• Google+
  • Commenta
10 luglio 2003

Cittadinanza Europea e costituzione: gli studenti si confrontano

Straordinario successo del seminario promosso dalle associazioni AEGEE ed ELSA tenutosi lo scorso Venerdì 16 Maggio presso la facoltà di GiurisprudeStraordinario successo del seminario promosso dalle associazioni AEGEE ed ELSA tenutosi lo scorso Venerdì 16 Maggio presso la facoltà di Giurisprudenza del nostro Ateneo. L’incontro, dal titolo ”La figura del cittadino Europeo nell’attuale processo di integrazione: Diritti e Garanzie alla luce della nascitura Costituzione”, ha visto la partecipazione di più di 400 persone, ad uno dei primi confronti su tematiche europeistiche promossi direttamente da associazioni studentesche. Un simile evento, del resto, non poteva che partire dalla sinergia di due compagini quali AEGEE ed ELSA che, grazie alla loro natura transnazionale, da sempre rappresentano un ponte tra l’Ateneo salernitano e l’Europa.
Un approccio interdisciplinare quindi, ma soprattutto critico, non essendo mancati richiami alle tante incongruenze contenute nello storico Trattato, inevitabili effetti collaterali di un’opera di mediazione sul piano giuridico, politico e sociale mai tentata, per dimensioni e quantità di popoli coinvolti, nella storia dell’uomo.
Un enorme sforzo scientifico dunque, che non poteva non essere sostenuto che da una schiera di insigni relatori; alla base della riuscita del seminario, vi sono infatti gli importanti contributi della Prof.ssa M. Ferraioli (diritto processuale penale) a cui è stata affidata anche la conduzione dei lavori, del Prof. M. Panebianco (Diritto internazionale) e da decenni voce critica nel campo della letteratura giuridica di matrice internazionalistica, del Prof. N. Bartone (Diritto penale comparato), della Prof.ssa A. di Stasi (Diritto comunitario), e dalla Prof.ssa V. Zambiano (Diritto privato comparato).
Al fine di dare un quadro ancora più completo sull’argomento in materia, il seminario ha visto anche il diretto coinvolgimento del Ministero delle Politiche Comunitarie: per suo tramite è infatti intervenuto un rappresentate (dott. S. Milia) dell’Osservatorio sulla Convezione Europea, ufficio impegnato nella diffusione e promozione, presso la società civile, del messaggio e le tematiche europeistiche.
Un grande risultato per l’Ateneo e le associazioni promotrici, in definitiva superiore nel riscontro alle più rose aspettative; un evento che ha centrato quello che è l’obiettivo principale di questo genere di manifestazioni: sfatare la mistificante visione di un’Europa “unita” grazie ad artifizi burocratici ed economici e promuovere quella di un’entità portatrice di valori, quei valori che rappresentano il portato della storia e la cultura dei popoli che ne fanno parte.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy