vanessa Ferrari, chiude al quarto posto. Nel 2013 partecipa ai Mondiali di Anversa, ai XVII Giochi del Mediterraneo e alla Coppa del Mondo a Stoccarda, dove ottiene un argento, tre ori e due bronzi.

A Rio 2016 si piazza al 16esimo posto la finale del concorso individuale e al quarto posto nella finale di corpo libero.

Ai campionati di Montreal 2017, durante il corpo libero, si rompe il tendine d’Achille.

Dopo 1 anno e mezzo di riposo e riabilitazione torna a gareggiare alla Coppa del Mondo di Melbourne nel 2019, dove vince l’oro al corpo libero.

Il 25 aprile 2021, agli Europei, vince la medaglia di bronzo al corpo libero, eseguendo l’esercizio sulle note di “Bella ciao”.

A Tokyo 2021 Vanessa Ferrari gareggia sulle note di “Con te partirò” di Andrea Bocelli e scrive la storia della ginnastica artistica italiana, giungendo al secondo posto e vincendo la seconda medaglia olimpica nella storia della ginnastica artistica italiana.

Anagrafica Principale
Nata a Orzinuovi in provincia di Brescia il 10 Novembre 1990, sotto il segno zodiacale dello Scorpione. Ha origini bulgare e ha 2 fratelli gemelli: Ivan e Michele. E' alta 146 cm e pesa circa 45 kg. Inizia a praticare ginnastica nel 1998, presso la società Brixia Brescia. Nel 2006, viene insignita del collare d'oro al merito sportivo del CONI. A inizio 2007, riceve l'onorificenza presidenziale di cavaliere al merito della Repubblica. A Tokyo 2020 vince uno storico argento, diventando la prima donna italiana a salire sul podio di un’Olimpiade nella ginnastica artistica.
Nome e CognomeVanessa Ferrari
Data di nascita10/11/1990
Luogo di nascitaOrzinovo
ProfessioneGinnasta
Anagrafica Principale
Nata a Orzinuovi in provincia di Brescia il 10 Novembre 1990, sotto il segno zodiacale dello Scorpione. Ha origini bulgare e ha 2 fratelli gemelli: Ivan e Michele. E' alta 146 cm e pesa circa 45 kg. Inizia a praticare ginnastica nel 1998, presso la società Brixia Brescia. Nel 2006, viene insignita del collare d'oro al merito sportivo del CONI. A inizio 2007, riceve l'onorificenza presidenziale di cavaliere al merito della Repubblica. A Tokyo 2020 vince uno storico argento, diventando la prima donna italiana a salire sul podio di un’Olimpiade nella ginnastica artistica.
Nome e CognomeVanessa Ferrari
Data di nascita10/11/1990
Luogo di nascitaOrzinovo
ProfessioneGinnasta
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto