• Gelisio
  • Tassone
  • Bonanni
  • Meoli
  • Boschetti
  • Catizone
  • Buzzatti
  • Dalia
  • Cocchi
  • Romano
  • Alemanno
  • Ward
  • De Leo
  • de Durante
  • Miraglia
  • Quaglia
  • Falco
  • Rossetto
  • di Geso
  • Scorza
  • Paleari
  • Algeri
  • Bonetti
  • Califano
  • Napolitani
  • Leone
  • Cacciatore
  • Andreotti
  • Pasquino
  • Antonucci
  • Barnaba
  • Gnudi
  • Liguori
  • Chelini
  • Mazzone
  • Ferrante
  • Crepet
  • Carfagna
  • Grassotti
  • Casciello
  • Valorzi
  • Quarta
  • Coniglio
  • De Luca
  • Baietti
  • Rinaldi
  • Romano
  • Santaniello
  • Bruzzone

Pensami INPS: simulazione calcolo pensione, come funziona

Flavia de Durante 4 Maggio 2022
F. d. D.
23/05/2022

Cos'è e come funziona Pensami INPS, per simulazione calcolo online della pensione: come accedere e recensione, spiegazioni sul funzionamento.



Quante volte un lavoratore si è domandato “Quando potrò andare in pensione?”; “Come faccio a sapere quando vado in pensione?”. A questa domanda risponde il nuovo simulatore INPS per calcolare la pensione attraverso una nuova piattaforma online.

La simulazione della pensione con PensAMI INPS funziona come un questionario. Ci sono delle domanda, alle quali bisogna rispondere inserendo dati personali. Il sistema, ideato per tutti i lavoratori, quindi riesce a calcolare la quiescenza futura di ogni utente; dalla data di decorrenza, fino all’eventuale possibilità di uscire dal lavoro prima.

Il simulatore INPS Pensione a misura, come funziona? In realtà il sistema è davvero “a misura di tutti”. Infatti, è molto semplice da usare. L’INPS ha permesso “a tutti, senza autenticazione, di verificare i possibili scenari considerata l’attività lavorativa svolta”.

Il sistema sulla base delle risposte dei singoli soggetti, è in grado di mostrare tutti i possibili scenari; nonché e la decorrenza del ritiro sulla base dell’attività lavorativa svolta. Una volta iniziato il calcolo, il servizio si articola su tre livelli di risposta.  In base a questi tre piani, il soggetto partecipante riesce a comprendere a quali importi mensili ha diritto sulla base dell’intera contribuzione indicata e il sistema di calcolo applicato; da quale data potrà smettere di lavorare; se è possibile anticipare l’accesso al pensionamento .

Cos’è Pensami INPS e come funziona il simulatore della pensione online: i tre livelli della simulazione

Quando potrò andare in pensione? Posso anticipare la pensione? Per rispondere a questi quesiti, cerchiamo di capire come funziona PensAMi Inps. La piattaforma è pensata per tutti i lavoratori per aiutarli a comprendere il proprio scenario e quando si va in pensione.

Per capire cos’è, bisogna immaginare un simulatore che concede accesso immediato alle informazioni sulle principali prestazioni a cui potrebbe aver diritto un lavoratore. Inoltre, è possibile scoprire la data alla quale potrebbe accedere alla mensilità; nonché tutti i i dettagli sulle modalità di calcolo applicate.

Il simulatore online è articolato in tre livelli. Una volta iniziata la simulazione, il soggetto partecipante dovrà rispondere ad una serie di domande per ogni livello. Attraverso questi quesiti, l’INPS riuscirà ad ottenere le informazioni utili alla realizzazioni di scenari pensionistici proposti dal sistema studiati caso per caso.

Al termine di ogni livello, sarà possibile accedere al riepilogo dello scenario. Non è obbligatorio terminare tutti e tre i livelli: di fatti, al termine di ciascuno di essi sarà possibile fermare la simulazione. Nel dettaglio:

  1. Al primo livello: l’utente scoprirà a quali pensioni hai diritto sulla base della contribuzione indicata; nonché il sistema di calcolo applicato.
  2. Al secondo livello: l’utente scoprirà da quale data potrai andare in pensione. Questo, tenendo conto della contribuzione presente in ciascuna gestione.
  3. Al terzo livello: l’utente scoprirà se puoi anticipare l’accesso.

