• Grassotti
  • Carfagna
  • De Luca
  • Ward
  • Coniglio
  • Romano
  • Rinaldi
  • Chelini
  • Scorza
  • Quaglia
  • Bruzzone
  • Cocchi
  • Buzzatti
  • Tassone
  • Boschetti
  • Catizone
  • Dalia
  • Liguori
  • Rossetto
  • Baietti
  • Cacciatore
  • Mazzone
  • Falco
  • Leone
  • di Geso
  • Miraglia
  • Paleari
  • Crepet
  • De Leo
  • Pasquino
  • Barnaba
  • Napolitani
  • Bonanni
  • Bonetti
  • Gnudi
  • Andreotti
  • Meoli
  • Santaniello
  • Romano
  • Valorzi
  • Quarta
  • Alemanno
  • Algeri
  • Casciello
  • Califano
  • Ferrante
  • Gelisio

Referendum eutanasia legale: come funziona e dove firmare, quesito

Flavia de Durante 27 Agosto 2021
F. d. D.
16/09/2021

Referendum eutanasia legale, testo e quesito, cos'è e cosa prevede: dove firmare e come fare con firma online, quante firme servono e l'obiettivo.



L’eutanasia è la pratica che determina intenzionalmente la morte di un individuo nel suo esclusivo interesse, poiché la qualità della sua vita è permanentemente compromessa da una malattia, menomazione o condizione psichica.

La prima proposta di legge sull’eutanasia risale a quasi 40 anni fa. Oggi attraverso un referendum sull’eutanasia legale si vuole abrogare la criminalizzazione del cosiddetto “omicidio del consenziente” (articolo 579 del codice penale). L’obiettivo della raccolta firme è rimuovere gli ostacoli alla legalizzazione di questa pratica, rendendo possibile un intervento attivo da parte del medico su richiesta del paziente.

L’Associazione Luca Coscioni, prima dell’inizio dell’estate 2021, con lo slogan “Liberi fino alla fine!”, promuove la campagna in favore dell’eutanasia legale in Italia. E’ dal 30 ottobre 2020 che si raccolgono le firme, fino al 30 settembre 2021. Ma cosa prevede il referendum eutanasia legale, cos’è e cosa dice il testo del quesito? La proposta, di iniziativa popolare, è rivolta a persone con malattie irreversibili che affrontano sofferenze insopportabili e mira a riconoscere la possibilità di scegliere come e quando porre fine alla propria vita

La proposta è stata accompagnata dalla grande partecipazione di numerose associazioni, organizzazioni e cittadini. Di fatti, già a metà agosto è stato raggiunto il tetto di firme richiesto. 500mila firme per il referendum per la legalizzazione dell’eutanasia.

Comunque, come ci ha tenuto a sottolineare il Comitato Promotore del Referendum, La raccolta firme naturalmente prosegue con ancora maggiore forza. Con l’obiettivo di raccogliere almeno 750.000 firme entro il 30 settembre. In modo da mettere in sicurezza il risultato da ogni possibilità di errori nella raccolta. O ritardi della Pubblica amministrazione e difficoltà nelle operazioni di rientro dei moduli.”

Cos’è e come firmare per l’eutanasia legale? Cosa cambierà con questa proposta di legge? Perché firmare per rendere l’eutanasia legale in Italia, perché no? Vediamo tutti questi aspetti, il testo del quesito del referendum eutanasia legale, dove e come firmare anche online, cosa prevede e il numero di firme mancanti.

Come funziona il referendum eutanasia legale: testo completo e quesito previsto per la raccolta firme

Il testo del quesito referendario di seguito, così come riportato sul sito per la raccolta firme Eutanasia Legale e sulla Gazzetta Ufficiale.

“Volete voi che sia abrogato l’art. 579 del codice penale (omicidio del consenziente) approvato con regio decreto 19 ottobre 1930, n. 1398, comma 1 limitatamente alle seguenti parole «la reclusione da sei a quindici anni.»; comma 2 integralmente; comma 3 limitatamente alle seguenti parole «Si applicano»?”

Testo Articolo 579 c.p. e relative abrogazioni referendarie

Chiunque cagiona la morte di un uomo, col consenso di lui, è punito con la reclusione da sei a quindici anni. Non si applicano le aggravanti indicate nell’articolo 61. Si applicano le disposizioni relative all’omicidio [575-577] se il fatto è commesso contro:

  1. Una persona minore degli anni diciotto;
  2. Una persona inferma di mente. O che si trova in condizioni di deficienza psichica, per un’altra infermità o per l’abuso di sostanze alcooliche o stupefacenti;
  3. Persona il cui consenso sia stato dal colpevole estorto con violenza, minaccia o suggestione, ovvero carpito con inganno [613 2].

Già nel 2017 è stata approvata la Legge 219. Questa riconosce il Testamento Biologico. Da quel momento, in Italia, una persona può stabilire le sue scelte in merito a trattamenti sanitari a cui non vorrà sottoporsi in caso di incapacità a comunicare. Inoltre, la sua volontà di non sottostare o interrompere cure o accanimento terapeutico.

Cos’è il referendum Eutanasia Legale, dal testo è certamente più semplice intuirlo. In sintesi, chiede di riconoscere la piena libertà di scelta della persona malata. Colui o colei che decide consapevolmente di voler porre fine alle propria vita di sofferenza. Inoltre, il quesito referendario vuole abrogare parzialmente la norma penale che impedisce l’introduzione dell’Eutanasia legale in Italia.

Sempre a questo proposito, ricordiamo che la Corte Costituzionale ha dichiarato che l’aiuto al suicidio (art. 580 del Codice penale) non è punibile. Nei casi in cui il richiedente abbia patologia irreversibile, capacità di autodeterminarsi e sia tenuta in vita da trattamenti di sostegno vitale.

Come funziona la raccolta firme su eutanasia legale

Come funziona la raccolta firme, dove firmare e visionare testo e quesito del Referendum Eutanasia Legale?

La raccolta firme ha avuto, come abbiamo detto, un grande  successo. Tante le associazioni e i cittadini che si sono schierati a favore della causa. Innumerevoli i volontari che hanno raccolto le firme ai banchetti disposti nella maggior parte delle più importanti città italiane.

Molte persone gravemente malate oggi non sono libere di scegliere fino a che punto vivere la loro condizione. Questo è ciò che colpisce maggiormente chi ha scelto di partecipare alla raccolta firme. I malati terminali, in Italia, devono sottostare alla propria malattia irreversibile. Non hanno diritto all’aiuto medico alla morte volontaria, al suicidio assistito o ad accedere all’eutanasia. E per questi motivi spesso decidono di recarsi in Svizzera, Belgio, Olanda o Spagna per ottenere questo tipo di assistenza.

Cosa cambierà con questo referendum? Ne parliamo con uno degli Avvocati Giuslavoristi che, in Campania, si sta occupando di raccogliere le firme come autenticatore autorizzato.

“Con questo intervento referendario l’eutanasia attiva sarà consentita dalle forme previste dalla legge sul consenso informato e il testamento biologico. E in presenza dei requisiti introdotti dalla Sentenza della Consulta sul “Caso Cappato”. Rimarrà punita se il fatto è commesso contro una persona incapace. O contro una persona il cui consenso sia stato estorto con violenza, minaccia o contro un minorenne.” – Ci spiega l‘Avvocato rifacendosi al testo del referendum e ai suoi obiettivi.-

Dove firmare per il referendum eutanasia legale

Dove e come firmare, una volta visionato il quesito e il testo del referendum Eutanasia Legale, se si è d’accordo con cosa prevede? In tutta Italia sono stati disposti dei banchetti appositi in cui ci si può recare per partecipare alla campagna. Tramite il sito ufficiale, puoi consultare dove firmare fisicamente, recandoti ad uno dei numerosi tavoli appositi.

Inoltre, è possibile apporre al Referendum Eutanasia Legale firma online. Per la prima volta nella storia, la firma potrà essere inserita nella raccolta anche in maniera digitale. Sempre sul sito ufficiale sono anche indicate le modalità per partecipare alla raccolta firme attraverso la firma digitale, come fare e dove esprimere il proprio consenso.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Studentessa di Lettere Moderne all'Università degli studi di Salerno. Profondamente ecologista e ambientalista, mi occupo di volontariato animalista. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. Amo da sempre la lettura e mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto