• Rossetto
  • Catizone
  • Romano
  • Antonucci
  • Barnaba
  • Liguori
  • Bruzzone
  • De Luca
  • Leone
  • Mazzone
  • Santaniello
  • Scorza
  • Valorzi
  • Tassone
  • di Geso
  • Dalia
  • Crepet
  • Buzzatti
  • Quaglia
  • Cocchi
  • Paleari
  • Cacciatore
  • Casciello
  • Bonanni
  • Miraglia
  • Napolitani
  • Rinaldi
  • Grassotti
  • Romano
  • Falco
  • Bonetti
  • Boschetti
  • Ferrante
  • Algeri
  • de Durante
  • Pasquino
  • Califano
  • Andreotti
  • Meoli
  • Baietti
  • Ward
  • Quarta
  • Chelini
  • Coniglio
  • Alemanno
  • Gnudi
  • Gelisio
  • Carfagna
  • De Leo

Chi è Alberto Boubakar Malanchino: età, altezza, film e serie tv

Letizia Liguori 28 Gennaio 2022
L. L.
28/05/2022

É Gabriel Kidane nella serie DOC, chi è Alberto Boubakar Malanchino oggi nella vita privata, età, altezza, peso, genitori, compagna, biografia, filmografia, film e fiction.



Esordisce nel 2016 sul piccolo schermo con diversi progetti, da fiction come “La strada di casa”, “Un passo dal cielo” e “Don Matteo”. E’ in programmi televisivi satirici, come “Crozza nel paese delle meraviglie” e “Camera Cafè”.

Nel 2017 esordisce al cinema con il film “1991” di Ricardo Trogi e l’anno seguente  debutta al Teatro Franco Parenti con il monologo “Verso Sankara”. L’anno seguente è nel cast della produzione Netflix “Summertime”.

Ma la fiction che lo ha fatto conoscere al grande pubblico italiano è sicuramente Doc-Nelle tue mani dove interpreta Gabriel Kidane innamorato della collega Elisa Russo alias Simona Tabasco.

Ma a parlarci di lui non sarà solo la fiction DOC, la sua filmografia, serie tv e film, Alberto Boubakar Malanchino chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, origini, vita privata, se ha una fidanzata, sarà la sua biografia a dircelo.

Chi è Alberto Boubakar Malanchino: età, altezza, peso, fisico, origini, compagna e vita privata

Per focalizzare al meglio la biografia e conoscere chi è Alberto Boubakar Malanchino, Instagram, Facebook e Twitter ci saranno utili per scoprire età, peso, altezza, origini, compagna e vita privata.

Nasce a Cernusco sul Naviglio in provincia di Milano, il 16 ottobre del 1992 sotto il segno zodiacale della Bilancia. Altezza e peso non sono noti.

L’attore dallo sguardo magnetico ed energico, dalle labbra carnose e dal sorriso coinvolgente risalta in ogni sua interpretazione e senza alcun minimo sforzo cattura l’attenzione dello spettatore.

Tra le curiosità che riguardano il nostro protagonista sappiamo che è ha un’ottima confidenza con le arti marziali come karate, judo e anche la boxe.

Il profilo Instagram di Alberto Boubakar Malanchino è seguito da circa 46 mila followers, con cui ama condividere scatti inerenti sia alla sua vita privata sia a quella professionale, tenendo aggiornati sempre i  fan.

Per quanto riguarda le sue origini sappiamo che il padre è italiano e la madre proviene dal Burkina Faso. Racconta che la madre è arrivata in Italia negli anni Novanta con un aereo, emigrando dal suo paese. In qualche modo ha una doppia responsabilità oltre ad essere uno dei nuovi volti emergenti dello spettacolo è un attore afro-discendente. E questo, per lui è un fatto, anche politico.

Durante i casting capita che venga scartato per il colore della pelle, nonostante parli con accento milanese e sia nato a Cernusco sul Naviglio. Il problema c’è e come, l’attore afferma “manca un parterre di attori multietnici che facciano qualsiasi ruolo, che abbiano la possibilità di ricevere un premio oppure i pomodori addosso, come tutti. Senza partire azzoppati”.

L’attore è molto riservato in merito alla sua vita privata: non è infatti nota l’identità della fidanzata di Alberto Boubakar Malanchino né se sia legato sentimentalmente. Si presume anche dai post sui social che sia attualmente single per la gioia di tutte le sue ammiratrici.

Formazione e titoli di studio dell’attore di Doc, Malanchino

Nonostante oggi molti lo conoscano come Gabriel in DOC, Alberto Boubakar Malanchino chi è oggi come attore nei suoi film e serie tv, sono in pochi a saperlo. Cerchiamo insieme di ricostruire la sua formazione e capire come ha compiuto i primi passi nel mondo dello spettacolo.

Da piccolo era molto introverso e probabilmente proprio per questo si avvicina al mondo dello spettacolo. Ciò lo farà aprire e mettere in contatto con la sua parte più emotiva. Sappiamo che nel 2013 frequenta la Scuola “Centro Teatro Attivo” e la Scuola “Quelli di Grock”.

Nel 2016 si diploma in recitazione alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano. Partecipa nello stesso anno alla Biennale college di Venezia seguendo i Maestri Declan Donnellan, Nick Ormerod e Pascal Rambert.

Dopo la formazione accademica, inizia a lavorare come attore di prosa. Tra i registi con cui collabora ricordiamo Moni Ovadia e Silvio Peroni. Infine nel 2017 approfondisce lo studio con un corso di doppiaggio presso lo studio “Dream & Dream”.

Film e fiction, Alberto Boubakar Malanchino chi è oggi in tv

Dal teatro alla televisione sino al cinema, chi è Alberto Boubakar Malanchino, filmografia ricca di film e serie tv possono raccontarcelo e testimoniarcelo. Ma quali sono i suoi ultimi lavori e cosa è cambiato nella sua vita? Iniziamo conoscendolo meglio nel ruolo in DOC di Gabriel Kidane che lo ha fatto celebre dandogli uno straordinario successo.

L’attore è nel ruolo di uno specializzando di medicina interna originario di un villaggio dell’Etiopia. Ha un passato tormentato, fatto di soprusi e miseria. Un carattere schifo e riservato che si è costruito una corazza per evitare di soffrire. Con il tempo si avvicina alla collega Elisa iniziando una relazione con quest’ultima anche se lui è promesso sposo nel suo villaggio. La relazione entra in crisi e ciò emerge nella seconda stagione. Propri quando il nostro protagonista inizia a soffrire di attacchi di panico dovuti al post pandemia. Deciderà sotto consiglio di Enrico Sandri interpretato da Giovanni Scifoni un percorso di terapia con la psicologa Lucia Ferrari alias Giusy Buscemi.

Ultimo ruolo al cinema è nel film “Easy living” scritto e diretto dai fratelli  Peter e Orso Miyakawa e nel 2019 presta la voce all’orso Tonio, personaggio del film d’animazione “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, tratto dal romanzo di Dino Buzzati.

Nel 2021 è di nuovo su Netflix con il ruolo di Anthony, il papà di Summer adolescente protagonista della serie Netflix “Summertime” per la seconda stagione. In un’ intervista riguardo a questo tipo di produzioni inclusive dichiara “È bello che oggi i ruoli siano diversificati e più lontani dallo stereotipo, anche se è necessario parlare ancora di certi argomenti”. Inoltre sempre per la stessa produzione partecipa alla serie “Guida astrologica per cuori infranti” di Bindu De Stoppani con Claudia Gusmano.

Anagrafica Principale
Nasce a Cernusco sul Naviglio in provincia di Milano, il 16 ottobre del 1992 sotto il segno zodiacale della Bilancia. Esordisce sul piccolo schermo nelle fiction "La strada di casa", "Un passo dal cielo" e "Don Matteo" e programmi televisivi satirici come "Crozza nel paese delle meraviglie" e "Camera Cafè". Il suo primo film è "1991" seguito da "Easy living". Per Netflix partecipa a progetti come "Summertime" e "Guida astrologica per cuori infranti".
Nome e CognomeAlberto Boubakar Malanchino
Data di nascita16/10/1992
Luogo di nascitaMilano
ProfessioneAttore
Anagrafica Principale
Nasce a Cernusco sul Naviglio in provincia di Milano, il 16 ottobre del 1992 sotto il segno zodiacale della Bilancia. Esordisce sul piccolo schermo nelle fiction "La strada di casa", "Un passo dal cielo" e "Don Matteo" e programmi televisivi satirici come "Crozza nel paese delle meraviglie" e "Camera Cafè". Il suo primo film è "1991" seguito da "Easy living". Per Netflix partecipa a progetti come "Summertime" e "Guida astrologica per cuori infranti".
Nome e CognomeAlberto Boubakar Malanchino
Data di nascita16/10/1992
Luogo di nascitaMilano
ProfessioneAttore
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto