• Google+
  • Commenta
21 aprile 2016

Busta arancione Inps: cos’è, chi la riceve e calcolo pensione

Tito Boeri con la busta arancione Inps
Tito Boeri con la busta arancione Inps

Tito Boeri con la busta arancione Inps

In arrivo la busta arancione Inps: cos’è e chi la riceve, dalla comunicazione dell’Inps alla simulazione e calcolo pensione, informazioni busta Tito Boeri, pensioni anticipata, di vecchiaia, contributi versati e futuri.

Ecco chi riceve la busta arancione, cosa contiene e perché viene inviata!

L’Inps darà comunicazione a 150 mila italiani, tramite l’invio di una lettera arancione, di informazioni preziose sulla loro posizione contributiva, sia per la pensione di vecchiaia che per quella anticipata.

Ma cosa sono le buste arancioni di Boeri e quando arriveranno? Chi riceverà le buste arancioni della pensione? La prossima settimana a ricevere le buste saranno 150 mila italiani scelti a campione, almeno anagraficamente, che potranno così sapere come calcolare la pensione.

Potranno essere lavoratori prossimi alla pensione, oppure giovani che ancora non hanno il Pin Inps e quindi non sanno quale potrebbe essere la loro posizione contributiva. L’intento di Tito Boeri, presidente dell’isitituto previdenziale,  è proprio quello di tutelare i più giovani, che rischiano di arrivare all’età pensionabile tra enormi difficoltà.

Busta arancione Inps, cos’è e chi la riceve: dalla comunicazione Inps al calcolo della pensione

La prima tranche di buste arancioni dell’Inps sarà presto spedita e presto sarà possibile visionarie le prime simulazioni della pensione futura. Entro la fine del 2016 saranno 7 milioni i lavoratori privati che riceveranno le buste, mentre ai lavoratori pubblici saranno allegate al cedolino dello stipendio. Chi non vuole aspettare di ricevere la comunicazione dell’istituto di previdenza potrà effettuare in maniera autonoma la simulazione online nel servizio “La mia pensione” sul sito Inps.

Ma che cos’è la busta arancione della pensione e cosa dice? In pratica all’interno della busta Inps recapitata dalle Poste, sarà presente una lettera di tre pagine che ripercorre la storia contributiva dei lavoratori e spiegherà come calcolare la pensione di vecchiaia o anticipata. L’oggetto della comunicazione sarà “calcolo previsionale della sua pensione“, come sarà possibile leggere all’inizio della prima pagina. Saranno quindi indicate stime indicative, quindi da non considerare certe in quanto fatte su previsioni future.

All’interno delle buste arancioni dell’Inps è ribadito l’invito ai lavoratori di usufruire del servizio online La mia pensione Inps, per poter fare delle simulazioni alterando i parametri fissi indicati nella lettera cartacea. Infatti le stime indicate sono ottenute ipotizzando che il lavoratore non abbia alcuna interruzione lavorativa, e che la crescita di Pil del Paese sia dell’1,5%.

Ecco cosa c’è scritto nella lettera contenuta nella busta arancione Inps

Dopo che sono state chiarite alcune informazioni preliminari per comprendere quali sono stati i parametri utilizzati per ottenere la simulazione, sempre all’interno della prima pagina si aprirà un prospetto che contiene le informazioni principali della busta arancione Inps. In pratica il lavoratore potrà conoscere quale sarà la data in cui andrà in pensione, quale sarà la previsione della pensione mensile lorda e la stima dell’ultima retribuzione prima dell’uscita.

Una volta capito cosa sono le buste arancioni, i lavoratori potranno quindi decidere se apportare delle modifiche o meno al loro piano contributivo. Infatti lo scopo della comunicazione dell’Inps è proprio questo: fornire informazioni di base con la previsione del rapporto tra contributi versati, quale sara la pensione futura e possibile data di uscita.

I contribuenti potranno quindi conoscere la data in cui si matura il diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata e conoscere quale sarà il loro tasso di sostituzione (rapporto fra la prima rata di pensione e l’ultimo stipendio. Le cifre, ricordiamo, hanno un valore indicativo.

Successivamente all’interno della lettera sarà possibile visionare l’estratto conto contributivo, e quindi il contribuente potrà controllare tutti i versamenti fatti fino a quel momento, e segnalare anche eventuali errori.

Busta arancione dell'Inps

Busta Inps sulla previsione pensione

Infine la comunicazione termina con la previsione dei contributi futuri, prospettando quale potrebbe essere l’importo dell’assegno previdenziale.

Le informazioni contenute all’interno della busta arancione Inps sono presenti anche sul web: per verificare la propria posizione basta munirsi del codice Pin Inps o Spid, la nuova password valida per tutti i servizi pubblici presenti online. Sul sito ufficiale dell’istituto previdenziale sono presenti tutte le informazioni per sapere a qual età di va in pensione, quanto sarà l’importo dell’assegno previdenziale e come calcolarlo in base alla propria posizione contributiva.


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy