• Google+
  • Commenta
12 marzo 2003

Napoli: Floro Flore illustrava la strada

Il Napoli si è rimesso in carreggiata. La seconda vittoria consecutiva al San Paolo, che porta la firma del talentuoso “scugnizzo” partenopeo, Floro FIl Napoli si è rimesso in carreggiata. La seconda vittoria consecutiva al San Paolo, che porta la firma del talentuoso “scugnizzo” partenopeo, Floro Flores, tira via gli azzurri dalle zone basse della classifica. Anche senza entusiasmare, il Napoli è apparso cinico e concreto quel tanto che è bastato per avere la meglio su un Pescara sorprendentemente insidioso. Come risaputo, le squadre di Simoni non danno spettacolo, ma vincono molto. E stavolta l’esperto allenatore ex Ancona è alla guida degli azzurri. I risultati si vedono. In una fredda domenica di serie B caratterizzata, come sempre più spesso accade, da una gran sequela di pareggi, un gol di Floro Flores può bastare a guadagnare tre o quattro posizioni in graduatoria. Sette punti in tre gare. Una media da promozione, ma alla quale occorre dare continuità, se si vuole ambire ad una serie A che al momento sembra ancora avere gli sfumati contorni di un miraggio. Se è incoraggiante la tenuta tattica della squadra, che ha sofferto solo in poche occasioni nel finale contro un elogiabile Pescara, e lo sono anche le ultime prestazioni degli uomini del reparto arretrato, in primis Manitta e Zamboni, la situazione sembra ancor più promettente volgendo uno sguardo al futuro. Max Vieri suscita fiducia per il suo tanto e continuo lavoro in campo, a volte premiato anche dalla rete. Floro Flores, al quale sinora è mancato sempre e solo il gol, finalmente ha lasciato scritto il suo nome sul tabellino dei marcatori in una gara ufficiale. Pasino e Montezine mostrano di poter assicurare il necessario apporto di fantasia e imprevedibilità alle azioni d’attacco. Altri uomini significativi finora infortunati sono sulla via del recupero. Di carte da giocarsi Simoni ne ha e ne avrà sempre più man mano che gli acciacchi si consumino e la forma fisica torni delle migliori. Il calendario, poi, ha visto superati tutti gli scontri più improbi del girone d’andata. Insomma, la strada verso l’impresa sembra non essere più tanto in salita come appariva solo due settimane fa. Domenica gli azzurri sono di scena a Venezia. I lagunari, dopo un opaco inizio di campionato, sono in ripresa dal punto di vista dei risultati e non sarà facile batterli sul loro terreno di gioco. Il Napoli, però, ha un miraggio da toccare con mano.

Google+
© Riproduzione Riservata