• Google+
  • Commenta
23 marzo 2016

Significato della Pasqua: origini e storia per cristiani ed ebrei

Significato della Pasqua
Significato della Pasqua

Significato della Pasqua

Ecco qual’ è il significato della Pasqua per cristiani ed ebrei: origini, storia, tradizioni e simboli pasquali come colomba, agnello, ulivo e uova di Pasqua.

Il vero significato della Pasqua cristiana affonda le sue origini nella storia e nella cultura ebraica. Infatti, per comprendere il significato religioso della Pasqua, bisogna fare un passo indietro, e guardare alle tradizioni e ai simboli della ricorrenza celebrata già ai tempi di Gesù. Ma che cos’è la Pasqua per cristiani ed ebrei e qual è il suo significato prima della resurrezione di Gesù?

Il termine Pasqua in aramaico significa “passare oltre, passaggio“, fa riferimento all’uscita del popolo ebraico dall’Egitto: Mosè, spezzando le catene della schiavitù grazie all’aiuto di Dio, libera il suo popolo dal faraone. Il cammino nel deserto dura 40 anni, durante i quali Dio consegna i Dieci Comandamenti a Mosè, con il compito di guidare il popolo nella Terra Promessa.

Il significato della Pasqua e dei simboli tradizionali lo si può comprendere anche attraverso l’episodio della Decima Piaga, quando il Signore scese sulla Terra, vide il sangue dell’agnello sulle porte delle case di Israele e “passò oltre”, colpendo solo i primogeniti maschi egiziani.

Cosa si festeggia a Pasqua e qual è il significato dell’uovo e degli altri simboli? Per la religione cristiana Pasqua e Pasquetta fanno riferimento alla passione, morte e resurrezione di Gesù. Questi tre momenti salienti vengono rievocati durante la Settimana Santa, che inizia il giorno successivo alla Domenica delle Palme e si conclude con il Lunedì dell’Angelo.

Significato della Pasqua: origini, storia, tradizioni, simboli pasquali come colomba, agnello e uova

Per comprendere qual è il vero significato delle festività pasquali, è necessario prima conoscere la storia e le tradizioni della festa ebraica. Infatti Gesù era ebreo, pertanto molti simboli e tradizioni della cultura cristiana possono essere compresi solo se ricollegati a riti e tradizioni di questa religione parallela. Ad esempio, con il simbolo dell’agnello si fa riferimento all’episodio prima citato e descritto nell’Esodo:”Io vedrò il sangue e passerò oltre, colpirò invece con il mio castigo l’intero Egitto e non voi“.

La colomba e l’ulivo sono due simboli di pace, oltre che di salvezza: fu infatti una colomba con un ramoscello di ulivo nel becco ad annunciare la salvezza a Noè dopo il diluvio universale. L’ulivo era presente anche nell’Orto del Getsemani, dove Gesù si rifugiò a pregare prima del suo arresto. Il significato della Pasqua cristiana è quello di celebrare la resurrezione di Cristo, ed i simboli della tradizione religiosa fanno riferimento alla rinascita.

Gesù fu arrestato durante le celebrazioni della Pasqua ebraica, (da qui deriva il nome di quella cristiana), e dopo la morte ha sconfitto le tenebre ed è risorto dall’aldilà come era stato profetizzato. I cristiani credono proprio in questo passaggio, che è rappresentato dalla morte e resurrezione insieme a Cristo. Mentre per gli ebrei la redenzione è avvenuta durante il lungo cammino nel deserto, i cristiani possono affidarsi alla preghiera e alla penitenza per purificarsi dai loro peccati, proprio come avviene durante il periodo della Quaresima.

Simboli e tradizioni pasquali: il significato della Pasqua nella storia

I simboli della Pasqua appartengono non soltanto alla religione cristiana ed ebraica, ma sono presenti anche in numerose altre culture e religioni. In primis il tema della rinascita, che in molte culture anche precristiane coincide con l’arrivo della stagione primaverile. Il risveglio della natura dal rigore dell’inverno è uno dei temi principali delle festività greco romane, celebrate proprio in questo periodo dell’anno: il 5 marzo i Romani festeggiavano il Navigium Isidis, ossia la fine dell’inverno ed il ritorno alla navigazione. Oppure il 15 marzo erala data in cui si celebravano le Hilaria, ossia la resurrezione di Attis, figlio di Cibele, che aveva vinto la morte ed era ritornato dagli Inferi.

La Flagellazione di Michelangelo

La Flagellazione di Michelangelo

Il significato della Pasqua lo si può comprendere anche attraverso i suoi simboli: le uova, ad esempio, rappresentano sempre una nuova nascita. Per gli Egiziani il dio che ha creato l’uomo è rappresentato mentre forgia un uovo, che è anche l’emblema che racchiude i quattro elementi della natura: aria, acqua, terra e fuoco.

Anche i Persiani, come gli Egizi, erano soliti scambiarsi uova colorate durante le festività primaverili quale simbolo di fecondità e rinnovamento della natura.

Condividi Video di Auguri di Buona Pasqua!


© Riproduzione Riservata