• Google+
  • Commenta
4 luglio 2003

Attenti al virus

La Web-dipendenza si manifesta lentamente, un po’ alla volta, oppure immediatamente con un semplice “giro” in rete…un giro che ci permette di conoscerLa Web-dipendenza si manifesta lentamente, un po’ alla volta, oppure immediatamente con un semplice “giro” in rete…un giro che ci permette di conoscere nuovi mondi e sensazioni, ma dal quale è difficile uscire. Ecco l’esperienza di un ragazzo che, “vittima” della malattia del secolo, è ormai immerso e perso nella rete, riconoscibile solo tramite il suo nickname: viruzhack.
“Ho conosciuto il mondo di internet per curiosità, senza neanche sapere bene cos’era. Mi interessava sapere a cosa era dovuto quel particolare entusiasmo verso il web… ora l’ho scoperto. In rete ho conosciuto amici, ho imparato a cercare, trovare, leggere… Ho passato giornate intere davanti al pc a “navigare”, senza però trascurare la mia vita: la stavo soltanto arricchendo, o magari rallegrando. Con gli amici andava tutto bene, fino a quando ho “infettato” tutti con la mia malattia…Ogni giorno accendo il mio computer, anche solo per vederlo partire, per “pulirlo”e poi subito rispegnerlo, faccio praticamente tutto col pc e con internet: musica, film, amici, spesa, giochi. Un consiglio: attenti al virus…”.
E’ facile restare intrappolati nella rete…è facile costruire una nuova identità, un nuovo modo di essere, col rischio di non riconoscersi più e perdere di vista ogni aspetto della vita, quella vera.

Google+
© Riproduzione Riservata