Per sapere quindi a quanti anni si smette di lavorare e non solo, vi lasciamo ulteriori consigli su come funziona Pensami INPS, simulazione è più veritiera ed attendibile per gli utenti più precisi. Innanzitutto, rispondete a tutte le domande presenti sul singolo livello.

Se avete bisogno di chiarimenti, inoltre, consigliamo di cliccare sul simbolo “info” (posto accanto ad ogni quesito): in questo modo si otterranno chiarimenti in maniera istantanea. In ultimo, come suggerito dall’ente stesso, è possibile cliccare su “approfondisci” per avere informazioni sulla prestazione.

Quali sono i possibili scenari pensionistici

Compreso cos’è e quali sono i tre livelli, vediamo come funziona la simulazione della pensione su PensAMI INPS, come accedere. Innanzitutto, come chiarito all’Ente, il simulatore:

  • fornisce informazioni esclusivamente sui trattamenti diretti relativi alle seguenti gestioni previdenziali: Fondo p. lavoratori dipendenti (FPLD), Gestione esercenti attività commerciali (COM), Gestione artigiani (ART); Gestione coltivatori diretti, mezzadri e coloni (CD/CM), Gestione separata, Cassa p. dei dipendenti delle amministrazioni dello Stato (CTPS); Cassa p. dei dipendenti degli Enti locali (CPDEL), Cassa p. degli ufficiali giudiziari (CPUG), Cassa p. insegnanti (CPI); Cassa p. sanitari (CPS). In base alle disposizioni vigenti.
  • è in grado di fornire informazioni basate esclusivamente sulle risposte fornite dall’utente.
  •  può fare ai lavoratori informazioni sulle pensioni maturate dal 2019.

Il servizio pubblico è aggiornato alle ultime novità legislative (l.30 dicembre 2021, n. 234) in materia di accesso alla pensione anticipata.

Per accedere al servizio è necessario solamente andare sul sito internet dell’INPS alla pagina dedicata al questionario. Una volta lì, è possibile partire direttamente online dal livello base, il numero uno. Sarà poi una scelta a discrezione del lavoratore proseguire o meno con l’ideazione dei possibili scenari tramite i livelli successivi.

Chiaramente ogni prospettiva cambia da lavoratore a lavoratore: le variabili sono numerose, così come i fattori determinanti; dalle gestioni in cui si ha contribuzione all’insieme delle risposte dell’utente, diverse caso per caso.

Descrizione video Pensami INPS

L’ente ha messo a disposizione un video per comprendere cos’è Pensami INPS, come funziona il nuovo sistema per calcolare la pensione online e senza bisogno di inserire le credenziali.

Il piccolo corto rappresenta una vera e propria guida animata estremamente intuitiva. Vi consigliamo la visione del breve video per comprendere al meglio come utilizzare la piattaforma!

Infatti, specialmente a seguito dei problemi riscontrati inizialmente, quando qualcuno sosteneva che “Pensami INPS non funziona”, questo mini-video si è rivelato davvero molto pratico!

E’ possibile, come spiegato nel corto, ricevere una consulenza personalizzata per conoscere il proprio futuro pensionistico. Il tutto, semplicemente rispondendo ad alcune domande. Come sottolineato precedentemente, anche il video presenta l’assetto del sistema su tre livelli di simulazione.

Già dal primo, sulla base di semplici dati inseriti direttamente dall’utente, si ricevono informazioni sulle principali prestazioni. Nel secondo step, indicando i periodi di contributi versati, si potrà scoprire la decorrenza teorica del proprio fondo pensionistico. In ultimo, al terzo livello, si possono inserire eventuali istituti influenti sul sistema di calcolo. Quali? Come spiegato nel video, alcuni esempi: riscatto, accrediti figurativi, tutele per invalidi.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto