• Alemanno
  • Napolitani
  • Falco
  • Meoli
  • Tassone
  • Romano
  • De Leo
  • Liguori
  • Andreotti
  • Chelini
  • Boschetti
  • di Geso
  • Bonetti
  • Rossetto
  • Quaglia
  • Grassotti
  • Valorzi
  • Barnaba
  • Santaniello
  • Miraglia
  • Gelisio
  • De Luca
  • Romano
  • Crepet
  • Pasquino
  • Califano
  • Carfagna
  • Baietti
  • Algeri
  • Scorza
  • Bruzzone
  • Mazzone
  • de Durante
  • Rinaldi
  • Ferrante
  • Ward
  • Antonucci
  • Quarta
  • Dalia
  • Gnudi
  • Leone
  • Casciello
  • Bonanni
  • Paleari
  • Catizone
  • Buzzatti
  • Coniglio
  • Cocchi
  • Cacciatore

Relazione docente studente: ruolo preside e insegnanti, reati e pene

Flavia de Durante 26 Aprile 2022
F. d. D.
28/05/2022

Rapporto intimo e relazione docente studente, se e quando è possibile: dal ruolo del preside alla responsabilità degli insegnati, quali sono i reati e pene.



Relazione amorosa tra docente e studente, cosa succede se un preside o un docente scoprono un rapporto sentimentale tra professore e alunno: da come si interviene nella scuola alle regole dal punto di vista legale, il parere degli avvocati.

Cosa succede ad “innamorarsi” del docente, cosa avviene quando un giovane alunno s’infatua di un professore? E cosa avviene, invece, se ad interessarsi sentimentalmente al giovane alunno è proprio un professore?

Non è raro che uno studente o studentessa pensi “mi sento attratta/o dal mio professore/professoressa“; ma che succede se quel semplice interesse si tramuta in una dichiarazione accolta di buon grado da un docente che ricambia i sentimenti? Oggettivamente, una qualsiasi relazione amorosa tra studente e professore può essere additata come sbagliata, inopportuna; e numerosi possono essere i fattori che la rendono illecita anche dal punto di vista legale.

Certo, capita che l’interesse resti semplice interesse. Così come avviene che l’attrazione fisica resti confinata nella mente di chi la prova. Ma quando non succede? Se l’infatuazione si evolve in qualcosa di più, in un sentimento che può far nascere una vera e propria relazione docente studente?

Certo è che l’opinione pubblica ritiene che sia improponibile che nasca una relazione amorosa/sentimentale tra un alunno e un professore. Numerosi sono, infatti, le vicende di questo genere che suscitano un immediato scalpore sociale.

Ma i casi di relazioni sentimentali tra docente e studente, per quanto rari, esistono nel mondo della scuola, ma quando è legale? Quando un’insegnante può avere una relazione con uno studente? A parlarcene, specialmente dal punto di vista legislativo, l’Avvocato Penalista Elisa Cocchi. A presentarci la sua opinione considerando l’aspetto socio-umano, analizzando alcuni casi specifici, l’Avvocato Familiarista Andrea Catizone. 

Il ruolo del professore che sa di un rapporto intimo e relazione docente studente: cosa fare

“A 20 anni ha una storia d’amore con il professore”; “Prof e alunna: è una love story?” “Lo studente e la professoressa sono una coppia”. Questi sono alcuni dei titoli che testimoniano, seppur raramente, che una relazione sentimentale tra docente e studente può esistere, anche nella scuola italiana.

Ma cosa succede dal punto di vista legale se un professore e un alunno/a intrattengono una relazione amorosa? Come può e deve intervenire un altro docente qualora dovesse scoprire tale legame? A spiegarcelo, l’Avv. Elisa Cocchi.

“Ai sensi dell’art. 609 quater c.p., è punito chiunque al di fuori delle ipotesi che integrano la fattispecie di violenza sessuale, compie atti sessuali con persona che al momento del fatto non ha compiuto gli anni 14; oppure che non ha compiuto gli anni 16 quando il colpevole è una persona a cui il minore è affidato per motivi di cura, educazione, istruzione, vigilanza o custodia.”– Principia l’Avvocato, spiegando cosa succede se si scopre una relazione studente docente.-

“Conseguentemente, il docente risponde del reato di “atti sessuali con minorenne” in tutte le ipotesi in cui l’alunno non ha ancora compiuto i sedici anni. Si procede d’ufficio e dunque se un docente viene a conoscenza del fatto di reato di cui all’art. 609 quater c.p. è obbligato a presentare denuncia alla competente autorità giudiziaria.”

“In caso contrario il docente, essendo un pubblico ufficiale, incorre nel reato di cui all’art. 361 c.p. (omessa denuncia all’autorità – “Il pubblico ufficiale, il quale omette o ritarda di denunciare all’Autorità giudiziaria, o ad un’altra Autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, un reato di cui ha avuto notizia nell’esercizio o a causa delle sue funzioni”).”- Puntualizza il legale.-

“Diversa è evidentemente l’ipotesi in cui lo studente abbia compiuto i 16 anni di età. In tal caso, esclusa la diversa fattispecie di violenza sessuale, il docente non commette un reato. La sua condotta rimane dunque sanzionabile esclusivamente in ragione dell’inopportunità del
comportamento e del ruolo che riveste.”

Il preside in caso di rapporto intimo tra insegnate e studente

Relazione amorosa tra docente e studente, come si deve intervenire, quale il ruolo di scuola e preside? Abbiamo parlato con l’Avvocato Cocchi di sanzioni applicabili qualora un docente intrattenesse una relazione con un alunno di età maggiore ai 16 anni. Questo ruolo spetta alla scuola, in particolar modo al/alla Preside.

Sanzioni in ragione del comportamento inopportuno rispetto al ruolo rivestito dall’insegnante possono dunque essere applicate al docente coinvolto in una relazione con uno studente: si tratta, nella maggior parte dei casi, di una vera e propria azione disciplinare (provvedimento disciplinare).

Come abbiamo visto, infatti, la legge penale stabilisce che dai 14 anni in poi, ogni persona può liberamente decidere di avere un legame fisico senza considerare la differenza d’età che può esserci con l’altro. Fa eccezione proprio il caso del professore, dell’insegnante o del tutore: in tal caso, infatti, l’età si eleva a 16 anni.

Il focus, a quel punto, s’incentra certamente sul consenso del giovane e sulle responsabilità del docente. I più piccoli, essendo meno maturi e più facilmente influenzabili, potrebbero “subire” il fascino dell’adulto professore. L’educatore, vista la sua maturità, dovrebbe mantenere la razionalità e rispettare lo studente.

Dal punto di vista della maggior parte dei Presidi, comunque: Punire è necessario. Gli insegnanti devono tenere a mente sempre le proprie responsabilità e i propri ruoli.”

Relazione docente studente a scuola: analisi di alcuni casi

Accade spesso che l’opinione pubblica si scateni additando qualsiasi relazione tra docente e alunno come illegittima e sbagliata. La “vox populi” sembra avere un’unica opinione in merito, quella contraria. Ne parliamo con l’Avvocato Andrea Catizone.

“In generale c’è una ragione di inopportunità che un docente abbia una relazione con uno/una alunno/a della propria scuola: si tratta di una questione di ruoli e di professionalità. Bisognerebbe sempre trattare la questione con una certa delicatezza da parte dei soggetti coinvolti e di chi li circonda.”- Principia l’Avvocato.-

“E’ chiaro che spesso possa esserci un’infatuazione da parte degli studenti nei confronti di una figura di questo tipo. I giovani alunni sono in una fase di formazione ed evoluzione da tutti i punti di vista e possono vivere un “Innamoramento” nei confronti di un ruolo, più che della persona che lo ricopre. Per questo, nonché per questioni di collocamento professionale, chi ha un ruolo di vertice dovrebbe astenersi da rapporti di questo genere.”- Chiarisce la Catizone.-

“Posto questo, assistiamo comunque talvolta a casi di relazione docente-studente. E’ tristemente sconvolgente, a questo proposito, la modalità di giudizio della società.” 

“Mi spiego. Recentemente si è parlato di una presunta relazione tra una preside ed uno studente, negata poi dalla dirigente scolastica. Nello specifico, il giovane era un maggiorenne. Non sussisteva dunque, rilevanza dal profilo penale o civile. Tuttavia il nome della Preside è saltato fuori su numerose testate giornalistiche e la storia è arrivata sulla bocca di tutti.”- Ci racconta l’Avvocato.-

“Non molto tempo fa, invece, una terribile notizia parlava di un professore accusato di aver molestato un certo numero di alunne: si tratta di reati gravissimi che, incredibilmente, però, sono passati “inosservati”. Non c’è stato grande scalpore, non è uscito fuori alcun nome.”- Dichiara l’Avvocato.-

“Ho visto in questi due casi la fotografia di una disagevole realtà relativamente all’opinione pubblica: due pesi, due misure! La figura della donna sembra ancora vincolata ad una concezione maschilista, nel pubblico e nel privato. Spesso non viene rispettata la lavoratrice e la si giudica con molta più “superficialità” rispetto al lavoratore. Casi come questi lo dimostrano!”

Reati e pene in caso di relazione docente studente a scuola

Quando una relazione tra docente e studente è legale, che succede se ci si innamora del professore, quali sono reati e pene previsti?

“Per il docente coinvolto nella relazione sentimentale con uno studente, un provvedimento disciplinare. E, dal mio punto di vista, esclusa una rilevanza penale del comportamento del docente, si può sanzionare disciplinarmente anche lo studente, qualora previsto nel regolamento d’Istituto. Di fatti se si esclude che il consenso sia in qualche modo viziato, entrambe le parti del rapporto hanno le medesime responsabilità.”- Fa sapere l’Avvocato Cocchi.-

“Con riferimento all’insegnante può essere integrata l’ipotesi sanzionata con il se ha posto in essere “atti, comportamenti o molestie a carattere sessuale, riguardanti studentesse o studenti affidati alla vigilanza del personale. Anche ove non sussista la gravità o la reiterazione, dei comportamenti” (CCNL 2016.2018 comparto scuola); ovvero con la sospensione se trattasi del compimento di “atti non conformi alle responsabilità, ai doveri e alla correttezza inerenti alla funzione” (TU 297/1994).”

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto